A Torri del Benaco Trofeo Arca Vita “Memorial Gianni Bottacini”

Sabato mattina sono 18 le imbarcazioni che si presentano a perfezionare le regate presso la sede dello Yachting Club Torri. L’accoglienza al nutrito gruppo degli equipaggi, oltre all’iscrizione gratuita all’evento, è stata sugellata dall’organizzazione con la consegna di gadget, Polo ricordo della manifestazione della ditta Brugi e omaggi come il noto prodotto multifunzione WD-40, oltre alla pausa caffè con Nespresso.

La compagnia Arca Vita Assicurazioni, con sede a Verona che occupa oltre 340 dipendenti, ha accolto l’invito di essere partner dell’evento, e ha permesso di offrire la partecipazione gratuita alla regata e agli eventi collaterali.
Le chiacchiere sui pontili guardando Sud in attesa dell’Ora fanno giungere l’orario in cui la barca del comitato di regata si dirige verso il campo di regata. Sono le ore 12:00 e i primi refoli fanno ben sperare.

La prima prova parte dopo circa un’ora, la partenza è magnifica con 18 equipaggi che seppur su armi diversi, gareggiando con il sistema Orc, sanno da subito che la cosa più importante è far correre la propria imbarcazione. Oggi la sfida oltre che sull’avversario è contro il cronometro.
La prova è vinta, calcolando il compenso, al Mumm 30 La Fenice IV di Azzi Alberto seguito dal Protagonist Mister Max che oltre a vincere nella classe Protagonist vincerà, al termine delle 6 prove, anche il Trofeo Arca Vita riservato all’imbarcazione prima assoluta nella Classifica Orc.

Il vento da Sud, pur in un pomeriggio caldissimo, mantiene la sua intensità permettendo lo svolgimento di altre due prove a completamento del programma della prima giornata. Le successive prove, in un campo di regata che predilige il bordo a terra, premiano ancora il Mumm 30 La Fenice IV e Mister Max. Molti tornano a terra con qualche dubbio. L’entusiasmante esperimento del far gareggiare diversi monotipi in Orc regala un post regata ricco di
teorie, ipotesi e consigli.

Alla sera gli equipaggi si ritrovano presso la sede dello Yachting Club Torri per una cena ben organizzata con gli amici dello Sci Club Drago e i prodotti fornita da Aia e la cantina Valpantena che, nella manifestazione, hanno dato il loro importante contributo consentendo al circolo organizzatore di offrire anche tale servizio agli equipaggi.

La domenica le regate sono organizzate per le ore 12:00. La classifica provvisoria vede in testa il Mumm 30 La fenice IV seguito dal Surprise Speedy di Bruno Bottacini, organizzatore dell’evento, a pari punti con
il Protagonist Mamanito. Si attende l’ora che giunge leggermente più forte del sabato pomeriggio. Subito la prima prova, sotto le telecamere instllate a bordo si alcune imbarcazioni, vede l’acuto di Pietro Sartori su Speedy che sfruttando una seconda bolina “sulla veronese” riesce a chiudere le prova al primo posto seguito da Mister Max, costante e preciso nei
risultati per tutto il week end. La prova solta fa entrare ovviamente lo scarto con una mezza rivoluzione nella classifica generale, molto “appesantita” dai tanti Ocs.

Le due prove successive, con una ora leggermente in calo, vedono le imbarcazioni Protagonist sempre nei primi posti. Vince la quinta regata ancora Mister Max che a quel punto, scartato l’OCS della seconda prova, diventa leader della generale. La quinta si chiude quindi con il secondo posto di Yerba del Diablo e il terzo posto Mazzarol e Leardini
sul First8 Phragmites.

Nell’ultima prova tutti i giochi sono ancora aperti. Il bando di regata prevede che quest’ultima prova valga doppio in modo a lasciare aperti i giochi fino alla fine. Sale nuovamente di intensità l’ORA, la partenza è tirata, Speedy rimane incastrato sotto le vele di Graffio e con una serie di virate riesce a trovare aria libera soltanto nella seconda metà della bolina. Intanto Mister Max e Delirium condotto da Valerio Pighi sfruttano la sinistra del campo di regata. Già alla prima
prova si iniziano a fare i calcoli per ipotizzare la classifica generale, ma la battaglia con le imbarcazioni così vicini rende
difficile l’interpretazione. In questo tipo di regata la differenza la può fare anche il singolo istante. Forse l’ultima prova è veramente quella più esaltante e aperta del weekend. In conclusione la vince Mister Max, seguito dal Surprise Speedy che riesce in un fantastico recupero nei salti di vento del centro del campo e conclude il podio della prova il First8 Delirium. Tre imbarcazioni diverse nei primi 3 posti tutte molto vicine: la formula funziona.

La classifica generale ORC sancisce quindi la vittoria del Trofeo Arca Vita di Mister Max che fa incetta di premi e risultati guadagnandosi anche il premio ONE SAILS riservato al primo classificato del Monotipo con il maggior numero di imbarcazioni partenti. Segue nella generale il Surprise Speedy di Bruno Bottacini, timonato da Pietro Sartori e
conclude il podio Yerba del Diablo, ottimo quarto iln classifica generale Coriandoli di Berti, storico armatore tra i Surprise.

Bruno Bottacini ha l’onore di vincere il trofeo perpetuo Trofeo Gianni Bottaccini creato proprio in ricordo del papà, e riservato al monotipo Surprise.

La premiazione nella splendida cornice dei portici dell’Hotel Gardesana di Torri del Benaco, davanti ai regatanti, amici e turisti incuriositi, è il giusto finale di due giorni esaltanti di regata e di festa organizzati dallo Yachting Club Torri e da Bruno Bottacini per ricordare il padre Gianni.
A consegnare i premi oltre al neo Sindaco di Torri, la direttrice delle risorse umane del Gruppo Arca Vita.

Dalla classifica generale, stilata come previsto da bando in ORC time to time, sono stati estrapolati e premiati anche i vincitori delle diverse classi partecipanti. La manifestazione è stata incentivata anche dalla XIV zona FIV per sviluppare il sistema di regata ORC che consente ai monotipi di regatare tutti assieme sfruttando la compensazione dei tempi. I bellissimi trofei di Egidio Premiazioni di Salò sono quindi stati assegnati alle seguenti imbarcazioni:

Classe Protagonist:
1. Mister Max timonata da Alberto Bonatti
2. Yerba del Diablo – Andrea Barzagli
3. Geronimo – Giovanni Panzera
Classe First 8:
1. Lea – Vittorio Maselli
2. Delirium – Valerio Pighi
Classe Surprise:
1. Speedy – Pietro Sartori
2. Coriandoli – Giovanni Berti

Classe Dolphin:
1) Peler – Marco Dall’Oglio

Classe Orc – non monotipo
1) Aurora – Valli / Vemagi

La CLASSIFICA ASSOLUTA ORC :
1) Mister Max timonata da Alberto Bonatti
2) Speedy – Pietro Sartori
3) Yerba del Diablo – Andrea Barzagli
4) Coriandoli – Giovanni Berti

Lascia un commento