Festa del Redentore 2021: la ripartenza, in sicurezza, di Venezia. Da domani prenotazioni online per barche e rive

Dopo la Mostra del Cinema, la Regata Storica dello scorso settembre, il Salone Nautico e la Biennale di Architettura, a pochi giorni dal G20, Venezia si sta preparando per uno dei suoi appuntamenti più attesi da residenti ed ospiti della città: il tradizionale spettacolo pirotecnico della Festa del Redentore, che illuminerà il bacino di San Marco la notte del prossimo sabato 17 luglio.

La macchina organizzativa è attiva da settimane. Come per le altre manifestazioni, il Comune di Venezia, ha avviato un tavolo tecnico con l’AULSS 3 Serenissima e con le forze dell’ordine, coordinate dalla Prefettura di Venezia.

Questa mattina si è riunito il CPOSP (Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica) presieduto dal prefetto Vittorio Zappalorto, nel corso del quale sono state definite e perfezionate le linee guida per l’edizione 2021 del Redentore, con particolare riguardo alle procedure anti Covid-19.

L’invito principale è di seguire lo spettacolo dall’acqua, nella modalità più tradizionale. Sarà necessaria la preventiva prenotazione del natante, la conservazione della lista dei passeggeri per i 14 giorni successivi (per il contact tracing), il mantenimento del distanziamento sociale a bordo, la capienza del natante limitata all’80% in caso di non conviventi. 

Le aree di ormeggio saranno suddivise per tipologia di imbarcazione. Non sarà consentito l’ormeggio “a lai” tra le imbarcazioni se non con adeguati sistemi atti a garantire il distanziamento sociale.

Per chi desiderasse invece seguirlo a terra, dalle rive più vicine al Bacino (Zattere, Piazzetta San Marco, Riva degli Schiavoni, Giudecca), l’accesso sarà con prenotazione obbligatoria ed esibizione del “green pass” (15 giorni dopo la prima vaccinazione o con tampone con esito negativo nelle 48 ore prima). Per facilitare gli ospiti della manifestazione, verranno istituiti dei punti tamponi temporanei in Giudecca e a San Marco, anche con l’utilizzo di un vaporetto ormeggiato in Canal Grande in zona Rialto, e verrà prolungata l’apertura del punto tamponi presso la stazione ferroviaria di Santa Lucia, in collaborazione con Aulss3 Serenissima, Croce Rossa, Croce Verde e AVM/ACTV.

Dalla mattina di martedì 13 luglio sarà disponibile sui siti di www.comune.venezia.it e www.veneziaunica.it la pagina dedicata alle prenotazioni, che conterrà tutte le informazioni ed una sezione FAQ dedicata.

Nelle prossime ore sarà pubblicata anche l’ordinanza congiunta di Comune di Venezia, Capitaneria di Porto e Provveditorato alle Opere Pubbliche del Triveneto.

Priorità verrà lasciata nelle giornate di martedì e mercoledì alla prenotazione per la visione dei fuochi a terra per i residenti nel Comune di Venezia. In particolare, nelle rive della Giudecca fino a mercoledì potranno registrarsi solo i residenti nell’isola e a Sacca Fisola.

Per chi è residente, ospite in albergo o chi ha prenotato in un pubblico esercizio nelle aree ad accesso limitato, il passaggio sarà consentito, previa esibizione del documento d’identità per i residenti, o della prenotazione.

Come sottolineato nel corso del CPOSP, questo straordinario sforzo di tutte le istituzioni coinvolte consentirà di effettuare una manifestazione in sicurezza, richiedendo a tutti la necessaria collaborazione ed in particolare il rispetto delle ordinanze da parte di ogni singolo partecipante.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti