Cala il sipario sul CICO Edison Next: tutti i risultati della rassegna velica di Formia

Cala il sipario sul Campionato Italiano Classi Olimpiche Edison Next 2022. La chiusura della quarta e ultima giornata di regate, unitamente alla suggestiva cerimonia di premiazione pomeridiana avvenuta presso l’Area Archeologica di Caposele, accompagnata dalle note suonate dalla Fanfara della Polizia di Stato, ha concluso oggi la manifestazione.

La kermesse tricolore ospitata per la terza volta in assoluto nella sua storia dalla città di Formia – le precedenti edizioni erano targate 2010 e 2016 – è stata caratterizzata dalla presenza di 400 velisti su oltre 200 imbarcazioni che si sono dati battaglia nelle classi ILCA 6 e ILCA 7, 49er, 49erFX, Nacra 17, 470 Mix, iQFOiL maschile e femminile, Formula Kite maschile e femminile, 2.4m e Hansa 303 singoli e doppi. Dopo due giorni di maltempo che ha costretto ai box diverse specialità, una domenica soleggiata con condizioni meteomarine perfette (vento tra gli 8 e i 12 nodi) ha permesso lo svolgimento delle prove decisive nello scenario invidiabile dello “Stadio del Vento”.

Nella classe Nacra 17, tra le più attese considerata la presenza di equipaggi internazionali di spessore, la lotta è stata acerrima fino all’ultimo. Alla fine delle sei prove il titolo italiano è andato a Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (Fiamme Azzurre e CC Aniene), che proprio sul filo di lana hanno preceduto i campioni olimpici, mondiali ed europei, Ruggero Tita (Fiamme Gialle) e Caterina Banti (CC Aniene). Identico punteggio per i due scafi del catamarano misto foiling, ma peggior piazzamento per questi ultimi, freschi del premio “Velisti Mondiali dell’Anno”. Sul gradino più basso del podio i britannici John Gimson e Anna Burnet, argento a Tokyo 2020. Quarti gli enfant prodige dell’Aeronautica Militare Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei, vicecampioni del mondo e tre volte iridati in ambito giovanile.

Nella classe 49er il tandem del GS Marina Militare Uberto Crivelli Visconti e Giulio Calabrò ha sorpassato proprio in extremis, grazie ad un primo ed un terzo posto, Federico e Riccardo Figlia di Granara (Circolo del Remo e della Vela Italia), scavalcati in seconda posizione anche da Simone Ferrarese (Circolo Vela Bari) e Leonardo Chistè (C.S. Aeronautica), che si laurearono campioni nell’edizione 2021 di Malcesine, sul Garda.

Nell’acrobatica 49er Fx l’hanno spuntata per un solo punto di differenza le siciliane del CV Sferracavallo Sofia Giunchiglia e Giulia Schio, che hanno beffato per un’inezia Carlotta Omari (Fiamme Gialle) e Sveva Carraro (Aeronautica Militare). Terze Silvia Sicouri (Fiamme Azzurre) e Maria Vittoria Marchesini (SV Barcola e Grignano).

Nell’ILCA 6 femminile, classe che ha ripreso a gareggiare dopo due giorni di stop, il successo è andato all’U21 Emma Mattivi (Fraglia Vela Riva), iridata nell’ILCA 4 in Irlanda nel 2021. Alle sue spalle, staccata di una sola lunghezza, la portacolori dello Yacht Club Olbia Joyce Floridia, ex aequo con Alina Iuorio (C.V. Portocivitanova), ma con parziali inferiori.

Nell’ILCA 7 maschile ha dominato la scena l’U21 Roberto Rinaldi (CdV Roma), che ha chiuso con cinque punti di vantaggio sul suo diretto avversario, Nicolò Villa (Circolo Velico Tivano) e sei su Giacomo Musone (GS Marina Militare). 

Nell’iQFOiL, la nuova tavola a vela che alle Olimpiadi francesi sostituirà la Rs:X, doppietta targata Fiamme Gialle. In campo femminile la fresca campionessa del mondo di Brest, Marta Maggetti ha fatto la voce grossa davanti a Giorgia Speciale (Fiamme Oro) e a Anita Soncini (CS Bracciano). In campo maschile il collega Daniele Benedetti ha trionfato non senza un pizzico di suspense su Luca Di Tomassi (GS Marina Militare) e Jacopo Renna (Circolo Surf Torbole). Rispettivamente quarto e quinto gli altri azzurri Nicolò Renna (Fiamme Oro) e Mattia Camboni (Fiamme Azzurre).

Nel Kite Foil, la specialità volante che debutterà fra due anni ai Giochi a cinque cerchi transalpini, è stato Lorenzo Boschetti (CC Aniene) a siglare una performance perfetta condita da una cinquina di vittorie nelle sette prove (unici scarti un 2° e un 3° posto nelle prime due regate). Dietro di lui Mario Calbucci (Yacht Club Italiano) e Alessio Brasili (CV Fiumicino). Tiana Laporte (Chia Wind Club), ottava overall, ha primeggiato tra le donne superando le altre compagne azzurre Maggie Pescetto (Yacht Club Italiano) e la terracinese Irene Tari (C.V. Portocivitanova).

Nel 470 Misto a laurearsi tricolore è stato il duo della Marina Militare, bronzo europeo in carica, formato da Giacomo Ferrari e Bianca Caruso, capaci di superare sia Elena Berta (Aeronautica Militare) e Bruno Festo (LNI Mandello), sia Andrea Totis (LNI Mandello del Lario) e Alice Linussi (SV Barcola Grignano).

Nelle classi paralimpiche, condizionate anche loro dal maltempo nel Golfo, il CICO si è deciso oggi. Nella 2.4m affermazione del timoniere Davide Di Maria (SC Garda) su Giancarlo Mariani (Liberi nel Vento) ed Angelo Boscolo (Jesolo Yacht Club). Infine nell’Hansa singolo dominio in acqua di Carmelo Forastieri (LNI Palermo) che ha collezionato ben quattro primi (unico scarto il 4° nell’ultima prova) superando Vincenzo Gulino (Club Velico Crotone) e Andrea Quarta (Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa); nei doppi Alessandra Cappellu e Maria Cristina Atzori della Vediamoci Associazione hanno trionfato su Silvia Ranni e Fabrizio Valente (LNI Trieste) e su Achille Pacifico Lovato e Alex Ferjani (Cosulich Ass. Velica)      

«Una grande opportunità per la nostra città – sottolinea il sindaco di Formia Gianluca Taddeo – Abbiamo delle condizioni climatiche uniche per la qualità dei venti e quindi su queste caratteristiche dobbiamo puntare per lo sviluppo e la crescita sia delle varie discipline sportive che per il nostro territorio».

«Siamo onorati di aver potuto ospitare il CICO 2022 nella nostra città e che si sia potuto svolgere tutto in totale armonia e con risultati eccellenti da un punto di vista organizzativo – commenta l’assessore allo Sport Eleonora Zangrillo –  Anche per questa edizione la sinergia con la FIV e con i circoli velici del territorio è stata vincente. Saremo sempre in prima linea per sostenere la partnership tra amministrazione comunale ed il mondo della vela per crescere insieme».

Infine il Presidente del CN Caposele, il circolo più antico della provincia di Latina, Raffaele Giarnella: «Esprimo la mia piena soddisfazione per l’ottima riuscita del grande evento velico che ha permesso di riconfermare Formia quale luogo d’eccellenza per lo svolgimento di tutti gli sport acquatici».

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti