Il 2020 del Circolo Nautico Santa Margherita di Caorle

Malgrado le limitazioni imposte dalla pandemia, nella stagione 2020 il Circolo Nautico Santa Margherita di Caorle ha messo in campo tutte le sue energie ed è riuscito a disputare tutte e quattro le regate offshore previste a calendario e l’attività giovanile.

La Duecento e La Cinquecento Trofeo Pellegrini, riprogrammate in un periodo inusuale appena le condizioni sanitarie lo hanno consentito, si sono disputate rispettivamente dal 10 al 12 luglio e dal 5 all’11 settembre 2020.

La Duecento, supportata dal partner storico Birra Paulaner e da Viteria 2000, azienda all’avanguardia nella fornitura di materiali per la cantieristica navale e per le industrie, è stata la prima regata offshore della penisola e ha visto al via 30 equipaggi provenienti da Italia, Austria, Slovenia, Germania e Croazia.

Edizione disputata a luglio in un momento storico particolare, che non ha deluso le aspettative e ha permesso di tornare a vivere le emozioni della vela offshore.

Le condizioni meteo con annunci di venti di bora, pioggia e instabilità sull’area di gara, hanno suggerito una riduzione di percorso sulla rotta Caorle-Grado-Porer, permettendo così a tutta la flotta di completare la regata in sicurezza.

L’edizione 2020 ha incoronato campioni assoluti XTutti Escandalo, M37 degli armatori padovani Loretta Penello-Tommaso Di Blasi alla loro seconda vittoria nelle acque di Caorle.

Nella categoria X2 si sono imposti Nicola Borgatello e Daniele Lombardo con l’X35 Demon-X e nella classe Open650, sempre agguerrita e presente alle regate CNSM, la vittoria è andata ad Antigua di Franco Deganutti/Roberta Fazzana.

La Cinquecento Trofeo Pellegrini, per la prima volta nella sua quasi cinquantennale storia, si è disputata invece dal 5 all’11 settembre.

Nella stessa data è partita anche la flotta dei partecipanti alla più breve La Ottanta, sulla rotta Caorle-Grado-Pirano, scelta obbligata viste le scarse possibilità di recupero offerte dal calendario dopo la ripresa dell’attività.

I partecipanti ad entrambe le regate, malgrado le limitazioni sugli eventi sociali, hanno vissuto momenti di festa, grazie all’ormeggio di alcune imbarcazioni nel Porto Peschereccio, dove si sono tenuti “Gusta La 500” con la gara culinaria “Sardee in grea”, con accesso controllato anche del pubblico e degustazione del pesce azzurro cucinato nei modi più fantasiosi.

La doppia partenza de La Cinquecento Trofeo Pellegrini e de La Ottanta ha offerto uno spettacolo affascinante nel mare di Caorle, con lo specchio acqueo della Chiesa della Madonna dell’Angelo e la coreografica passeggiata a mare affollate di vele.

Tra i trenta iscritti a La Ottanta si è imposto il Maxi Yacht Anywave Safilens di Alberto Leghissa, Line Honour assoluto, mentre le vittorie al calcolo dei tempi compensati ORC sono andate nella categoria X2 a Vola Vola Endeavour di Riccardo De Roia-Stefano Novello e nella XTutti ad mpone Athyris di Sergio Taccheo.

Ne La Cinquecento Trofeo Pellegrini corsa lungo i più impegnativi tratti dell’alto Adriatico, da Caorle alle isole Tremiti passando per Sansego in Croazia, a scrivere il proprio nome nell’albo d’oro della regata in questo particolare anno sono due equipaggi esperti, entrambi già vincitori in passate edizioni.

Nella classica categoria X2 la vittoria Overall è andata a Black Angel, IMX-38 di Paolo Striuli in coppia con Marco Tapetto, terzi assoluti al traguardo alle 09:25.14 di giovedì 10 settembre, protagonisti di un avvincente recupero sugli avversari.

Il vincitore ORC Overall nella categoria XTutti è stato Super Atax del padovano Marco Bertozzi, al traguardo alle 23:55 di mercoledì 9 settembre, vincitore anche del Trofeo Pellegrini Line Honour XTutti.

A chiudere la stagione ci ha pensato La Cinquanta, disputata poco prima della nuova sospensione delle competizioni sportive, il 24 e 25 ottobre scorsi.

Buona la partecipazione di equipaggi vecchi e nuovi a questa edizione veloce, accompagnata da un meteo favorevole, che ha visto il Millenium 40 Hauraki della coppia padre-figlio Mauro e Giovanni Trevisan primo assoluto al traguardo.

Negli Open 650 il primato è andato al Proto Nessuno di Franco Deganutti-Marco Burello, nei Trimarani il successo è andato all’austriaco Andreas Hofmaier su Sayg I e nella numerosa categoria XTutti al Solaris 36 Lo Rè del riminese Marione Sailing Team.

Le regate offshore del Circolo Nautico Santa Margherita, organizzate in collaborazione con il Comune di Caorle e la Darsena dell’Orologio e con la partnership di Pellegrini Costruzioni, Viteria 2000, Vennvind, Upwind by Aurora, Wind Design, Antal, Cantina Colli Soligo nel 2021, pandemia permettendo, torneranno nel 2021 a disputarsi nei periodi abituali, con il seguente calendario:

LA OTTANTA 10-11 aprile 

LA DUECENTO 30 aprile-2 maggio

LA CINQUECENTO 29 maggio- 4 giugno

LA CINQUANTA 23-24 ottobre

Anche nel 2021, La Cinquecento partirà di sabato: una novità introdotta nell’ultima edizione che ha incontrato il favore dei regatanti.

Sul fronte derive e scuola vela il bilancio del Circolo nautico santa Margherita di Caorle è stato decisamente positivo, con un netto incremento dei partecipanti alla scuola vela estiva, tanto che per il prossimo anno si pensa già all’acquisto di nuove imbarcazioni e ad avviare un corso di pre-agonismo nella tarda primavera.

L’unica manifestazione a calendario che purtroppo non è stato possibile organizzare in questo strano 2020 è stata la Prosecco’s Cup, amatissima regata per derive a calendario da oltre vent’anni, che il CNSM conta di recuperare nella prossima stagione 2021.

“Siamo soddisfatti di questo 2020, date le premesse, davvero non potevamo aspettarci di più. Siamo riusciti a disputare tutte le nostre regate offshore, anche se in un periodo diverso da quello abituale e sacrificando qualcosa. Tornare in acqua a regatare, pur con tutti gli accorgimenti necessari è stato per noi motivo di soddisfazione e speriamo, un messaggio positivo per la vela d’altura. Siamo felici anche di aver avviato al mondo della vela tantissimi giovani, che quest’anno hanno trovato a Caorle, in spiaggia di Levante, un ambiente sicuro dove stare all’aria aperta insieme ai coetanei, divertendosi e imparando a navigare in sicurezza.” dichiara Gian Alberto Marcorin, Presidente CNSM “Siamo grati alle istituzioni cittadine sempre in prima linea e ai nostri Partner, che condividono la nostra visione e che hanno scelto di esserci accanto anche in questo anno così particolare, con responsabilità e volontà di guardare al futuro.”.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti