Redentore 2020, ecco le prime restrizioni in barca e sulle rive

“Sarà sicuramente un’edizione diversa rispetta a quella a cui siamo abituati, ma il Redentore lo vogliamo fare” queste le parole del sindaco di Venezia Luigi Brugnaro riportate oggi in un’articolo pubblicato su La Nuova Venezia.

“La Fondamenta della Giudecca sarà riservata ai residenti e agli ospiti degli alberghi dell’isola” spiega Brugnaro. La Polizia Locale provvederà ad interdire il traffico pedonale sul ponte votivo ai non residenti e a tutti coloro che non abbiano un valido motivo per raggiungere l’isola su cui sorge il tempio del Palladio dedicato alla fine della pestilenza del 1578.

Come avevamo già annunciato, confermato anche lo spettacolo pirotecnico – uno dei più belli ed affascinanti al mondo – del sabato notte, ma sulle rive che si affacciano sul bacino di San Marco si potrà accedere solo su prenotazione. Sarà infatti necessario riservare per tempo un tavolino di un bar, un posto al ristorante o comunque confermare la propria presenza con anticipo per poter assistere alla spettacolo pirotecnico. 

Non mancheranno poi di certo i diportisti in barca, che dovranno comunque mantenere il distanziamento di un metro tra una barca e l’altra. Per loro obbligo di esporre i parabordi e attenzione al momento di gettare l’ancora, la forte corrente da sempre presente in bacino potrebbe causare qualche problema.

Il Comitato per la sicurezza tornerà a riunirsi nei prossimi giorni in Prefettura, per cui maggiori dettagli ed informazioni ufficiali arriveranno nelle prossime ore.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti