America’s Cup: American Magic propone un protocollo alternativo

A sorpresa il New York Yacht Club, sodalizio di appartenenza del sindacato di American Magic, ha lanciato una propria sfida al Royal New Zealand Yacht Squadron in vista della prossima edizione dell’America’s Cup, di fatto non riconoscendo il ruolo di Challenger of Record già assunto dal Royal Yacht Squadron e da INEOS Team UK.

L’iniziativa è stata presa dagli americani in quanto – secondo le parole del numero uno del NYYC – avrebbero “serie preoccupazioni sul futuro dell’evento, auspicando una sfida con più partecipanti nel 2024″. Evidentemente i rumors che anche Velaveneta.it aveva anticipato qualche settimana fa a riguardo di una possibile sfida a due già nel 2022, in America starebbero continuando a farsi sempre più insistenti.

Nel proprio protocollo il New York Yacht Club avrebbe proposto la sfida alla coppa ogni tre anni, preceduta da pre eventi, con le prossime quattro edizioni che verrebbero organizzate nei 4 paesi che hanno preso parte all’edizione numero 36 della Coppa: Nel 2024 in Nuova Zelanda, nel 2027 in Italia, nel 2030 in UK e nel 2033 in USA.

Sarebbe inoltre confermata la regola della nazionalità, così come l’AC 75 resterebbe la barca del prossimo futuro.

Un caposaldo sarebbe infine la creazione di una autorità in grado di assicurare continuità e stabilità all’evento per le prossime quattro edizioni, oltre a favorire la partecipazione di nuovi team.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti