Vela Veneta

Mondiale RS:X: Maggetti, Speciale e Benedetti in Medal Race per giocarsi una medaglia

Penultima giornata di regate sul Garda Trentino per il Mondiali del Windsurf olimpico RS:X. Al Circolo Surf Torbole-organizzatore dell’evento su delega della Federazione Italiana Vela – ancora “levataccia” per atleti, comitato di regata, giuria, organizzatori e posaboe che ancora con il buio si sono presentati alle 6 del mattino per essere pronti per la prima partenza prevista alle 8.00, uno dei momenti in cui il Garda Trentino più assicura la presenza di vento in questa stagione. Fortunatamente gli sforzi finora sono sempre stati premiati con un buon vento che ha permesso un regolare svolgimento delle regate e così anche oggi le donne, prime a partire, hanno trovato un campo di regata ben posizionato e un discreto vento sui 10 nodi di media (con raffiche anche plananti sui 14 nodi) per disputare le ultime 3 regate di finali, nonostante il tempo nuvoloso e uggioso. 
 
La classifica intanto si fa sempre più combattuta e ogni errore pesa in termini di punti: Giorgia Speciale bene nella prima regata mattutina con un bel settimo, ha ceduto con un 35 e 21, che la fanno slittare in quinta posizione a 5 punti dalla Maggetti. Due italiane dunque impegnate domani nella medal race, che vedrà regatare insieme le prime dieci della classifica generale con punteggio che vale doppio. La medal race è in programma solo dopo la disputa di una singola prova finale di silver e gold fleet maschile e femminile, in cui si giocano gli ultimi posti nazione per Tokyo 2020 (in cui regatano tutti gli altri, esclusi i primi dieci che fanno la medal race).
 
La cinese Yunxiu Lu, con 8-4-1 è risalita in classifica grazie alle ultime tre regate, passando dalla quinta alla prima posizione, con un margine di 6 punti sull’olandese De Geus, bene nelle prime due regate di giornata con un primo e un secondo, ma ventitreesima nell’ultima dopo aver già accumulato un ventesimo nell’unica prova disputata con vento leggero giovedì. Costante anche la giovane israeliana Spychakov, che con un 13-5-4 è terza e passata prima under 21. Seguono le italiane, che sono riuscite a rimanere in regata, pur perdendo qualche punto prezioso rispetto al podio: meglio Marta Maggetti, che è rimasta in regata con un 15-9-7 e attualmente quarta, ma a 10 punti dall’israeliana. Otto le nazioni in medal race femminile con la sola Cina ed Italia ad avere due atlete entrate nella top 10.
Le altre italiane della gold fleet: Flavia Tartaglini 18° con 24-14-19 di giornata, Laura Linares 30°, Veronica Fanciulli 41°. 
 
Il tecnico FIV della squadra femminile, Adriano Stella: ”La giornata non era semplicissima; contrariamente a quanto si possa pensare non ci aiuta il fatto di venire qui da una vita, perché il campo di regata non è scontato e saltano un po’ tutti gli schemi a cui l’alto Garda ci ha abituati. Oggi un paio di errori sono stati fatti e andando dalla parte sbagliata non c’era più modo di recuperare molto. Nel complesso comunque le ragazze sono riuscite a limitare i danni, soprattutto Giorgia Speciale nell’ultima prova, durante la quale ha recuperato diverse posizioni dopo una prima parte di regata in cui era molto arretrata. Il quarto e quinto posto rispettivamente di Maggetti e Speciale ci permettono di andare a giocarci le medaglie in medal race. Per le altre purtroppo non ci sono stati gli acuti, che ci dovevano essere.”
 
Per le giovani atlete del Circolo Surf Torbole Sofia Renna e Veronica Leoni una preziosa occasione per fare esperienza in un mondiale di altissimo livello.
 
A metà mattinata sono usciti in acqua anche gli uomini: dopo una prima prova con vento leggero, che ha costretto le flotte a pompare per mantenere o raggiungere la planata si è poi atteso invano tutto il pomeriggio per riprendere le regate: i maschi si sono dovuti accontentare di una sola prova, portandosi così in parità con le donne, a cui giovedì era toccata la stessa sorte. Rimaste invariate le prime tre posizioni con Badloe (NED), le Coq (FRA) e il due volte campione olimpico van Rijsselberghe nell’ordine. Daniele Bendetti, nonostante una brutta quarta prova di finale (scartata) per la combinazione della classifica degli avversari è risalito in ottava posizione, guadagnandosi la medal race, ma troppo indietro per puntare al podio. 
 
Anche tra i maschi otto le nazioni entrate in medal race con Olanda e Francia uniche ad avere due atleti ciascuna. Al Circolo Surf Torbole ultimi sforzi per concludere questo impegnativo mondiale, tra i più importanti in assoluto essendo nell’anno pre-olimpico e valido non solo per l’assegnazione dei titoli iridati, ma per la qualifica di ben 17 posti nazione totali.
 
Classifica maschile: http://www.rsxclass.org/worlds2019/results/men/
Classifica femminile: http://www.rsxclass.org/worlds2019/results/women/ 

Articoli relativi

Commenti