Vela Veneta

Primavista Lauria si aggiudica la XV Palermo-Montecarlo

L’ICE 52 Primavista Lauria di Gabriele Bruni e il Maxi Vera di Miguel Galuccio sono i vincitori dei due trofei challenge in palio nella XV edizione della Palermo-Montecarlo, la regata offshore organizzata dal Circolo della Vela Sicilia, con la collaborazione dello Yacht Club de Monaco e dello Yacht Club Costa Smeralda, che si è conclusa ufficialmente oggi con l’arrivo delle ultime barche della flotta.

Il vincitore assoluto di questa emozionante edizione della regata è Primavista Lauria, la barca del Circolo Canottieri Roggero di Lauria con a bordo un equipaggio di altissimo livello allestito da Gabriele Bruni, assente perché impegnato in Giappone con la Nazionale Olimpica nel Test Event di Enoshima (è il coach del catamarano Nacra 17), e dallo skipper Gaetano Figlia di Granara.

A bordo del 52′ Primavista, che si è aggiudicato il Trofeo Angelo Randazzo per la vittoria overall nel gruppo ORC International (il più numeroso della flotta), velisti del calibro di Sandro Montefusco, Matteo Ivaldi, Andrea Caracci e i siciliani Giuseppe Leonardi e Mario Noto, un team di prim’ordine protagonista di una regata tatticamente perfetta.

“È stata una Palermo-Montecarlo difficile, molto calda, ma siamo stati bravi a superare nel miglior modo possibile tutte le insidie del percorso – soprattutto nella parte finale della regata – e a portare a casa il Trofeo Angelo Randazzo, che rappresentava il nostro obiettivo primario”, sono le prime parole dello skipper Granara. “Voglio ringraziare tutti i soci del Circolo Canottieri Roggero di Lauria che ci hanno permesso di partecipare alla Palermo-Montecarlo: speriamo di averli ripagati con questa importante vittoria”.

Vera, un magnifico 82′ con a bordo il leggendario skipper olandese Bouwe Bekking (ben 8 giri del mondo in equipaggio sulle spalle) e l’azzurro di Londra 2012 Michele Regolo, si è invece aggiudicato il Trofeo Giuseppe Tasca d’Almerita come primo scafo sul traguardo di Montecarlo, sabato 24 agosto alle ore 5:13, dopo aver chiuso le quasi 500 miglia del percorso in due giorni, 17 ore e 13 minuti.

“Abbiamo regatato bene e sono felice del risultato”, ha dichiarato l’armatore argentino Miguel Galuccio a fine regata. “Siamo stati bravi sotto molti aspetti, ma quello che ho apprezzato di più è stato vedere l’equipaggio lavorare come una vera squadra. La persona però che merita una menzione speciale è Aksel Maghdal, il nostro navigatore, eccezionale nell’interpretare al meglio le difficili condizioni meteomarine”.

Sul traguardo anche l’ex campione di sci croato Ivica Kostelic a bordo del Class 40 Croatia Full of Life Ola, letteralmente stregato dalla Palermo-Montecarlo (“Una regata bellissima, molto dura per le condizioni affrontate, ma eccezionale: siamo davvero contenti di averla conclusa e faremo di tutto per esserci anche in futuro”, ha dichiarato appena arrivato a Montecarlo), e Zeneha Takesha di Natale Lia, con a bordo i giovani velisti del Circolo della Vela Sicilia.

“E’ stata un’edizione della Palermo-Montecarlo lunga e difficile per il gran caldo e il vento leggero, ma straordinariamente emozionante dal primo all’ultimo miglio”, racconta il Presidente del Circolo della Vela Sicilia Agostino Randazzo. “Complimenti a tutti: a prescindere dal risultato, concludere la Palermo-Montecarlo merita sempre un applauso, che voglio rivolgere anche ai circoli che ci affiancano nell’organizzazione – lo Yacht Club de Monaco per la straordinaria accoglienza all’arrivo e lo Yacht Club Costa Smeralda per la perfetta gestione del gate a Porto Cervo – ai partner che ci sostengono con passione e a tutta la squadra del mio club”.

Gli altri trofei della XV Palermo-Montecarlo, consegnati nel tardo pomeriggio nel corso della premiazione allo Yacht Club de Monaco, sono stati vinti da Melagodo di Massiliano Mencacci (primo ORCi e IRC al gate di Porto Cervo, primo IRCB e ORCiB a Montecarlo), Pegasus di Francesco Conforto (primo IRCx2 sia a Porto Cervo che Montecarlo), Leaps & Bounds di Jean Philippe Blanpain (primo IRCA) e Met White Walwes (primo multicafo MOCRA).

Oltre al Trofeo Randazzo, consegnato al vincitore da Paola e Marina Randazzo, Primavista Lauria si è aggiudicato il successo in ORCiA e il Sicilian Yacht Challenge Emanuele Bruno, mentre il Maxi Vera, oltre ad aver ricevuto il Trofeo Tasca dalle mani di Giuseppe Tasca, ha conquistato anche il successo in IRC overall e per il primo Maxi Yacht sul traguardo. Particolarmente apprezzati dai partecipanti anche i numerosi omaggi messi in palio dai partner della regata Conti Tasca d’Almerita e Premiati Oleifici Barbera, questi ultimi rappresentati a Montecarlo da Giulia Adragna, responsabile del comparto estero dell’azienda (Americhe) e nipote dell’Amministratore Unico Manfredi Barbera.

Da segnalare infine anche l’ottimo risultato ottenuto da Luca Bettiati che a bordo del Figaro 3 Muttley si è classificato primo in ORC X2 e secondo in IRC X2.

Articoli relativi

Commenti