Assomarinas confida nel Governo per i chiarimenti chiesti dalla Commissione Europea sul prolungamento delle concessioni demaniali

Seconda procedura di infrazione aperta contro l’Italia, dalla Commissione europea, per i mancati adempimenti in tema di direttiva Bolkestein. La notizia è arrivata ieri, sul sito della stessa Commissione e appresenta un ulteriore fattore di incertezza che rischia di condizionare pesantemente la ripresa di un settore economico già penalizzato dalla pandemia.

Apprendiamo, dichiara il Presidente di Assomarinas Roberto Perocchio, che la Commissione Europea ha inviato al Governo italiano una richiesta di chiarimenti sulla legge 145/2018 relativa al sostegno offerto ai concessionari demaniali italiani in un momento di drammatica crisi di tutta la filiera turistica con l’estensione temporale al 2033 delle scadenze concessorie. 

Confidiamo che il Governo sappia adeguatamente illustrare le specificita’ della concessione demaniale rispetto agli appalti di servizi, fugando immediatamente ogni dubbio circa la necessita’ di tutela del legittimo affidamento dei concessionari e circa le esigenze imperative dello Stato italiano nel tutelare la propria filiera di imprese turistiche costiere, lacuali e fluviali per garantire la resilienza del sistema di accoglienza turistica ridotto ai minimi storici dalla pandemia globale.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti