Altre tre regate al Mondiale dei windsurf olimpici RS:X a Cadice.

RS:X MASCHILE – Il superfavorito olandese Kiran Badloe, doppio iridato ed europeo in carica, allunga in testa con un’altra giornata da leader (3-1-2), ma alle sue spalle svetta alla grande l’azzurro Mattia Camboni (Fiamme Azzurre), con tre prove di spessore iridato (2-4-6) ed è secondo a 9 punti dal vertice. Buona visione del campo di regata e ottima velocità sono state le armi del surfista di Civitavecchia. A pari punti il terzo è l’israeliano Yoav Cohen (1-3-3).

Gli altri grandi protagonisti inseguono: quarto il greco Byron Kokkalanis (5° a Rio 2016), quinto il polacco Piotr Myszka (4° a Rio 2016) e settimo il francese Pierre Le Coq (medaglia di bronzo a Rio 2016).

Dopo due giorni e sei regate è entrato nel calcolo del punteggio lo scarto del peggior risultato. Per Mattia Camboni è il 21° della prima prova, ma quasi tutti nella top-10 della classifica hanno uno scarto piuttosto alto. Mondiale bello e interessante, subito entrato nel vivo. La classifica indica chiaramente dopo sei prove plananti che Camboni è molto competitivo in una condizione che di solito non era la sua, una dimostrazione di ulteriore crescita e maturità che lo rende tra gli atleti più completi della flotta.
L’altro azzurro Carlo Ciabatti (Windsurfing Club Cagliari) è 33° in generale, la sua giornata era iniziata con un 21° posto, ma a causa di un malessere ha dovuto rinunciare alle due manche successive. Angelo Lilla, atleta “senior” del CV Torbole, è al 39° posto (36-37-DNC).

RS:X FEMMINILE – Continua la sua corsa in testa l’iridata in carica Lilian De Geus (4-1-2 di giornata), alle sue spalle sale la temibile israeliana Katy Spychakov (3-5-1) mentre resta terza la polacca Zofia Klepacka (1-10-3), che relega al quarto posto la francese Charline Picon (oro di Rio 2016) (7-2-4).
Le azzurre crescono ed entrano entrambe nella top-10: Marta Maggetti (Fiamme Gialle) sale all’8° posto con tre prove di vertice (5-7-5), e Giorgia Speciale (CC Aniene) al 10° (8-6-11). Il Mondiale intanto perde una protagonista annunciata, la spagnola Blanca Manchon, che aveva iniziato alla grande (3-1 nelle prime due regate) ma poi è stata costretta al ritiro per problemi fisici.

Il calendario del Mondiale – che rispetta tutti i protocolli di sicurezza e le misure di prevenzione contro il Covid – prevede ancora tre regate al giorno lunedi 26 e altre prove martedi 27, per definire la griglia di partenza delle Medal Race tra i migliori 10 delle due classifiche, che nella stessa giornata assegneranno quelli che saranno gli ultimi podi iridati del windsurf RS:X che non sarà più olimpico dopo Tokyo.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti