Vela Veneta

52 Super Series: Mahòn, tribolazioni e colpi di scena, Quantum leader

Finalmente si torna a regatare nella terza giornata della Menorca 52 SUPER SERIES Sailing Week, primo appuntamento della stagione 2019 della 52 SUPER SERIES. Tre prove e un nuovo leader, Quantum Racing mette la freccia e va in testa con la sua solita consistenza, Azzurra seconda con alti, bassi e una rottura nella terza prova Provezza sul podio, Platoon non perde il passo dei primi.

La terza giornata di regate nell’Isola di Minorca rimescola la classifica e mette in luce la consistenza di Quantum Racing, che solo nella prima prova di questa settimana non aveva brillato. Oggi gli americani, con un crescendo che si è chiuso con un perentorio 4-2-1, hanno preso la vetta della classifica ai danni di Azzurra che aveva iniziato benissimo la giornata con una vittoria, finendo poi nell’oblio di una performance sotto i potenziali del team capitanato da Guillermo Parada. Provezza in terza posizione sta a guardare senza perdere di vista la coppia di testa, ci sono tre punti tra il primo e il quarto, quel Platoon che deve ancora calibrare al meglio le proprie potenzialità. Bronenosec chiude nell’ultima prova in seconda posizione, barca nuova ancora da mettere a punto, le prestazioni sembrano comunque confortanti. Con due giorni di regate ancora da disputare c’è ancora margine di miglioramento per tutti, Mahòn non ha ancora mostrato tutte le sue sfaccettature, staremo a vedere.

La terza giornata della Menorca 52 SUPER SERIES Sailing Week 2019 inizia con condizioni di vento intorno ai 12 nodi di direzione dai quadranti meridionali. Alle 13.35 arriva il primo start, da programma ne sono previsti 3. Sulla linea di partenza le prime sensazioni positive sono per Azzurra che ha una marcia in più, c’è Provezza e Quantum. E’ una bella battaglia tra i tre, al primo passaggio in boa, Azzurra è il leader della corsa, Quantum incrocia davanti a Provezza, queste condizioni indicano già dei valori diversi rispetto a lunedì. Nel lato di poppa Alegre prende un bel vantaggio andando sulla sinistra, gira così in testa alla regata davanti ad Azzurra, Provezza e Quantum Racing, seguito dai due Phoenix di casa Plattner. Bella battaglia tra Azzurra e Alegre, Azzurra va a destra, Alegre si posiziona al centro del campo di regata. Ed è proprio la scelta di Azzurra che paga, girando davanti ad Alegre, Provezza e Quantum, questo lo schieramento al passaggio della seconda bolina, Parada e compagni hanno un bel passo. E’ battaglia tra Provezza e Quantum, Azzurra va a vincere questa terza prova, un bel bottino per il team italo-argentino.

Giornata ideal per regatare, si torna così subito in pista, alle 14.55 arriva lo start, Quantum, Platoon e Azzurra, che battaglia. Provezza e Quantum hanno un miglior angolo, c’è Platoon in mezzo insieme a Team Vision Future, Azzurra soffre ed è solo quinta. Guadagna ancora la barca turca di Ergin Imre, gira in testa davanti a Quantum e Platoon, discesa verso il gate, Quantum attacca sul lato debole della barca turca ed entra proprio davanti, Platoon consolida la terza posizione, ottima prestazione per Team Vision Future. Cambia ancora il vertice nel terzo lato, oggi le condizioni sono ottimali per vedere queste formula 1 del mare darsi battaglia, c’è tanta tattica, si va verso l’arrivo. Provezza porta a casa la prima vittoria di questa stagione, davanti a Quantum e Platoon, ottimo quarto Team Visione Future, quinto Alegre, sesto Phoenix 11, Azzurra solo settima.

La terza prova arriva arriva alle 16.30, c’è poco da riposare oggi, Provezza, Platoon e Alegre mettono subito il naso davanti, la classifica oggi avrà 5 prove disputate e si vedranno già i veri valori in campo. Azzurra soffre in ultima posizione, un problema meccano al winch principale penalizza il team della famiglia Roemmers, dopo la prima vittoria di giornata c’è molto da fare adesso per recuperare. Quantum Racing nel frattempo mette delle basi solide per questa prova, seguita da Bronenosec e Gladiator, flotta incredibilmente compressa, non sono ammessi errori. La poppa riconferma il terzetto di testa che decide di prendere la destra del campo, questi salti non aiutano chi deve inseguire, Azzurra non naviga in buone acque, peccato perchè l’inzio di giornata faceva ben sperare. Terminato il terzo lato, al giro di boa si presentano Quantum, Bronenosec e Gladiator con gli americani che hanno un bel margine di vantaggio, la flotta è allungata, Ed Baird e compagni non hanno grandi preoccupazioni per chiudere questa terza prova in bellezza. Quantum, Bronenosec, Gladiator, Sled (che si rivede), Phoenix 11, penultima Azzurra.

Juan Vila (Esp) navigatore di Quantum Racing (USA):“E’ stata una buona giornata per noi, il primo giorno non è andato benissimo ma ci siamo subito rimessi in scia, oggi abbiamo addirittura preso la vetta della classifica. Sappiamo che la nostra consistenza ha prodotto un buon risultato. La nostra sensazione di poppa era molto buona. Le condizioni meteo sono particolari in questi giorni, dobbiamo elaborarle di giorno in giorno per decidere poi la nostra strategia.”

John Cutler (NZL) timoniere di Provezza (TUR):“E’ stata una buona giornata per noi. Abbiamo regatato bene, il feeling con Hamish sta crescendo. Siamo stati anche molto fortunati in questa giornata, non possiamo lamentarci. Ci sono stati diversi cambiamenti a bordo della nostra barca, stiamo solo cercando di entrare nei meccanismi giusti, le cose stanno andando per il verso giusto fino a questo momento.”

Guillermo Parada (ARG) skipper-timoniere di Azzurra (ITA):”La prima prova è andata molto bene, abbiamo fatto la regata che avevamo pensato di fare. Nella seconda prova non è stato proprio come da previsioni, una partenza non felice e poi siamo finiti settimi che comunque non è un risultato da buttare via. Nella terza prova abbiamo avuto un problema meccanico proprio nelle fasi della partenza, non siamo partiti bene e questo ha compromesso la regata. Abbiamo cercato della opportunità secondo le nostre indicazioni. Non siamo stati molto fortunati, quel problema al winch principale non ci voleva proprio, il problema alla scotta della randa nella fasi in cui dovevamo virare non è certo una cosa da poco. Abbiamo risentito molto di questo problema sopratutto nella fase di bolina. Domani è un altro giorno, siamo pronti per combattere senza esclusione di colpi, purtroppo quello che è successo nella terza regata fa parte del gioco, sono cose che succedono.”

Si chiude una giornata di alti e bassi un pò per tutti, la flotta è “camaleontica” sotto ogni punto di vista. Una posizione, una manovra, un salto di vento non preso nella fase favorevole, può mettere in difficoltà chiunque, anche i top team, il bello di queste regate è proprio questo, siamo a metà competizione, staremo a vedere.

Articoli relativi

Commenti