Ferragosto di intenso lavoro per la Guardia Costiera di Trieste

Alle 14:00 odierne la sala operativa della Capitaneria di porto di Trieste è stata allertata dal servizio di soccorso 118 per effettuare via mare un intervento sulla costa del Comune di Duino, località Costa dei Barbari, dove una turista aveva accusato un malore sulla spiaggia.

In questi casi, date le difficoltà ed i tempi di intervento via terra, il 118 preferisce effettuare il recupero delle persone infortunate o colpite da malore con i mezzi nautici di Guardia Costiera e Vigili del Fuoco, che possono individuare il luogo dell’emergenza e raggiungerlo via mare molto più rapidamente.

Un medico del servizio 118 è stato pertanto imbarcato presso la Capitaneria di porto di Trieste su un gommone veloce della Guardia Costiera, dove sono imbarcati d’estate, nei giorni festivi, anche due specialisti OPSA della Croce Rossa.

Il mezzo nautico ha raggiunto in pochi minuti la spiaggia di Costa dei Barbari e la turista che aveva manifestato il malore, dopo le prime cure, è stata trasportata via mare nel porticciolo di Sistiana, dove l’attendeva un’ambulanza che la ha trasferita presso l’ospedale di Cattinara.

Nel corso dell’operazione di soccorso era presente anche un mezzo nautico dei Vigili del Fuoco di Trieste.

La giornata di ferragosto, caratterizzata dal forte caldo, ma con condimeteo stabili, ha visto una forte presenza di bagnanti e diportisti in tutte le spiagge e le zone di mare della regione; dieci mezzi nautici della Guardia Costiera e sette pattuglie stanno operando lungo la costa del Friuli Venezia Giulia per garantire le migliori condizioni di sicurezza.

Per ora, oltre il soccorso sopra descritto, sempre nella zona di Costa dei Barbari è in corso l’assistenza, da parte della motovedetta CP 277, ad un’imbarcazione da diporto a vela di 19 metri con cinque persone a bordo, bloccate da un avaria all’impianto elettrico. Uno dei diportisti è stato accompagnato a Monfalcone da un gommone della Guardia Costiera, per organizzare la riparazione dell’avaria o il necessario recupero dell’imbarcazione con un’unità idonea al rimorchio della stessa

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti