Esordio positivo al Mondiale Optimist di Bodrum per l’Italia

Buona la prima giornata. “Al mondiale di Bodrum in Turchia la nazionale Optimist esordisce con una prestazione solida, ma non c’è né modo né tempo – dice coach Marcello Meringolo – di godersi un risultato incoraggiante, perché il ritmo è serrato, e il vento a salti, meno forte del previsto salvo oggi per la batteria Verde, mette tutti alla prova”.

In testa nella classifica dopo due prove sulle dodici in programma per il titolo individuale c’è lo svedese Malcom Dahlberg, il miglior azzurro è Francesco Carrieri  (Circolo Vela Bari) attualmente al quarto posto (oggi 6-1), seguito inquinta posizione da Niccolò Pulito (Tognazzi Marine Village) oggi 5-2 a pari punti con Carrieri. Ventesimo posto per Giuseppe Montesano (Sirena CNT), 8-7 di giornata, e trentatreesimo per Mattia Di Martino (Società Velica di Barcola Grignano), che ha esorcizzato il vento forte con 12-10. Chiude la spedizione italiana Alberto Avanzini (Centro Nautico Bardolino), ottantasettesimo (12-37) e per tutti, dopo una serata di riposo, si tratta di “elaborare e proseguire”, come dice coach Meringolo.

La prima giornata ha girato bene – conclude Marcello Meringolo – ma non c’è tempo di godersi il risultato, il campionato è lungo, impegnativo, e già domani bisogna continuare a dare risposte concrete per migliorare ancora e tenere il ritmo. Il campo di regata è difficile: soprattutto la prima bolina vede vento molto variabile per intensità e direzione, a causa delle interferenze della costa”.

Domani si torna in acqua per altre due prove sulle dodici totali: la fase a batteria termina dopo la sesta prova, prima delle due giornate – il fine settimana – dedicate al campionato a squadre.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti