Solo2 2022: con le premiazioni finali si conclude un’edizione di successo

Si è svolta sabato 26 novembre a Sistiana, presso il Bries di Portopiccolo,  la cerimonia di premiazione del Circuito Solo Due, giunto alla sua decima edizione.Il Circuito, riservato ad equipaggi formati da 2 persone o in solitario, si è svolto su 9 regate/eventi organizzati da maggio a settembre nel Golfo di Trieste da 10 Circoli della XIII Zona FIV, che hanno creduto in questo progetto:  Circolo della Vela Muggia, Lega Navale di Trieste, Triestina Sport del Mare, Società Triestina della Vela, Società Velica Barcola Grignano, Società Nautica Grignano, Diporto Nautico Sistiana, Sistiana 89, Società Nautica Laguna e Società Velica Oscar Cosulich.Durante le 9 tappe hanno partecipato in tutto ben 150 barche suddivise nelle 2 flotte Open e, novità 2022, ORC DH, con regate su percorsi costieri e/o a triangolo.

Per la flotta Open l’Ufo 28 Gufo di Roberto Nobile (Sistiana 89) si è aggiudicato il trofeo intitolato alla memoria dell’Ufficiale di Regata Mario Chiandussi per la sua vittoria in tempo reale. Secondo overall il J 925 Furkolkjaaf di Massimo Polo (Diporto Nautico Sistiana) e terzo l’X99 Lullaby di Pietro Riavez (Società Triestina della Vela). Premiati inoltre i migliori classificati per categoria e classe. Nella flotta ORC DH vittoria in tempo compensato dell’IMX 38 X-Plosion di Dario Bortoletto (Società Nautica Laguna) a cui è stato assegnato il Trofeo intitolato alla memoria del dirigente sportivo Massimo Vischi. Secondo il J 88 Juggernaut di Alessandro Rossi (Sistiana 89) e terzo il Delta 31 Giglio Rosso di Claudio Coslovich (Società Nautica Laguna).Altri riconoscimenti sono stati assegnati da parte degli sponsor tecnici U-Ship, Olimpic Sail e Bolina Sail agli skipper iscritti a tutte le 9 prove del Circuito e al 20°,30°,40° e 50° classificato della flotta Open.

Alberto Bazzeo, presidente della Società Nautica Laguna e coordinatore dell’edizione 2022 ha espresso la sua personale soddisfazione per la numerosa partecipazione, dopo 2 anni difficili che avevano visto l’annullamento dell’edizione 2020 e un parziale svolgimento nel 2021, aggiungendo che “Si tratta di un circuito alla portata di tutti equipaggi familiari e skipper, che con barche più tecniche si confrontano in tempo compensato. Una sinergia tra Circoli partita nel 2012, che si è consolidata nel tempo grazie anche a figure come Mario Chiandussi e Massimo Vischi che ci hanno purtroppo lasciato, ma il cui ricordo è sempre vivo e ci fa proseguire con entusiasmo, arricchendo di anno in anno il circuito con novità che vengono apprezzate dai concorrenti. Complimenti a tutti i partecipanti e ai vincitori”:

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Commenti