Sergio Caramel:La mia prima “La Duecento”

Escandalo, l’M37 di Tommaso di Blasi e Loretta Penello, ha vinto l’edizione 2020 de La Duecento, classico appuntamento dell’altura adriatica organizzato dal Circolo Nautico Santa Margherita, già ideatore di altri eventi di prestigio come La Cinquecento.

A bordo un equipaggio di livello, composto tra gli altri dall’olimpionico Lorenzo Bodini e da Sergio Caramel, skipper del Melges 24 Arkanoé by Montura e già campione europeo Sportboats. Per il giovane Caramel la vela è una questione di famiglia, una passione tramandata dal padre con il nonno che è stato uno dei soci fondatori de Il Portodimare, il sodalizio padovano che canta una lunga tradizione nel mondo dell’altura.

Escandalo in regata

E’ stata la mia prima regata sull’M37 Escandalo. Oltre a me in barca c’erano gli armatori con il figlio, Lorenzo Bodini, Daniele Augusti e Marco Furlan. Da subito abbiamo raggiunto un feeling elevato e tutto è girato bene anche nei momenti difficili – spiega Sergio Caramel – Per tutta la regata mi sono alternato al timone con Bodini, facendo la randa quando timonava lui. A parte alcune ore di vento teso, abbiamo trovato condizioni leggere, non favorevoli alla barca, per cui abbiamo dovuto lavorare duramente per rimanere vicini agli avversari più leggeri e veloci di noi. tenere alta la concentrazione non è stato facile, ma ognuno ha fatto il proprio lavoro egregiamente, per cui la vittoria overall rappresenta a pieno la nostra prestazione. Ringrazio gli armatori per la bella opportunità e i grandi professionisti che ho avuto accanto da cui è sempre bello imparare cose nuove“.

Sergio Caramel ritroverà l’equipaggio dell’Arkanoé Sailing Team già nelle prossime ore: da venerdì infatti saranno di scena a Torbole, tra le boe del Campionato Italiano Melges 24, evento che si concluderà domenica.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti