Vela Veneta

Il venerdì di Barcolana all’insegna dell’internazionalizzazione

Un venerdì come mai in passato in Barcolana: oltre cinquanta eventi, a terra e in mare, hanno caratterizzato oggi l’antivigilia di Barcolana51 presented by Generali. Una giornata caratterizzata da un omaggio all’Inghilterra, con i festeggiamenti serali per il gruppo di velisti inglesi presenti a Trieste grazie ai gemellaggi della Società Velica di Barcola e Grignano con l’Island Sailing Club e del Royal London Yacht Club con lo Yacht Club Adriaco. I velisti inglesi hanno partecipato, assieme a Francesco Ettorre, Riccardo Bonadeo, David Brunskill, Chicco Isenburg e Bruno Catalan, Dondo Ballanti, Piro Onoranti, Giovanni Sicola, Silvano Kapelj e al decano dei giornalisti d’oltre manica, Bob Fisher, anche alla eccezionale proiezione del documentario sul Fastnet del 1979 realizzato da Franco Pace. Poco prima, e prima delle numerose regate che hanno caratterizzato la giornata, Barcolana e il suo presenting sponsor, Generali, hanno organizzato la prima edizione del Generali Sea Talk, quest’anno dedicato alla Diversity, alla creazione di equipaggi e organizzazioni miste. A parlare del tema, a Palazzo Berlam – il Generali Sea Talk è stato infatti il primo evento organizzato nei nuovi spazi dopo l’inaugurazione – le due veliste testimonial della regata, la cinese Vicky Song e l’inglese Dee Caffari, assieme ad Anna Chiara Lucchini, General Group Head of Leadership Development and Academy di Generali e a Mitja Gialuz. “Quest’anno, per la prima volta – ha dichiarato Gialuz – abbiamo un equipaggio femminile competitivo in Barcolana, che punta alla vittoria. Da velista posso testimoniare che in barca non contano i generi ma solo l’abilità e il merito. Per la prossima edizione il tema del nostro evento, da svolgere lungo tutto l’anno, sarà proprio la Diversity: non vogliamo quote rosa, ma equipaggi dove le persone siano associate ai propri ruoli sulla base del talento e delle capacità, e non del proprio genere. Per ottenere questo risultato, oggi e soprattutto in futuro, dobbiamo tutti lavorare affinché sempre più giovani ragazze regalino e pratichino il nostro sport, un modo per potenziare il ruolo delle donne in tutta la società”. da velista so che in barca non esistono generi. la fiducia del altri si conquista lavorando sodo.”

ISCRITTI – Proseguono a ritmo serrato le iscrizioni in Società Velica di Barcola e Grignano, che alle 18.30 di oggi hanno raggiunto quota 1847 barche iscritte.

IN MARE – Il venerdì di Barcolana ha visto in mare la seconda edizione della Barcolana Invitational – Venezia Giulia Collio Cup, regata dedicata ai circoli del Golfo di Trieste, in senso allargato, che ogni anno portano in Barcolana centinaia e centinaia di velisti. 12 i team al via e pochissimo vento per le tre prove che hanno portato alla qualificazione per la stadium race serale di: Società Velica Oscar Cosulich, Società Velica di Barcola e Grignano, Yacht Club Cupa, Diporto Nautico Sistiana, Società Triestina della Vela, Società Triestina Sport del Mare, TPK Sirena, Società Nutica Pietas Julia, Yacht Club Adriaco e Circolo della Vela Muggia. In serata la stadium race che ha visto la vittoria di Società Triestina della Vela, secondo posto per Yacht Club Adriaco e terza posizione invece per Società Velica Oscar Cosulich.

Articoli relativi

Commenti