Per Ingemar anticipare le esigenze dei mercati è una vocazione

Secondo gli ultimi dati e i segnali del mercato la nautica italiana pare aver finalmente superato i suoi anni più difficili, durante i quali le strategie produttive e gli investimenti in Risorse & Sviluppo messi in campo da Ingemar ne hanno consolidato la leadership in Italia, rafforzato la presenza nell’area del Mediterraneo e ampliato gli orizzonti commerciali, spesso in aree geografiche emergenti e in rapida trasformazione. 

Tralasciando i recentissimi ed inaspettati stravolgimenti globali dei costi per materie prime ed energia, nel 2022 il Gruppo di Casale ha portato a termine molti progetti sfidanti e ricchi di soddisfazioni, ma soprattutto ha utilizzato la sua vasta linea di prodotti per realizzare una molteplicità di interventi studiati ad-hoc per risolvere le specifiche esigenze di settori molto ‘distanti’ fra loro: dalle trasformazioni dei marina turistici per adeguarli alle crescenti dimensioni delle imbarcazioni, agli approdi speciali per il comparto del commercio ittico e per le aziende di servizi, fino al supporto per la realizzazione dei principali Saloni nautici italiani. 

A conferma delle peculiarità di ciascuna installazione e delle variegate potenzialità dalle soluzioni modulari galleggianti, ecco una panoramica sui lavori più recenti in funzione delle loro diverse destinazioni d’uso:
DIPORTO NAUTICO Ingemar è specializzata nella costruzione e posa in opera delle attrezzature e degli impianti necessari ad assicurare le migliori condizioni all’esercizio del diporto nautico con una vasta gamma di prodotti che comprende: pontili galleggianti , finger e aste di ormeggio, moli galleggianti, banchine e pontili fissi , frangionde galleggianti, fino agli impianti e agli accessori.

Slovenia Al Marina di Izola sono stati creati 160 nuovi posti barca riservati per residenti e diportisti, posizionati su 3 pennelli galleggianti collegati alla banchina con un lungo pontile di servizio. I quasi 500m lineari di nuovi approdi sono stati realizzati con moduli galleggianti di larghezze diverse, tutti dotati di struttura in acciaio, unità galleggianti con nucleo in calcestruzzo e piani di calpestio in legnami pregiati. Il pontile di servizio è vincolato al fondale con pali infissi e cursori di scorrimento mentre i pennelli trasversali sono ancorati con un sistema di catene e corpi morti.

Nigeria Sulle coste atlantiche di Lagos, quarta città più popolosa al mondo, sta progredendo l’avveniristico progetto “Aquamarine Boat Club” che affianca lo sviluppo nautico dei canali cittadini agli investimenti immobiliari. I pontili e i finger, in acciaio e con galleggianti in polietilene dalle diverse dimensioni sono stati realizzati in Italia, trasportati in container via mare e quindi assemblati ed installati da partner locali.

MaltaLa Valletta, Kalkara Marina Co. Ltd ha rinnovato gli ormeggi della base nautica del cantiere sostituendo le vecchie strutture galleggianti con nuovi robusti moduli progettati per contrastare l’esposizione al moto ondoso che agita il Creek in alcuni periodi dell’anno. Le nuove installazioni seguono quelle ormai collaudate con successo di Marina Valletta e comprendono un lungo pontile in acciaio zincato e verniciato con galleggianti in polietilene.

Piombino (LI)  Marina Arcipelago Toscano Uno stupefacente progetto che riporterà alla città un’importante porzione costiera di territorio ora dismessa e degradata con la realizzazione di un nuovo marina che sorgerà sulle ceneri della vecchia industria siderurgiche e che a lavori finiti ospiterà 654 imbarcazioni da 8 e 20m di lunghezza.A fronte di una contesa gara internazionale, Ingemar ha avuto l’incarico di realizzare e installare tutte le strutture galleggianti. Tutti i pontili e i finger sono in lega d’alluminio rinforzata della serie Heavy Duty, con galleggianti inaffondabili in calcestruzzo e polistirene e piani di calpestio con doghe di legno esotico pregiato. Sono già ultimati i lavori del primo lotto: dragaggio, posa dei moli di protezione, installazione del molo di spina, dei pontili e dei finger nel lato Est del porto, che saranno operativi dalla prossima primavera. 

Jesolo (VE) Dopo i grandi lavori di ampliamento delle darsene e l’installazione, nel 2009, dei pennelli galleggianti lungo le nuove banchine il porto turistico di Jesolo disponeva di 650 posti barca che già negli ultimi anni sono risultati insufficienti. Dopo alcuni interventi accessori, come l’installazione di aste di ormeggio su alcuni pontili non ancora dotati di finger, l’ultimo e più importante intervento ha portato all’ottimizzazione dell’uso degli spazi acquei del marina nella zona sud, con la creazione di nuovi ormeggi per barche fino a 15m. Tutti i posti barca sono dotati di finger e dei necessari servizi e l’accesso è garantito da una passerella basculante sostenuta da una piattaforma a sbalzo ancorata alla banchina. 

Albarella (RO) Albarella SpA Per ammodernare il Porto di Albarella la proprietà ha scelto di passare dalle infrastrutture fisse alla tecnologia di quelle galleggianti, commissionando a Ingemar la realizzazione di 3 nuovi pennelli galleggianti in sostituzione di altrettanti fissi intestati alla banchina nord.Ogni nuovo pennello ha un primo tratto di pontile fisso con piani di calpestio a quota stradale sul quale è incernierata una passerella basculante che poggia sul pontile. I nuovi pennelli della serie King Size ancorati al fondale per mezzo di pali sono larghi 3m e della stessa lunghezza dei pontili fissi che vanno a sostituire. 

Cavallino Tre Porti (VE) Dopo il primo intervento del 2021 continua il riammodernamento del Marina del Cavallino con la sostituzione di un altro pennello fisso con nuove strutture galleggianti e l’aggiunta di nuovi pontili ancorati al fondale con pali e completi di pianerottolo di accesso e passerella galleggiante.

STRUTTURE SPECIALI Le capacità tecniche e la diversificazione produttiva hanno consentito al Gruppo di affrontare negli anni le problematiche specifiche di molte realizzazioni destinate al tempo libero e alle esposizioni nautiche, con: piattaforme per centri servizi, palcoscenici galleggianti, ristoranti galleggianti, piattaforme per la balneazione e spazi espositivi sull’acqua.

Svizzera Un approdo galleggiante lacustre realizzato nell’area verde del resort Albergo Castello del Sole di Ascona e destinato alla clientela in arrivo da Locarno via acqua. Il progetto comprende una struttura galleggiante ancorata a pali infissi nel fondale; l’accesso alla piccola darsena è reso possibile da una passerella “autolivellante” che rende fruibile l’approdo in tutte le condizioni di livello del lago Maggiore. 

Montenegro In prossimità dell’ingresso delle Bocche di Cattaro, al servizio del grandioso insediamento di Lustiça Bay, Ingemar ha realizzato un’originale piattaforma galleggiante stagionale per i bagnanti completa di passerella di collegamento alla spiaggia. La struttura è stata interamente assemblata con un’innovativa tipologia di moduli galleggianti in polietilene rotazionale prodotti in Grecia e commercializzati dal Gruppo di Casale che, diversamente da quelli già esitenti, sono dotati di un nucleo in polisitrolo espanso che li rende inaffondabili e di particolari collegamenti ad incastro che ne migliorano galleggiamento e stabilità.

Genova Il Salone più prestigioso della nautica italiana modifica il proprio lay-out per integrarsi al colossale progetto di ammodernamento del waterfront di Genova e aumentare ed ottimizzare la disponibilità di posti barca del Marina Fiera durante tutto l’anno. Ingemar ha preso parte alla 62° edizione del Salone nella veste di Partner Tecnico, assicurando il proprio contributo di progettualità, professionalità e infrastrutture per la miglior riuscita dell’evento. 

Palermo Un nuovo approdo per piccole unità veloci della Guardia di Finanza, realizzato con cubi modulari in polietilene rotazionale secondo le specifiche di gara ed ancorato con sistema di elastici a corpi morti in calcestruzzo. Per completare l’opera Ingemar ha avviato una nuova collaborazione con gli importatori per l’Italia di Candock e Hazelett Marine.

Cagliari Nell’ambito del nuovo programma di riqualificazione del bacino portuale di Cagliari ed in seguito ad una gara d’appalto indetta dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegnaper la realizzazione di nuovi ormeggi per il molo di Bonaria, Ingemar ha ripristinato una serie di frangionde galleggianti esistenti (già di sua produzione) integrandoli con 8 nuovi moduli in calcestruzzo da 30t ciascuno, per un nuovo fronte di protezione dal moto ondoso lungo 120m. completato da un’adeguato sistema di accesso e da solidi ancoraggi al fondale. 

INDUSTRIA E TRASPORTI Sono diversi i settori nei quali Ingemar ha saputo fornire una valida alternativa galleggiante alle tradizionali strutture fisse con soluzioni progettate su misura per le specifiche esigenze, quali ad esempio: stazioni di pompaggio , pontoni porta elettrodi , barriere galleggianti, pontoni per carico e scarico merci, moli per mezzi della Marina Militare , approdi speciali per la Guardia Costiera, pontili per i mezzi di stato e moli per rimorchiatori.

Marocco Le capacità ingegneristiche del Gruppo hanno conseguito un importante incarico da parte di un grande contractor internazionale che ha affidato a Ingemar la progettazione esecutiva di una serie di grandi strutture gallegganti per l’ormeggio di mezzi di lavoro nel nuovo porto commerciale di Laayoun, nel sud del Marocco. I moduli, ciascuno delle dimensioni di 30x8m e del peso di 450t, saranno costruiti in sito mentre alcune forniture strategiche saranno spedite via mare dallo stabilimento di Casale sul Sile.

VeneziaVenezia Terminal Passeggeri S.p.A. Marittima VTP, che gestisce il traffico passeggeri del teminal croceristico di Venezia, per adeguare la nuova logistica alla gestione dei turisti con le navi ormeggiate a Marghera e le strutture per il loro ricevimento a terra in Marittima a Venezia, ha commissionato ad Ingemar la realizzazione di due nuovi approdi per permettere imbarco e sbarco dei croceristi trasportati a mezzo di grandi battelli per il tragitto Marghera-Venezia e ritorno. I due moli galleggianti sono accessibili da passerelle basculanti incernierate a un pianerottolo a sbalzo ancorato con travi in banchina e dotati di parapetti, bitte, parabordi e bottazzi d’accosto.

COMPARTO ITTICO Le flottiglie pescherecce devono disporre di strutture dedicate ed adeguate, per portanza e capacità di carico/scarico, alle dimensioni spesso importanti delle imbarcazioni, ecco quindi una linea di: pontili heavy-duty studiati per le attività legate al commercio ittico, barriere galleggianti di protezione, attracchi speciali e accessi e passerelle galleggianti dedicati.

Slovenia E’ stato da poco installato nel porto di Izola un nuovo approdo galleggiante destinato alla flottiglia peschereccia locale, costituito da diversi pontili di ormeggio in acciaio, galleggianti in calcestruzzo e finitura in legno.

Oman A Duqm, nel Sud del Paese, Ingemar ha contribuito alla messa in funzione di un grande porto peschereccio con una serie di approdi in cemento armato , del tipo heavy duty , progettati per l’utilizzo da parte di imbarcazioni professionali. A Darsait Port invece, qualche decina di chilometri a sud di Muscat, sono stati installati due nuovi moli galleggianti per la flotta peschereccia locale. 

India Il continente indiano è caratterizzato dalla presenza di una ricchissima rete di acque interne e di una nutrita flotta peschereccia. In relazione a queste specifiche caratteristiche ed al rapido sviluppo del Paese, Ingemar è al momento impegnata nella progettazione delle strutture galleggianti All-Concrete per il nuovo porto peschereccio di Umarsadi nello stato di Gujarat.L’Ingegner Lorenzo Isalberti ha sottolineato una buona ripresa delle attività in Italia e all’estero grazie alla ripartenza di molti progetti fermati dal Covid e alla forte ripresa del mercato nautico, in particolare quello delle grandi imbarcazioni, ma anche dalla necessità di intervenire sulle strutture esistenti, in parte obsolete o bisognose di essere adattate alle nuove esigenze di mercati, sempre più attenti al comfort e alla sicurezza dei propri ospiti. – Ciò che poi ci fa ben sperare per il prossimo futuro anche alla luce dei recenti accadimenti – ha proseguito il fondatore e presidente di Ingemar – è che appare ormai abbastanza evidente a chiunque che la nautica rappresenterà sempre più un momento di svago, rispettoso dei distanziamenti e in un ambiente incredibilmente vasto e pressoché incontaminato. -Da oltre 40 anni Ingemar produce e pone in opera in Italia e all’estero pontili e frangionde galleggianti ed è oggi fra le pochissime aziende del settore con propria autonomia di produzione; ciò le consente di applicare al suo interno le attività di Ricerca & Sviluppo necessarie per anticipare le esigenze del mercato. La certificazione ISO 9001 per la progettazione, la costruzione e l’installazione dei manufatti testimonia la serietà e l’impegno costante dell’Azienda e si aggiunge alla certificazione SOA  nella categoria “Opere Marittime” con classifica VIII, che consente alla società di partecipare ad appalti pubblici per importi illimitati. Sede a Milano, dove è stata fondata nel 1979 e direzione, amministrazione, ufficio tecnico e produzione a Casale sul Sile in provincia di Treviso: il Gruppo Ingemar comprende oggi la società madre Ingemar per la progettazione, l’ingegneria marittima e l’assistenza e la “sister-company” Inge.R.E che gestisce le iniziative immobiliari del Gruppo. Fb: IngemarGroup – Ig: ingemar_1979

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti