Dopo tre prove nuovi leader al Campionato Mondiale ORC 2019

Con un vento da sud di 13-17 nodi sotto il sole Croato, le tre Classi del Campionato ORC D-Marinoggi hanno disputato le prime due regate inshore. Nel campo Bravo ad ovest del porto di Sibenik, la barca piu’ veloce, il TP 52 XIO di Marco Serafini, ha fatto sembrare tutto semplice vincendo entrambe le prove. In tempo compensato il margine di vittoria si e’ ridotto a soli 33 secondi nella prima prova contro il vincitore di ieri: Air is Blue di Roberto Monti e di 40 secondi su Luduan Reloaded, il GS 46R di Giovanni Sylos Labini

“Non c’e’ nessun margine di errore” afferma il navigatore di XIO, l’inglese Ian Moore. “Non possiamo commettere nessun errore perche’ non regatiamo in tempo reale contro i nostri rivali, ma contro il tempo e gli avversari sono molto forti come si e’ dimostrato oggi,” riferendosi alle condizioni di vento stabile, mare calmo e con un campo di regata con solo tredici concorrenti in gara nella Divisione A. 

Nel campo di regatta B a sud di Sibenik ci sono state condizioni che Denis Marinov, PRO del campionato, ha definito “perfette”. Un vento stabile e regolare, senza ritardi ne richiami generali e nessuna variazione al campo di regata. Una linea di partenza perfetta ed una leggera corrente dal sud ha prodotto due grandi regate. “Queste due partenze perfette mi hanno stupito molto ma sono contento che tutto sia andato liscio”. Anche nella divisione B come nella Divisione A troviamo un’imbarcazione che si aggiudica entrambe le prove di oggi: lo Swan 42 Mela di Andrea Rossi. Si aggiudica la prima prova con margini in tempo compensato talmente minuscoli che solo 9 secondi lo dividevano dal secondo classificato, vincitore della prova di ieri, lo 42 Selene-Alifax di Massimo De Campo.

“Siamo soddisfatti di come abbiamo regatato oggi, siamo partiti bene e siamo riusciti ad eseguire la nostra tattica in entrambe le prove” ha detto il tattico Enrico Zennaro. “Abbiamo preso il lato sinistro, abbiamo virato sulla layline con un piccolo margine per poter incociare il resto della flotta, ed ha funzionato.” Il successo di Mela e’ venuto grazie alla preparazione e al successo nelle regate riservate alla classe, dove hanno conquistato il titolo di Campioni Europei l’anno scorso a Porto Cervo. “Le regate di classe ci spingono a conoscere la nostra barca molto bene, ed abbiamo un buon rating in ORC, quindi non e’ una sorpresa vedere gli Swan 42 nelle prime posizioni,” ha proseguito Zennaro. Nonostante i buoni risultati di oggi, Mela si trova nella classifica generale dietro a Selene-Alifax e a Digital Bravo con diversi punti di distacco per via dell’undicesimo posto nella regata lunga che non e’ scartabile. “Abbiamo ancora parecchio lavoro da fare,” ha concluso Zennaro. 

Nella Divisione C che ha regatato sul campo di regatta Alfa, Ariane Mainemare ha dovuto issare la bandiera nera per tenere sotto controllo una flotta meno disciplinata della Divisione B. L’olimpionico Lorenzo Bodini, tattico su Katariina II, prototipo di Cossutti dell’Estone Aivar Tullberg, campione Europeo in carica ci ha detto che le condizioni di partenza sono state veramente dure: “se rimani intrappolato sulla linea di partenza, anche se puoi fare protesta rimani comunque indietro senza possibilita’ di recuperare.” Il vincitore di oggi in questa divisione sembra aver evitato questo problema trovando dei corridoi liberi e riuscendo ad eseguire la propria tattica emergendo con un primo ed un secondo nelle due prove di oggi.

L’M37 Hebe V di Zdenek Jakoubek timonato da Petr Fiala facile da individuare sulla linea di partenza per il colore arancione metallizzato, attribuisce i successi di oggi alle condizioni ventose. Nella prima prova un distacco minimo di 28 secondi davanti al nuovo Italia 11.98 Scugnizza, mentre nella seconda prova lo troviamo al secondo posto dietro a Sugar 3, l’atro Italia 11.98 che viene dall’Estonia con un equipaggio italo-estone guidato da Sandro Montefusco, vincitore della regata lunga di eiri. “Ci piacciono molto queste condizioni” ha affermato,”e conosciamo bene la barca. Ci aspettiamo condizioni ventose anche per domani, e speriamo di continuare su questa strada.” La meteo di domani prevede venti da Scirocco fino a 20 nodi, e gli organizzatori hanno deciso di cambiare il programma, prevedendo tre bastoni e posticipando la regata costiera a Venerdi’ quando sono previsti venti leggeri.Una ragata finale sulle boe concludera’ l’evento Sabato quando i titoli dei nuovi Campioni del Mondo verranno assegnati.

Articoli relativi

Commenti