Alassio è magica per Davide Leardini e lo Yacht Club Verona

La stagione 2019 dei Dragoni è iniziata con l’Alassio Dragon Trophy, prima tappa del Campionato Italiano Open; l’Assodragone ha infatti deciso di svolgere in due tappe il Campionato italiano 2019 per dare modo ai concorrenti di confrontarsi su due diversi campi di regata, entrambi validi e attraenti. Prima tappa in febbraio ad Alassio, Perla della Riviera ligure di Ponente, e seconda tappa a Sanremo, la Città dei Fiori, a metà marzo.
Ad Alassio, con l’attenta regia del Presidente Ennio Pogliano, il Circolo Nautico Al Mare ha offerto una perfetta organizzazione in mare e una calorosa accoglienza a terra, che ha fatto felici i 14 equipaggi provenienti da 6 nazioni che hanno goduto di un meteo favorevole: sole, temperatura primaverile e vento, che cosa volere di più ?
Le regate sono state precedute giovedì da una bellissima giornata di allenamento con i migliori team, partenze e mini regate con boe di allenamento, vento da SW 8-12 kn…..

Due prove nella prima giornata con 5-6 nodi di vento da 170° alla prima partenza che poi è girato a 205° rinforzando a 10-11 nodi nella seconda prova, con qualche variazione di direzione e forza. La classifica provvisoria vede al primo posto RUS-35 SUNFLOWER di Victor Fogelson (3,3) seguito da MON-2 JEANIE di Jens Rathsack (1,6) e da GER-1170 CAMELEER timonato da Marcus Brennecke. Quarto e primo degli italiani LITTLE DIVA di Mario Quaranta con Michele Benvenuti al timone. Subito dopo due dragoni classici, il vincitore della seconda prova ITA-12 Galatea II (classe 1950) con Giuseppe La Scala al timone, e ITA-49 JAVELIN (classe 1959) timonato da Fabio Mangione.
Anche la seconda giornata si presenta calda e soleggiata, con mare calmo, 10-12 nodi di vento da 120° sceso però a 5-6 nodi con buchi e onda. Dopo l’arrivo della prima prova di giornata la flotta è rinviata a terra in attesa di un rinforzo che però non arriva. Vince la terza prova RUS-27 ANNAPURNA di Anatoly Loginov seguito da ITA-76 YANEZ timonato da Beppe Duca e da ITA-64 LITTLE DIVA con Michele Benvenuti al timone.
Il tempo per rilassarsi al sole in attesa della sontuosa Apericena con musica e lotteria offerta dal Circolo Nautico Al Mare.
Il terzo ed ultimo giorno si presenta con sole, mare calmo e 12-13 nodi di vento da NNE che permette di completare tre prove molto combattute; campo perfetto molto tecnico. La classifica finale overall vede vincitore RUS-27 ANNAPURNA di Anatoly Loginov, Campione Europeo 2016 e 2018 (2,(ocs),1, 2, 3, 2) . Sul secondo gradino del podio e primo degli italiani ITA-76 YANEZ timonato da Giuseppe Duca, in lotta per riconquistare il titolo italiano, con Jean Sebastian Ponce e Vittorio Zaoli alle manovre (4, (ocs), 2, 1, 2, 4). Terzo GER-1170 CAMELEER di Marcus Brennecke, 2° al Campionato Europeo 2012 e 3° a quello 2016. Quinto overall e primo dei Corinthians ITA-64 LITTLE DIVA timonato da Michele Benvenuti, Campione Italiano uscente, con Mario Quaranta, Andrea Quaranta e Clelia Sessa nel pozzetto (6, 5. 3, 3, (9), 5). Terzo degli italiani ITA-49 JAVELIN, timonato da Fabio Mangione, con Davide Leardini e Davide Bortoletto alle manovre.
Ottima prova del comitato di regata, Maurizio Buscemi e Ennio Pogliano sono stati perfetti nel gestire condizioni a volte complicate.
Si conclude così in bellezza questo splendido appuntamento nella cornice della Magica Alassio. Prossimo appuntamento il mese prossimo a Sanremo per la tappa conclusiva del Campionato Italiano open.
(Assodragone)

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti