Coppa Italia 420: A San Terenzo vincono Vartholomaiou-Gogou

Marianna Gambuli e Speranza Savella sono migliori degli italiani

Si è conclusa con un totale di nove prove valide la I Coppa Italia 420 di San Terenzo, evento nato dalla collaborazione tra la Lega Navale Italiana di Lerici e 420 Uniqua Italia che, tra giovedì scorso e oggi, ha impegnato nelle acque del Golfo dei Poeti oltre cento equipaggi, specialisti di questo diffusissimo doppio giovanile.

Utile per assegnare i primi punti validi per la Ranking List 2022, la manifestazione è stata egemonizzata dall’equipaggio greco composto da Dimitra Vartholomaiou e Metaxia Gogou (NCPF, oggi 3-14-2) che, preso il comando della classifica al termine della prima giornata, non solo hanno difeso la leadership dal ritorno delle avversarie, ma addirittura hanno dimostrato grande continuità, chiudendo la manifestazione con un vantaggio di ben 32 punti sul migliore degli inseguitori. Va da sé che le due atlete elleniche sono risultate vincitrici della speciale classifica riservata ai soli team rosa.

A chiudere seconde assolute, conquistando il fioco messo in palio da North Sails per il miglior equipaggio italiano, sono state Marianna Gambuli e Speranza Savella (CRVI, 11-7-3), finite un solo punto davanti a Luca Taglialegne e Silvia Versolatto (SVBG, 4-4-16), vincitori della Ranking List 2021 e miglior binomio misto in questa prima del 2022.

Quinta piazza per Leonardo Centuori e Nicolò Coslovich (SNPJ, 30-3-17), premiati come miglior equipaggio maschile Under 19, mentre sesto assoluto si è piazzato il team di punta tra gli Under 17, composto da Quan Adriano Cardi e Matteo Iannielli (LNI Ostia, 10-22-7): prestazione di valore assoluta, specie se valutata alla luce del fatto che i due portacolori della LNI di Ostia sono nella classe da soli sei mesi.

Nel corso della premiazione, svoltasi in Piazza Brusacà e partecipata da un pubblico molto numeroso, sono intervenuti i rappresentanti del Comitato Organzzatore e delle istituzioni locali per manifestare soddisfazione verso un evento che, per la prima volta, ha portato una flotta così numerosa nelle acqua del Golfo dei Poeti.

È stata una settimana intensa – ha spiegato il sindaco di Lerici Leonardo Paoletti – in cui oltre alla competizione sono emersi la passione di questi ragazzi per lo sport, per il mare per la vela; la grande accoglienza del borgo di questa marea entusiasta di ragazzi, e l’ottima organizzazione della Lega Navale di un evento importante che ha portato San Terenzo e Lerici sulle prime pagine di tutte le testate giornalistiche di settore e non. Un grazie davvero sentito agli esercenti di San Terenzo che hanno accolto con gioia le iniziative ed anche a Maurizio Moglia che ha portato nel nostro Golfo dei Poeti un evento di primo piano. Ai ragazzi che hanno partecipato auguro buon rientro con l’invito a tornare a veleggiare presto nel nostro mare”.

Siamo molto felici di come sia andata la Coppa Italia 420 – racconta Maurizio Moglia, presidente della Lega Navale sez. di Lerici – la prima edizione svoltasi a S. Terenzo e nel Golfo dei Poeti. È stata una sfida contro i ciclopi ma ci siamo arrivati. Un particolare ringraziamento a tutti quelli che ci hanno sostenuto, enti, istituzioni, associazioni, sponsor. Se la Classe e i cittadini di San Terenzo lo vorranno, l’appuntamento sarà per il prossimo anno”.

Ora che Interzonale e I Coppa Italia sono alle spalle è tempo di bilanci e questi non possono essere altro che positivi – ha detto con visibile soddisfazione Andrea Lelli, presidente di 420 Uniqua Italia – Tutti gli attori componenti il Comitato Organizzatore hanno lavorato in sinergia, nel rispetto dei ruoli e delle responsabilità assegnate in fase di programmazione iniziale: il modo migliore di fare team e di trasformare una regata come tante in un evento che si ricorda. Salutiamo quindi San Terenzo con il sorriso, portandoci via idee interessanti per riuscire a fare ancor meglio il prossimo anno“.

Sono orgoglioso – ha dichiarato l’Amm. Roberto Camerini, delegato per la Regione Liguria della LNI – per la riuscita di un evento che rappresenta tutti i principi che la LNI promuove: mare, giovani, ambiente, territorio. Grazie alla LNI Sez. di Lerici per aver colto la sfida ed alla Sez. della Spezia per il supporto”.

Il livello delle regate come questa è alto – ha sottolineato il presidente della Seconda Zona FIV Andrea Leonardi – e obbliga chi organizza a tenere alta la guardia sulle necessità dei regatanti che sono oggi veri e propri atleti. Posso dire che i numeri di questa regata fanno onore alle capacità organizzative della Lega Navale Italiana Sez. di Lerici che ha messo in campo quanto di meglio si possa vedere oggi tra le boe, sia a livello logistico che a livello di gestione tecnica in mare. Credo che questa occasione di confronto con la vela giovanile possa essere utile a tutto il Golfo della Spezia che da sempre, con suoi circoli, sta lavorando più che bene e con competenza vera. Ringrazio la Classe 420 e i tecnici perché stanno tutti facendo bene e il livello è sempre più alto”.

Credo sia importante – ha detto Davide Besana, velista, fumettista, responsabile degli eventi culturali della I Coppa Italia 420 San Terenzo – che gli eventi legati alla vela trasmettano qualche cosa anche al territorio. Noi abbiamo portato delle persone che raccontano il mare a chi sta a terra e non solo a chi naviga e il mare già lo conosce molto bene. Credo che la Lega Navale Italiana propaghi molto bene il verbo del mare. Dal mare possiamo tutti imparare qualche cosa anche perchè ha sempre qualche cosa da insegnarci”.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti