Bilancio positivo per il Campionato Italiano Minialtura 2015

Con il  passaggio agli annali del Campionato Italiano Minialtura 2015 è già tempo di primi bilanci per il comitato organizzatore ed in particolare per il Circolo Velico Il Portodimare, l’associazione sportiva padovana che aveva ricevuto dalla Federazione Italiana Vela e dall’UVAI, l’Unione Vela Altura Italiana il mandato di organizzare l’evento.

Quaranta le imbarcazioni presenti, provenienti da tutta Italia, che sono andate a formare una formare una flotta con un livello tecnico molto alto che ha reso il campionato combattuto ed in bilico fino all’ultima prova. Tra gli iscritti molta curiosità è stata riscossa dal nuovissimo Farr 280 di Piero Paniccia, alle prime apparizioni nei campi di regata italiani, classificatasi quinta in classifica generale e sicuramente penalizzata dal poco vento che non ha reso possibili le sue prestazioni performanti. Velocissimo ed ottimizzato per l’evento il Mumm 30 di Alessio Querin che ha strappato dalle mani del padrone di casa e in carica Enrico Zennaro il titolo di Campione Italiano impedendogli il bis. Classifica alla mano tante sono le sorprese, a partire dal titolo Corinthian assegnato a Gio.Chi, il Blu Sail 24 di Andrea Cittadini, il quarto posto di Spirito Libero, il Protagonist 7,50 di Claudio Bazzoli ed anche il sesto posto del leggero Zero di Fabio Rochelli autore di un primo posto nella terza prova, tutte e tre ben condotte in condizioni particolarmente favorevoli per il rating. Bene anche i giovanissimi di Arkanoè AleAli by Montura, primi tra i Melges 24 e settimi in overall, premiati con il trofeo Young, hanno preceduto di soli 3 punti il team dell’Aeronautica Militare timonato da Francesca Komatar che al suo attivo vanta due campagne olimpiche e Giancarlo Simeoli.

Spettacolare la cornice scenografica offerta dalla città di Chioggia – complici anche tre giornate calde e soleggiate – che, come sottolineato anche dal Consigliere Federale Fabrizio Gagliardi si è dimostrata “una città calorosa e veramente molto accogliente, con strutture adatte ad ospitare manifestazioni di alto livello. Vi prometto che l’anno prossimo torneremo qui a fare sicuramente un grande evento di Minialtura, non vi dico ancora quale ma sicuramente è un appuntamento al 2016“.

Se devo tracciare un bilancio dell’edizione 2015 – commenta il giorno dopo la chiusura dell’evento il presidente del Circolo Velico Il Portodimare Gianfranco Frizzarin –  questo è sicuramente positivo, e per questo voglio ringraziare tutti i nostri partner, i nostri sponsor e le persone che si sono adoperate affinché tutto ciò riesca al meglio. Non era facile ripetersi sui livelli dello scorso anno, ma nonostante qualche defezione dell’ultimo minuto siamo riusciti a portare a Chioggia un numero davvero importante di imbarcazioni, e parecchi campioni di livello internazionale. Ciò dimostra quanto la classe minialtura sia viva non solo nella nostra zona, ma anche nel resto d’Italia. Purtroppo Eolo sembrava avercela con noi, il vento è l’unica variabile di cui non si può tener conto nell’organizzare una regata, e quando manca non si può far altro che aspettare che arrivi. Nonostante questo siamo comunque riusciti a concludere 5 prove su 8, ed far entrare in classifica lo scarto. Ci tengo a sottolineare la correttezza dimostrata dai concorrenti, tutte le partenze sono state regolari, senza dover alzare mai nemmeno un ripetitore, cosa rara da vedere soprattutto quando in palio vi sono titoli importanti come lo può essere un campionato italiano. Ora non ci resta che guardare avanti, sono riuscito a strappare una promessa al Consigliere Federale Fabrizio Gagliardi, quella di ritornare anche per l’anno prossimo a Chioggia con un’altra manifestazione, molto importante alla quale già da oggi stiamo lavorando”.

Soddisfazione espressa anche dal Sindaco della città di Chioggia, l’avvocato Giuseppe Casson nel corso della premiazione che ha dichiarato:”Sono davvero orgoglioso di ospitare come sindaco un evento così importante nella nostra città, grazie a tutti colori i quali hanno lavorato a questo evento per far si che anche quest’anno si potesse sviluppare, guardiamo avanti e guardiamo anche ad eventi ancora più importanti. Credo che la collaborazione di tutti possa assicurare il raggiungimento di risultati significativi, è stato un lavoro di squadra, ed è facendo squadra si raggiungono i risultati“.

Lascia un commento