Vela Veneta

Il vento e la pioggia non rovinano la festa dei Dinghy al Lido

Nello scorso weekend per il secondo anno consecutivo il Lido di Venezia e segnatamente, l’Associazione Velica Lido ha ospitato i Dinghy 12′ Classici, per la seconda tappa del XVIII Trofeo del Dinghy 12′ Classico.

Nonostante le pessime previsioni meteomarine 30 timonieri hanno risposto all’irresistibile richiamo della città lagunare e degli amici veneziani.

In mare, la giornata di sabato ha dato filo da torcere a tutti i partecipanti con vento forte e a tratti pioggia. Sono state disputate due prove con vento crescente e qualche bagno fuori stagione. Purtroppo date le avverse condizioni non è stato possibile disputare anche la terza e prudentemente l’ottimo comitato di regata capitanato da Lucia Simionato ha mandato tutti in terra. 

Ha prevalso su tutti il francese Remy Arnaud che per il secondo anno consecutivo si è aggiudicato la regata di Venezia precedendo Stefano Puzzarini che invece si è aggiudicato il Trofeo Challenge intitolato all’indimenticato Ezio Donaggio e riservato al primo timoniere italiano. Terzo classificato Giovanni Boem che ha ottimamente regatato nelle acque di casa.

Last but not least, a Venezia è stato battuto il record di partecipazione femminile alle regate dei Dinghy 12′ Classici. Ben 4 timoniere di tre nazionalità diverse si sono battute con grinta tra i marosi. Tra tutte ha prevalso la palermitana Paola Randazzo.

Niente da fare nella giornata di domenica con bora molto forte e pioggia battente che ha ben inzuppato tutti i dinghisti.

Articoli relativi

Commenti