Presentata a Venezia la S.Pellegrino Cooking Cup 2016

L’edizione è la numero 16 per quanto riguarda l’abbinamento con la S.Pellegrino, la 23sima se si pensa che la prima edizione è del 1994 e resta una delle regate più affascinanti, invidiate e divertenti del panorama internazionale velistico. Torna puntuale sabato 18 giugno 2016 l’appuntamento con la S.Pellegrino Cooking Cup l’originale regata di circa 10 miglia organizzata dalla Compagnia della Vela che ogni anno vede coinvolti abili skipper, chef professionisti e non in una sorta di sfida combinata tra vela e cucina che non delude mai le attese.

Alla regata, che si snoderà in un percorso di 10 miglia con partenza in mare aperto per poi passare dopo un disimpegno nella bocca di porto di Malamocco e quindi al cuore della laguna con arrivo davanti all’Isola di San Giorgio, prendono parte imbarcazioni che vanno dall’altura alla minialtura tra i 6 e i 20 metri. Come sempre, ogni imbarcazione ospiterà a bordo uno chef o un appassionato di cucina inviato a creare un piatto durante la navigazione. Obiettivo di ciascun equipaggio sarà non solo tagliare per primo il traguardo ma anche presentare la migliore proposta gastronomica cucinata sottocoperta nel corso della regata, sfidando il tempo e le condizioni del mare.

Ogni anno Cooking Cup pensa a delle novità per stupire. Quella del 2016 è la Tramezzino Cup, ovvero un trofeo al quale potrà prendere parte ogni imbarcazione fino agli 8metri, i Meteor e gli Elan 210 nella quale, come dice lo stesso nome, sarà il miglior tramezzino il piatto che andrà premiato.

«Molti sanno la Compagnia della Vela prende il nome dal motto del poeta Gabriele D’Annunzio “Custodi, Domine, Vigilantes” – spiega il presidente del circolo Ugo Campaner – Pochi invece sanno che fu sempre lo stesso D’Annunzio nel 1926 a coniare il termine “tramezzino” in un periodo in cui le parole anglosassoni dovevano essere forzatamente tradotte: il “Vate” così, per definire l’americanissimo sandwich optò proprio per il termine tramezzino, perché osservando la forma di pane a cassetta da cui si ricavava il sandwich imbottito pensò alla «tramezze» della sua casa di campagna. Tradizione etimologica a parte, siamo ben felici di questo nuovo format che aggiungerà spettacolarità alla manifestazione che resta una tradizione del nostro circolo a cui molti sono rimasti affezionati nel tempo».

Cooking Cup significa da sempre combinata di due gare, quella in mare e quella in cucina. A giudicare quale sarà il piatto e il tramezzino migliore preparato sotto coperta ci sarà una giuria di primissimo ordine che avrà come presidente lo chef veneziano del Baccalà Divino Franco Favaretto.

«Il format di quest’anno mi piace perché stimolerà la fantasia degli chef professionisti e non – spiega Favaretto – la Tramezzino Cup nasce dall’esigenza di far partecipare le barche sotto gli 8 metri ad una gara che non li vedesse penalizzati visto che non dispongono di alcun mezzo per la cottura del cibo a bordo. Per valutare i piatti e i tramezzini ho invitato come giudici degli amici prima che degli esperti del mio mondo come Roberto Leonardi del Team Venezia Chef, Claudio De Min giornalista esperto di enogastronomia, Fausto Arrighi, ex curatore della Guida Michelin e critico enogastronomico tra i più noti in Italia. E ancora Ottavio Missoni Junior, che oltre al cibo dovrà giudicare il miglior abbigliamento degli equipaggi e, infine, la chef stellata di casa nostra Mara Martin, del ristorante osteria Da Fiore».

Sempre per quanto riguarda l’aspetto culinario ogni imbarcazione in gara nella Cooking Cup dovrà presentare una ricetta a scelta tra antipasto, primo, secondo o piatto unico. I giudici valuteranno bontà, difficoltà di esecuzione , presentazione del piatto al momento della consegna, oltre all’abbinamento con un vino e con Acqua Panna o S.Pellegrino. Per quanto riguarda la Tramezzino Cup, la giuria consegnerà il giorno della regata la Mistery Bag con due tipi di pane da tramezzino, 4 ingredienti e salse per la composizione alla quella possono venire aggiunti, a fantasia dei concorrenti, fino a 5 ingredienti tra vegetali e frutta fresca che permetterà di comporre un tramezzino a loro fantasia.

Le iscrizioni si chiudono giovedì 16 giugno. E in palio ci saranno i seguenti trofei. “Trofeo S.Pellegrino Cooking Cup”: Primo Overall nella classifica combinata. “Trofeo Scolapasta d’Argento” al Circolo che avrà conseguito il miglior punteggio con una squadra di tre imbarcazioni battenti il proprio guidone sociale; “Trofeo San Pellegrino”: al miglior piatto preparato da un cuoco professionista; “Trofeo Acqua Panna” al miglior piatto preparato da un cuoco non professionista; “Trofeo Missioni Crew “: Premio all’equipaggio più originale nell’abbigliamento “Trofeo Tramezzino Cup” Meteo, Elan e sotto 8m a scelta per il Primo Overall nella classifica combinata. A parità prevale il punteggio della regata. Premi anche per le classifica di categoria.

Ha assicurato la sua presenza alla Cooking Cup anche Silvia Zennaro, l’atleta delle Fiamme Gialle, socia della Compagnia della Vela recentemente convocata per le Olimpiadi di Rio in Brasile del prossimo agosto.

Nell’edizione del 2015 Metropole Fever in gara per i colori del circolo Vento di Venezia vinse con il piatto “Paccheri, profumo di mare e sapore d’Oriente” preparato dallo Chef Luca Veritti. ll «Trofeo S. Pellegrino» per il miglior piatto preparato da un cuoco professionista venne assegnato a Nicolò Ermolli a bordo di “No se pol mai dir” e il «Trofeo Acqua Panna» al miglior piatto preparato da un cuoco non professionista a Carla Michelizza su Super Atacs con il piatto “Uno per tutti”. Il «Trofeo Compagnia della Vela» destinato all’imbarcazione prima Overall in tempo reale nella classifica regata andò a Città di Grisolera dell’armatore Franco Daniele con la chef Aurora Mazzucchelli. Il «Trofeo Scolapasta d’Argento» al circolo Vento di Venezia.

Programma: briefing, orario di partenza e premiazioni

Venerdì 17 giugno

  • ore 17.00 Briefing Cuochi e Skipper

Sabato 18 giugno

  • ore 10.00, termine perfezionamento iscrizioni.
  • dalle ore 8.30 controllo cambusa solo per Trofeo S.Pellegrino
  • dalle ore 8.30 fino ore 10.00 consegna Mistery Bag presso CSE darsena Verde.
  • ore 12.30, segnale di avviso.
  • ore 19.30, premiazioni e a seguire “l’Happy Hour” al CSE presso l’Isola di San Giorgio

Lascia un commento