Prada CUP: Luna Rossa vince entrambe le regate contro INEOS Team UK

Luna Rossa Prada Pirelli e INEOS TEAM UK si sono affrontate oggi nella prima giornata della finale della PRADA Cup, Challenger Selection Series, prova determinante per conquistare il diritto di affrontare il Defender Emirates Team New Zealand.

Luna Rossa Prada Pirelli ha conquistato senza difficoltà le due vittorie, apparendo più sicura del team britannico nelle condizioni di vento, molto leggero anzi leggerissimo della prima prova e medio della seconda, forse più indicativo della differenza di velocità delle barche. E’ il caso di dire che gli italiani hanno navigato meglio e agli inglesi va il vantaggio di una partenza un poco migliore nella seconda regata.

Luna Rossa si è dimostrata forte ma manca ancora tempo alla fine della serie di 13 regate, e gli italiani hanno bisogno di altre cinque vittorie per passare all’America’s Cup. Ineos Team UK ne deve conquistare 7.

“Chi vincerà?” Anche dopo le indicazioni positive per gli italiani del primo giorno continua a essere una domanda dalla risposta aperta, perché le condizioni meteorologiche nei prossimi giorni sono molto variabili e potrebbero rendere la competizione più dura e spettacolare.

RACE 1
Le previsioni meteo del mattino suggerivano che ci sarebbe stato un ritardo nella partenza delle regate in quanto la termica chiedeva tempo per crescere e superare il vento di gradiente. In realtà la partenza è stata spostata di pochi minuti, una volta raggiunti i requisiti minimi di intensità del vento sono iniziate le procedure di partenza per la prima regata.

Il primo ostacolo era stato superato per dare il via alla regata di apertura della finale della PRADA Cup, e entrambi i team in condizioni così leggere erano ben consapevoli che rimanere sui foil sarebbe stato fondamentale. Per questo non ha sorpreso nessuno che né Luna Rossa Prada Pirelli, entrata da sinistra, né INEOS TEAM UK, entrato a dritta, fossero favorevoli a ingaggiare un duello ravvicinato prima della partenza. Il rischio di cadere dai foil era troppo grande. A poco meno di un minuto dal via, INEOS TEAM UK è stato il primo a farlo e il suo scafo è caduto in acqua.

Luna Rossa ha rischiato anche lei, ma come hanno dimostrato nelle regate precedenti, la barca italiana è a suo agio con vento leggero e ha conservato la velocità e gli italiani sono rimasti sui loro foil mentre proseguiva il conto alla rovescia, Solo le voci di chi parlava a bordo rivelava quanto attentamente stessero attenti in questa fase determinante della regata. Quando hanno tagliato la linea di partenza, INEOS TEAM UK era ancora in acqua molto lenta e la distanza tra i due stava crescendo rapidamente. Perfetto per gli italiani, doloroso per gli inglesi.
Anche quando gli inglesi si sono finalmente alzati e hanno iniziato a navigare bene, la distanza ha continuato a crescere, soprattutto quando INEOS TEAM UK è incorso nella prima delle due penalità per aver superato il confine del campo. Luna Rossa è passata al primo cancello di bolina con 1:20 di vantaggio. Al cancello di poppa hanno allungato a 1:36. Un altro giro del percorso e gli italiani hanno continuato con la loro prestazione impeccabile in condizioni leggere e hanno fermato il cronometro su 1:57.

Nel frattempo, INEOS TEAM UK aveva ritrovato il suo passo, tuttavia a un solo giro dalla fine il divario, di circa 1800 metri, era impossibile da colmare. Luna Rossa Prada Pirelli ha trasformato il suo vantaggio e la sua performance dominante in una bella vittoria.

RACE 2
Con una sostanziosa brezza termica, cresciuta rapidamente, e le ochette bianche sul mare Gara 2 sembrava destinata ad essere un match completamente diverso dalla prima prova. Nel pre-start, INEOSINEOS TEAM UK è arrivato in piena velocità da sinistra e si è diretto subito verso il lato destro del box di pre-partenza. Luna Rossa ha strambato e l’ha seguito, e il duello è sembrato partire. INEOS TEAM UK era in vantaggio, ma era anche in anticipo per la partenza e doveva bruciare un po’ di tempo. La distanza tra le due barche si è ridotta e la partenza è stata pari, entrambi in volo, entrambi a piena velocità. Se c’era un vantaggio era di INEOS TEAM UK che era sottovento e leggermente davanti, Luna Rossa ha lottao per restare vicina nell’aria perturpata e pochi secondi dopo sono stati costretti a virare.

Quando i due sono tornati vicino, INEOS TEAM UK era mure a sinistra e ha dovuto cedere il passo, scegliendo di passare dietro a Luna Rossa. Nei secondi successivi, con gli italiani a sinistra e gli inglesi a destra, è stata Luna Rossa a guadagnare nel vento migliore. E quando sono tornati insieme, il vantaggio è stato sufficiente per attraversare davanti agli inglesi e passare attraverso il primo cancello con un vantaggio di 11 secondi. INEOS TEAM UK ha girato la stessa boa, ma ha strambato poco dopo. Nel frattempo, Luna Rossa ha proseguito verso il lato destro del percorso. Le velocità erano di 43-45kt, con INEOS TEAM UK generalmente un pizzico più veloce e con rotta leggermente più bassa. Ma al cancello 2 la distanza tra i due è cresciuta fino a 270 metri, Luna Rossa ha scelto la boa di destra, INEOS TEAM UK quella di sinistra. Dalle riprese aeree sembrava chiaro che il lato sinistro del percorso avesse più vento, ma nessuno dei due equipaggi aveva bisogno di essere in alto per capirlo, entrambi parlavano attraverso le radio di bordo affermando che il lato sinistro era il migliore.

Al cancello 3 Luna Rossa ha guadagnato ancora qualche secondo, arrivando a 19 secondi di vantaggio. Ancora una volta, la performance italiana è stata facile ma sicura. Questa volta nella salita di bolina le velocità erano molto più vicine ma non si è aperta nessuna reale opportunità di recuperare per INEOS TEAM UK.

Nell’ultima bolina, INEOS TEAM UK ha guadagnato qualche metro, ma non aveva tempo per recuperare i 270 metri che sarebbero stati necessari per tornare a contatto con Luna Rossa. Al quinto cancello Luna Rossa era in vantaggio di 26 secondi, mentre sceglieva la boa di sinistra. Gli inglesi hanno girato la boa di destra nel tentativo di provare ancora una volta qualcosa di diverso. Ma la performance della barca italiana è rimasta sicura e pochi minuti dopo hanno tagliato il traguardo con 26 secondi di vantaggio intascando la seconda vittoria di giornata.


close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti