Caorle, cinque surfisti alla deriva soccorsi dalla Guardia Costiera

Spinti al largo dal vento forte, l'ultimo è stato disperso fino a tarda notte

Il vento forte stava per giocare un brutto scherzo ad un gruppo di surfisti tra i 40 ed i 60 anni che domenica avevo scelto di trascorrere qualche ora di divertimento sul mare di Caorle in località Falconera.

Quattro padovani ed un trevigiano, poco dopo le 18, erano usciti in mare per praticare kitesurf, fino a quando però le condizioni meteo marine sono cambaite all’improvviso, anche a causa delle perturbazioni che in questi giorni stanno attraversando la zona.

Il vento è prima calato improvvisamente, per iniziare a soffiare poi da terra, spingendo i surfisti al largo e creando non poche difficoltà per raggiungere la riva. A lanciare l’allarme alla sala operativa del 1530, numero unico delle emergenze in mare, sono stati alcuni bagnanti che si sono accorti dell’accaduto.

Quattro persone sono state salvate quasi subito grazie all’intervento dei mezzi della guardia costiera. Come riportano alcuni siti di informazione locale online, il quinto, invece, era stato dato inizialmente per disperso.

Immediatamente sono partite le ricerche, grazie anche al supporto dei Vigili del Fuoco e delle motovedette della Guardia di Finanza, che fino al tramonto hanno perlustrato il tratto di mare.

Solo in serata anche il quinto surfista, un trevigiano, è stato localizzato nella riva opposta del canale Nicesolo, dove era stato spinto dalle forti correnti, ed è prontamente stato soccorso dai militari della delegazione di spiaggia di Bibione.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti