J/70 Italian Class: Il presidente Federico Siragna presenta le novità della stagione 2022

Il mandato ricevuto dall’assemblea di Classe mi onora particolarmente: grazie al lavoro fatto da chi mi ha preceduto, la J/70 Italian Class è da sempre una delle più numerose a livello internazionale ed esserne presidente è una sfida decisamente stimolante. A due settimane dall’inizio della stagione stiamo mettendo a terra alcune idee sviluppate nel corso dell’inverno e, in questo 2022 che sarà davvero di ripresa, ci aspettiamo di confermarci come punto di riferimento per tutti gli appassionati di questo riuscito monotipo” spiega Federico Siragna, armatore di PP-Alphazer che, da poco più di un mese, è stato eletto presidente della J/70 Italian Class.

Succede a Mauro Roversi, armatore del vincitore assoluto della J/70 Cup J-Curve, il cui mandato, iniziato nel 2019, è giunto a termine lo scorso febbraio. Con Siragna sono entrati nel board Massimo Rama (Jeniale-Eurosyetem) e Paolo Acinapura (Acina Sailing Team), subentrati a Vittorio Di Mauro (Plan B), già presidente prima di Roversi, e Federico Leproux (Alice).

Dati i numeri, l’attività dei J/70 in Italia non si ferma praticamente mai: allo stato attuale sono almeno quattro le flotte attive e durante il periodo invernale non passa week end senza che da qualche parte ci fosse un allenamento congiunto, o comunque qualche team intento a tirare bordi. Uno degli obiettivi è riuscire a ottimizzare queste attività, proponendo e pianificando una serie di attività congiunte, come ad esempio dei clinic, utili per aumentare il livello medio dei competitors, tenere alta l’attenzione sulla Classe anche nei periodi di maggior scarico e cementare i rapporti tra le varie anime che la compongono – continua Siragna che, in merito ai programmi del 2022 aggiunge – La qualità del lavoro svolto negli anni passati e l’appeal del quale godiamo ci ha permesso di rinnovare le partnership con realtà come Lincoln International, che sarà nuovamente sui masconi della flotta, e con Garmin, che quest’anno celebrerà anche il vincitore assoluto della Garmin Cup, la speciale classifica basata solo sui risultati del sabato“.

Tar le novità più particolari e interessanti della stagione, va segnalato l’Alphazer Trophy EnergyStart, un trofeo destinato a premiare il miglior interprete del pre-partenza: “Sono entusiasta del fatto che la sinergia con Alphazer, tra i leader nella produzione di integratori alimentari, abbia trovato una nuova interessante identità: riconoscendo punti ai cinque team che per primi doppieranno la prima boa al vento di ogni prova, l’Alphazer Trophy EnergyStart restituirà una classifica, di tappa e overall, che identificherà il top starter della flotta. Una regata nella regata che animerà ulteriormente il confronto tra le boe“.

Guardando invece più avanti, siamo lavorando a una collaborazione con il Festival del Cinema di Venezia: l’obiettivo è quello di organizzare, contestualmente alla rassegna cinematografica, un evento di match race che veda al timone dei nostri J/70, i cui equipaggi saranno composti da associati, i migliori interpreti della specialità. Altro focus prioritario riguarda l’Europeo 2024 che la Classe Internazionale ha deciso di assegnare a Punta Ala: visto il prestigio delle altre candidature siamo onorati che la nostra proposta abbia prevalso. Puntiamo ad un evento in linea con gli altri main event organizzati nelle passate stagioni che sono ancora nell’immaginario di chi vi ha preso parte” conclude Federico Siragna.

Ricordiamo che la J/70 Cup 2022 partirà da Punta Ala (22-24 aprile), dove lo scorso anno Claudia Rossi e Petite Terrible-Adria Ferries vinsero il Campionato Italiano mentre J-Curve di Mauro Roversi faceva suo il circuito, per poi muovere verso Alassio (20-22 maggio), Rimini (17-19 giugno) e Riva del Garda (15-17 luglio).

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti