Sicurezza navigazione interna: Infrastrutture Venete si dota di un macchinario per rimozione di alghe e erbe acquatiche

“Con l’acquisto di questo avanzato mezzo nautico Infrastrutture Venete dimostra ancora una volta l’attenzione verso il tema sicurezza, in questo caso specifico rivolta alla navigazione interna e alla manutenzione dei canali navigabili. Negli ultimi anni la proliferazione di alghe e erbe acquatiche nei fiumi e canali interni della Regione, soprattutto nel periodo primaverile–estivo, ha infatti reso difficile e insicura la navigazione. Il fenomeno si è acuito nel periodo centrale della pandemia, quando le aste navigabili sono di fatto rimaste vuote. Ringrazio quindi Infrastrutture Venete per aver risposto tempestivamente alle numerose richieste di intervento da parte di comuni e associazioni di categoria, dotandosi di un proprio mezzo d’opera per garantire che la navigabilità avvenga in assoluta sicurezza”.

Con queste parole la Vicepresidente e Assessore alle Infrastrutture e Trasporti della Regione Elisa De Berti commenta l’acquisto, da parte di Infrastrutture Venete, di un mezzo nautico in grado di procedere al taglio ed alla rimozione di alghe ed erbe superficiali ed in profondità, oltre che al recupero di materiali voluminosi e eventuali rifiuti galleggianti che possano creare pericolo per la navigazione.

In questi giorni Infrastrutture Venete sta utilizzando per la prima volta il macchinario sul fiume Lemene, aderendo ad una specifica richiesta del Comune di Portogruaro. Dopo una prima fase di rodaggio, l’obiettivo è quello di proporne l’utilizzo sistematico nei canali di competenza a partire dalla prossima stagione primaverile-estiva, perseguendo sia una maggiore efficienza nella manutenzione dei corsi d’acqua, sia una economicità rispetto al ricorso ad esternalizzazioni del servizio.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti