Pescatore soccorso nella notte dalla Guardia Costiera a 40 miglia al largo di Chioggia


Alle ore 1:10 circa di oggi 17 maggio 2022, la Sala Operativa della Capitaneria di porto – Guardia costiera di Chioggia ha ricevuto richiesta, per il tramite della stazione radio costiera di Venezia, di evacuazione medica di un marittimo quarantacinquenne colto da malore improvviso a bordo del peschereccio “ISABEL CRISTIAN”, a circa 40 miglia nautiche dal porto di Chioggia in attività di pesca.

Tramite la stazione radio costiera di Venezia, l’unità da pesca é stata messa in contatto con personale medico del Centro Internazionale Radio Medico (CIRM), al fine di valutare le condizioni di salute e fornire indicazioni di primo soccorso sanitario.

Non appena ricevuta la notizia, la Capitaneria di porto – Unità Costiera di Guardia (U.C.G.) di Chioggia, ha disposto l’uscita della dipendente motovedetta SAR CP 826 per il trasbordo e trasporto a terra del malcapitato e allertato il 118, per l’approntamento di autombulanza presso la banchina di piazza Vigo.

La motovedetta MV SAR CP 826 ha intercettato il peschereccio alle ore 2:50 e ha provvedutoall’evacuazione medica (MEDEVAC) del marittimo, nel frattempo già autorizzata dal superiore Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto di Roma – Centro Nazionale di Coordinamento del Soccorso Marittimo (I.M.R.C.C.) su richiesta del C.I.R.M..

Durante il trasporto a terra è stato mantenuta l’assistenza radio medica, per la migliore gestione sanitaria del paziente imbarcato.

Raggiunta la banchina d’ormeggio alle ore 4:20, la motovedetta SAR CP 826 ha affidato il malcapitato alle cure del personale sanitario del 118 per il successivo trasporto del paziente all’ospedale di Chioggia.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti