Conclusa a Scarlino la Melges World League

A Fremito D'Arja (Dario Levi) la vittoria tra i Melges 20 mentre Mario Aquila (Vanité XXS) si aggiudica la prima posizione tra i Melges 14.

Si conclude in bellezza con tre prove con vento da NW il secondo evento della stagione del Yacht Club Isole di Toscana.  Tre giornate di vento di varia intensità e direzione (con raffiche fino a 25 nodi nella giornata di sabato 9 aprile) hanno permesso la disputa di otto prove di particolare impegno tattico, permettendo ai valori in gara di emergere.

Il Tuscany Grand Prix va al detentore della Melges World League 2021, Fremitio d’Arja di Dario Levi (con Stefano Cherin alla tattica), che si aggiudica la vittoria con una prova di anticipo e parziali da capogiro (2-1-2-1-1-1-1-DNC), nella flotta dei Melges 20.

Seguono con dodici punti di distacco i monegaschi di Nika (Vladimir Prosikhin), che con la vittoria dell’ultima prova lasciano sul gradino più basso del podio i connazionali Raya (Matteo Marenghi Vaselli).
A fare il proprio esordio stagionale nella Melges World League anche la classe Melges 14, che ha visto la disputa di quattro prove. La vittoria è stata conquistata da Mario Aquila, malgrado un OCS nella 3’ prova, seguito da Giampiero Poggi e Luca Antonini.

A presiedere i due campi di regata, Carlo Giuliano Tosi e Riccardo Incerti, mentre il team arbitrale è stato presieduto da Bruno Ampola.

Pochi giorni di riposo per la compagine scarlinese e a chiudere il mese di aprile uno dei due eventi clou della stagione, che vedrà dal 26 al 30 l’organizzazione del Swan Tuscany Challenge, tappa del circuito The Nations League, che per la quarta volta consecutiva ha scelto le acque del Golfo di Follonica. Due le classi in gara: ClubSwan 50 e ClubSwan 36. 

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti