La Duecento: La corte d’appello FIV cambia la classifica


La Duecento 2021 del Circolo Nautico Santa Margherita di Caorle si è disputata dal 30 aprile al 2 maggio, in condizioni meteo-marine impegnative, tanto che il Comitato di Regata di concerto con il Comitato Organizzatore, aveva adottato un accorciamento del percorso.

Le classifiche pubblicate al termine dell’evento, tenevano conto di una penalità del 20% della posizione in classifica inflitta a 26 imbarcazioni che avevano infranto le regole previste dalle Istruzioni di regata al punto 6.3 e dal comunicato nr. 4, RRS 56.2, relative all’attraversamento dell’area di separazione del traffico tra la costa istriana e quella italiana.

Contro tale decisione del Comitato delle Proteste, un concorrente ha presentato ricorso alla Corte d’Appello Fiv, che a tempi di record ha emesso il suo giudizio.

Oltre a respingere la richiesta di riparazione di Ita 149 (QQ7), la Giuria d’Appello ha stabilito di aumentare la penalità della posizione in classifica al 40% per tutte e 26 le imbarcazioni protestate.

 

Le nuove classifiche non intaccano i risultati Overall, in quanto le imbarcazioni ai vertici non sono state oggetto di penalizzazione da parte del CdP.

La vittoria assoluta de La Duecento 2021 nella categoria ORC XTutti resta saldamente nelle mani di Wanderlust, Comet 45 di Furio Gelletti, seguito da Isla Bonita III di Luigi Panozzo e Cattiva Compagnia di Marco Ziliotto, rispettivamente secondo e terzo.

Nella categoria ORC X2 anche Massimo Juris e Pietro Luciani con il loro X37 Gecko mantengono la vittoria assoluta, seguiti da Hauraki di Mauro e Giovanni Trevisan e da Tokio di Massimo Minozzi con Andrea Da Re.

Nelle classi ORC XTutti A, B, C e Gran Crociera e nella ORC X2 C, D e 650MT cambiano i risultati, come pure nell’Overall in cui i penalizzati scendono di diverse posizioni.

 

“Alla luce della decisione della Giuria d’Appello Fiv era doveroso da parte nostra pubblicare celermente le nuove classifiche” dichiara Gian Alberto Marcorin Presidente del Circolo Nautico Santa Margherita “Siamo grati al Comitato di Regata e delle Proteste per il lavoro svolto e siamo sicuri che malgrado un po’ di delusione anche i concorrenti saranno d’accordo con la trasparenza e la correttezza dell’agire di tutti gli organi coinvolti, nel rispetto delle regole e della marineria.”

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti