Con la prima sessione di training il NARC inaugura la stagione 2022

Con il primo dei tre fine settimana dedicati ai NARC (North Adriatic Rating Circuit) training si è ufficialmente aperta la stagione della vela ORC in Alto Adriatico.

Tra sabato 12 e domenica 13 marzo lo Yacht Club Monfalcone – Home of Hannibal ha chiamato a  raccolta sulle banchine del Marina Monfalcone i primi nove team che hanno voluto iniziare a misurarsi tra partenze (sette in totale nel corso della due giorni) e bastoni in simulazioni di regata (cinque prove in totale), cominciando cosi a verificare ognuno il proprio stato di forma. Tutto ciò in vista del primo vero appuntamento agonistico NARC 2022, fissato con la Regata dei Due Golfi organizzata dallo Yacht Club Lignano dal 23 al 25 aprile.
 
La giornata di sabato, dopo il benvenuto a tutti gli armatori ed equipaggi da parte dello Yacht Club Monfalcone – Home of Hannibal ha visto immediatamente una intensa attività tra le boe: tre partenze e tre bastoni condotti con vento tra gli 8 e 15 nodi di intensità da 240 gradi.
 
Copione simile il giorno successivo con vento tra i 5 e gli 8 nodi da 270 gradi su quello che, a fine agosto, sarà il campo di regata di una delle sfide più attese della stagione, il Campionato Italiano ORC 2022.
 
Tra le novità di questo primo evento NARC l’esordio tra le boe del 25 piedi Ecoracer l’innovativa imbarcazione da regata invelata OneSails e costruita in fibra di lino (riciclabile al 90% a fine vita) che, con un equipaggio di professionisti (al timone Alberto Barovier) ha mosso i primi passi in modalità “regata”; destando ovviamente l’attenzione di tutti su un progetto che promette molto e che, con i colori dello Yacht Club Monfalcone – Home of Hannibal sarà presente nel 2022 sulla linea di partenza del Campionato Italiano nonché del Campionato Europeo Minialtura.
 
Loris Plet (NARC Event Director)– “E’ stato un piacere ritrovare i tanti amici del NARC in questa occasione che vuole porsi come opportunità per tutti i team di testarsi, senza alcuna pressione legata al risultati. Il NARC training  è pensato per rispondere alle esigenze e necessità degli stessi equipaggi. Vero che non tutti spingono al massimo sull’acceleratore in queste fasi e non calano certo gli assi, tuttavia il confronto diretto con quelli che saranno gli avversari in stagione permette, senza ombra di dubbio, di perfezionare, e non di poco, il lavoro di programmazione, allenamento e le scelte che ciascuna barca deve fare sul proprio set up. Desidero sottolineare la qualità di questo format che mira a professionalizzare al massimo tutta la macchina organizzativa di un evento ORC. In questo senso desidero ringraziare gli Ufficiali di Regata David Bartol e Fabio Bassan che, con grande passione, operano sul fronte della crescita e formazione delle risorse del futuro nell’ambito dei Comitati di Regata; laddove il NARC training serve non solo ai regatanti ma a tutte le figure che determinano poi la qualità e il successo di un evento”.
 
Alberto Barovier – “Ho trovato una perfetta organizzazione e accoglienza qui a Monfalcone dove mancavo da molto tempo. Questa del NARC training credo sia una fondamentale occasione per chi vuole preparare al meglio la propria stagione. Un’ottima idea che sta ottenendo la piena soddisfazione di tutti i partecipanti e che per quanto riguarda il mio team vedremo di sfruttare a fondo nell’ottica degli impegni che ci siamo fissati”.
 
Lorenzo Bodini – “Due giornate molto intense e utili per tutti gli equipaggi dopo la pausa invernale. Quella del NARC training è anche l’occasione in cui c’è un gruppo di professionisti messi a disposizione da parte dell’organizzazione a supporto di tutti i partecipanti alle sessioni di allenamento. In questo ambito che simula la regata ma che è molto diverso dalla competizione possiamo trasferire al meglio tutte quelle che sono le nozioni e informazioni relative al set up delle barche, al posizionamento sul campo di regata, alle manovre, alla strumentazione, alle vele e a tutto ciò che contribuisce alla massima performance. Un lavoro nei dettagli che permette di verificare e confrontare soluzioni e di programmare al meglio gli sviluppi della propria imbarcazione da parte di tutti”.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti