J/70 Cup: A Rimini domina White Hawk, vincitore Overall e Corinthian

Quello che si era presentato come un weekend avaro di vento, ha fatto ricredere gli oltre centotrenta velisti giunti a Rimini per partecipare alla terza frazione della J/70 Cup, circuito Italiano ma dallo spirito internazionale, organizzato da J/70 Italian Class. E in effetti, il fine settimana di regate romagnole si chiude con una serie completa di otto prove, il massimo previsto dal regolamento, disputate in condizioni che hanno variato dalla brezza leggerissima al vento stabile e deciso sui 15 nodi di intensità.

Con condizioni così diverse, in una flotta che ancora una volta si è dimostrata estremamente competitiva ma anche omogenea, l’ingrediente fondamentale per determinare gli equilibri della classifica è stato la costanza: e così, con parziali sempre entro la top ten e un dodicesimo posto scartato come peggior risultato della serie, a conquistare il primo gradino del podio è White Hawk di Gianfranco Noè. Un equipaggio full Corinthian, quello guidato dall’armatore Triestino, che con la costanza dei piazzamenti è riuscito a scalare la classifica fino al primo gradino del podio, dove si lascia alle spalle l’equipaggio “di casa” Yacht Club Rimini guidato da Francesco Farneti e DAS Sailing Team di Alessandro Zampori, autore dell’ultima vittoria della serie romagnola. 

“Avevamo vinto in passato diverse regate nella divisione Corinthian, che è quella che ci rappresenta veramente, essendo noi un gruppo di amici che vanno in barca insieme per condividere la passione per la vela: tuttavia, vincere la prima regata overall è una grande emozione. Durante l’inverno ci siamo allenati a lungo e la preparazione probabilmente ha fatto la differenza in questa regata dalle condizioni variegate” ha commentato a margine delle regate Gianfranco Noè.

Il podio Corinthian vede dunque il già citato White Hawk conquistare la medaglia d’oro, seguito da Aniene Young di Luca Tubaro e Why Not #CAIM di Elisabetta Saccheggiani. 

Durante la cerimonia di premiazione sono stati assegnati, come di consueto, il Garmin Trophy, per la miglior barca nella giornata del sabato, e l’Alphazer EnergyStart Trophy, per chi raggiunge la boa di bolina tra le posizioni di testa nella flotta con più frequenza. Il vincitore della Garmin Cup è stato Five For Fighting di Tommaso De Bellis Vitti, premiato con un nuovissimo Garmin Quatix 7, mentre al Yacht Club Rimini di Francesco Farneti è andato l’Alphazer EnergyStart Trophy.

Il premio della Lega Italiana Vela, assegnato al miglior equipaggio con più del 50% di componenti tesserati presso lo stesso circolo velico, è andata allo Yacht Club Italiano, che si aggiudica così l’iscrizione omaggio al Campionato Italiano J/70 di Riva del Garda e la Wild Card per la finale LIV di ottobre a Rimini.

Lasciato il Marina di Rimini, fervono già i preparativi per il gran finale di stagione organizzato da J/70 Italian Class: si terrà infatti a Riva del Garda, dal 15 al 17 luglio, la quarta frazione del circuito, valida anche come Campionato Italiano assoluto. C’è già fermento nell’aria, per quello che si preannuncia essere il più “affollato” degli eventi di questa stagione, con oltre 50 barche attualmente registrate e ancora un mese per delineare l’entry list definitiva. 

La J/70 Cup 2022 è supportata da Lincoln International, Sail Racing, Alphazer, Garmin, Armare Ropes, Savona Shipyard, Girmi, Resolfin e Serena Wines. J/70 Italian Class è orgogliosa di supportare le iniziative di OneOcean Foundation.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti