Il 2020 del Circolo Nautico Chioggia

In un anno particolare, non sono comunque mancate le soddisfazioni

Il 2020 del Circolo Nautico Chioggia doveva essere un anno impegnativo dal punto di vista organizzativo. Ad attendere il sodalizio chioggiotto il calendario presentava un Campionato Adriatico Snipe ritornato dopo parecchi anni al rango di Regata Nazionale e una Selezione Zonale Optimist, quella su due giorni, quindi la più decisiva ai fini della qualificazione ai Campionati Nazionali Giovanili.

Oltre a questi appuntamenti principali il calendario del CNC prevedeva l’usuale serie di appuntamenti ormai tradizionali per la Classe Dinghy, la Classe Laser e la Classe Meteor più tutte le veleggiate dell’Open, un calendario che ormai da 9 anni va a confluire, alla fine di settembre, nel sempre più “sentito” appuntamento di Chioggiavela.

Inutile dire che, come per tutte le altre associazioni sportive di qualsiasi sport, la prima parte del 2020 è stata si impegnativa ma per tutt’altre ragioni, l’emergenza sanitaria ha dapprima rallentato la ripresa della stagione sportiva dopo la pausa invernale per arrivare poi, in pieno lockdown, alla chiusura totale della sede e dell’attività, solo verso maggio c’è stata una prima timida ripresa con le attività di allenamento delle squadre agonistiche, ma nello stesso periodo abbiamo dovuto cominciare ad annullare i primi appuntamenti di calendario, sono così “saltate” una dopo l’altra, a maggio la Regata di Apertura (Trofeo Apertura, Trofeo Pali e Trofeo Leno) e il 20° Campionato Adriatico Meteor, a giugno la regata costiera della 55^ edizione della Quattro Bordi in Adriatico – Trofeo della Pila e la 63^ edizione del Campionato Adriatico Snipe come detto nel 2020 assunto al rango di Regata Nazionale.

Regate e veleggiate hanno potuto riprendere nel mese di luglio, ma con una riformulazione dei calendari zonali tesa a salvaguardare soprattutto l’attività giovanile così da rendere possibili le selezioni per i Campionati Giovanili nel frattempo divisi e spostati su più sedi; CNC ha così “perso” la Selezione Optimist coincidente con il Trofeo Adalberto Voltolina e la Zonale Laser di agosto con le attività delle due classi raggruppate al Lido di Venezia, Optimist, e Lago di Santa Croce, Laser, al fine di ridurre gli spostamenti e concentrare l’attività nei circoli con spazi aperti più ampi.

Solo dalla metà di luglio l’attività si è in qualche modo “normalizzata” anche se la rincorsa delle varie Classi al recupero dei Campionati Nazionali ha inevitabilmente finito con il creare delle sovrapposizioni e per quanto riguarda CNC ha portato all’annullo anche di Meteordautunno nel primo weekend di ottobre, data scelta dalla Classe per il recupero del Campionato Italiano a Lerici.

In questo scenario oggettivamente un po’ desolante non sono mancate comunque le note positive per il Circolo Nautico Chioggia, la prima riguarda il record di partecipazione alla manifestazione Chioggiavela che si sta sempre più imponendo come un “classico” di fine settembre, la seconda riguarda i numeri di partecipazione alla scuola di vela che nella classifica FIV del 2020 ha raggiunto un onorevole 55° posto a livello nazionale su oltre 500 scuole, 3^ nel Veneto. Due soddisfazioni non da poco in un anno, per altri versi, da dimenticare.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti