Kieler Woche 2022: Nacra 17 d’oro e di bronzo per l’Italia

Si è conclusa la settimana di Kiel 2022 con un oro e un bronzo pesanti per la classe Nacra 17 soprattutto in ottica del Campionato Europeo che inizierà tra una settimana in Danimarca. Tanti gli equipaggi che raggiungono la top ten, sempre nei Nacra 17 anche Ugolini – Giubilei si comportano bene concludendo al quinto posto. Bene Berta-Izzo continuano il loro percorso di crescita e confermano le buone sensazioni delle ultime uscite, doppio equipaggio in Medal Race per i 49erFX che con Giunchiglia – Schio e Passamonti – Fava, negli ILCA 6 continua la ripresa di Zennaro che chiude al settimo posto, negli ILCA 7 Musone in Medal Race.

470 Mix
Classifica finale:
1° Winkel – Winkel (GER)
2° Diesch – Markfort (GER)
3° Anton DahlBerg (SWE)
Gli italiani in gara:
10° Berta – Izzo (ITA)
12° Di Salle – Festo (ITA)
21° Totis – Linussi (ITA)
Le dichiarazioni dei protagonisti:
Elena Berta: “La regata di Kiel ci permette di trarre degli spunti positivi: abbiamo fatto alcune prove bene e siamo riusciti ad entrare in Medal Race. Questo ci consente di capire che il percorso intrapreso è quello giusto. Peccato per le ultime prove che hanno un po’ compromesso la classifica ma ogni prova è utile per crescere.”
Il tecnico FIV Gabrio Zandonà: “Partiamo dalla fine: oggi abbiamo potuto assistere a una buona Medal Race di Berta – Izzo che sono partiti bene e hanno concluso al quinto posto. Questo purtroppo visti anche gli altri piazzamenti li ha fatti retrocedere al decimo posto ma l’importante è iniziare a vederli costantemente nelle posizioni di top ten. L’equipaggio sta crescendo e gli allenamenti stanno dando frutto. Bene anche Di Salle che con Festo è sempre in attesa del suo prodiere ufficiale. Regata complicata invece per Totis – Linussi che non hanno nelle loro corde queste condizioni di poco vento atipiche per Kiel. C’è da lavorare per arrivare pronti agli appuntamenti più importanti della stagione che sono nella seconda parte (settembre e novembre).”

49er
Classifica finale:
1° Peters – Sterritt (GBR)
2° Botin – Trittel Paul (ESP)
3° McHardie – McKenzie (NZL)
Gli italiani in gara:
16° Crivelli Visconti – Calabrò (ITA)
50° Anessi – Gamba (ITA)
Le dichiarazioni dei protagonisti:
Uberto Crivelli Visconti – Giulio Calabrò: “ Su una flotta di un centinaio di barche di buon livello ci siamo comportati bene, purtroppo nella prima giornata di Gold Fleet si è rotto un pezzo dell’albero che ci ha costretti a saltare due prove che ci hanno fatto scendere dalla top ten alla ventunesima posizione. Ieri abbiamo recuperato ma non è bastato per rientrare in top ten. Il risultato non rispecchia la nostra performance ma siamo comunque positivi per il Campionato Europeo.”
Il tecnico FIV Gianmarco Togni: “Regata particolarmente difficile e impegnativa per gli italiani che non hanno trovato le condizioni di vento usuali per la Kieler Woche. Poco vento e un problema strutturale per Crivelli Visconti – Calabrò che li ha attardati. Queste sono tappe dalle quali trarre i giusti riferimenti per capire come lavorare e impostare un processo di crescita del gruppo. Non bisogna abbattersi ma provare comunque ad alzare l’asticella con la concentrazione, la costanza, la solidità: tutte qualità che devono essere ricercate giorno per giorno, allenamento dopo allenamento, regata dopo regata. Questa è una tappa, la strada è lunga.”

49erFX
Classifica finale:
1° Steinlein – Plossel (GER)
2° Bobeck – Netzler (SWE)
3° Lewin Lafrance – Lewin Lafrance (CAN)
Le italiane in gara:
9° Giunchiglia – Schio (ITA)
10° Passamonti – Fava (ITA)
13° Omari – Carraro (ITA)

Le dichiarazioni dei protagonisti:
Sofia Giunchiglia: “È stato un evento impegnativo, caratterizzato da condizioni di vento varie, da vento debole e acqua piatta a mare più formoso e vento medio. La Kieler Woche è sempre stata una regata alla quale partecipano tante barche e nella quale il livello è alto e riuscire a fare un buon piazzamento ed entrare in Medal Race, è stato molto stimolante. Ci siamo divertite e speriamo di continuare così, imparando e crescendo. Adesso testa bassa e pronte per il campionato europeo tra una settimana.”
Il tecnico FIV Gianfranco Sibello: “Per l’equipaggio Omari-Carraro Kiel è servita come rodaggio in vista del Campionato Europeo di Aarhus che inizierà il 5 luglio. Sono poco soddisfatto soprattutto perché non si è riusciti a proseguire il trend ottenuto ad Almere per gli obiettivi tecnici su cui stiamo lavorando. La prestazione di Kiel serve proprio per arrivare più pronti all’europeo. Sono felice della settimana di Giunchiglia-Schio e Passamonti-Fava che sono riuscite per la prima volta ad approdare alla Medal Race. Ottimo segnale in vista delle prossime regate e del futuro.”

ILCA 6
Classifica finale:
1° Stransky (AUS)
2° Mikkola (FIN)
3° Akkerman (NED)
Le italiane in gara:
7° Silvia Zennaro (ITA)

Le dichiarazioni dei protagonisti:
Il tecnico FIV Silvia Zennaro: “Sono molto contenta di come sta andando questo recovery, pian piano si migliora sempre di più. Sono anche molto contenta di come è andata questa regata in cui – alla fine – abbiamo trovato vento medio leggero, sicuramente non il mio preferito prima, a maggior ragione adesso, ma che mi ha dato l’opportunità di portare a casa una regata consistente ed un buon risultato.”

ILCA 7
Classifica finale:
1° Tapper (FIN)
2° Laer (BEL)
3° Uusitalo (FIN)
Le italiane in gara:
10° Giacomo Musone (ITA)
12° Peroni (ITA)
20° Roberto Rinaldi (ITA)
26° Paulon (ITA)
34° Barabino (ITA)
49° Paolo Freddi (ITA)
51° Valerio Palamara (ITA)
62° Edoardo Libri (ITA)
63° Anatol Sassi (ITA)

Le dichiarazioni dei protagonisti:
Dimitri Peroni: “Peccato non essere arrivato alla Medal Race per pochi punti, questo mi dispiace. Però ci sono aspetti di cui sono contento. Sono riuscito ad avere una buona velocità in regata e trovato qualche nuovo spunto su cui lavorare. Peccato per qualche errore di troppo in partenza che mi ha fatto perdere posizioni e punti preziosi.”
Il tecnico FIV Francesco Marrai: “Una regata fuori dall’ordinario per le condizioni meteorologiche: caldo e quasi assenza di vento. Peroni ha disputato una buona regata che non gli ha permesso di arrivare alla Medal Race ma comunque si inserisce in un suo percorso di crescita. Più in difficoltà Paulon e Barabino che hanno commesso qualche errore tattico di troppo che li ha penalizzati. Bisogna riuscire a trovare maggior solidità e costanza nei risultati.”

Nacra 17
Classifica finale:
1° Tita – Banti (ITA)
2° Gimson – Burnet (GBR)
3° Bissaro – Frascari (ITA)
Gli altri italiani in gara:
9° Ugolini – Giubilei (ITA)
20° Margherita Porro – Stefano Dezulian (ITA)

Le dichiarazioni dei protagonisti:
Caterina Banti e Ruggero Tita: “E’ stata una settimana particolare, su cinque giorni abbiamo regatato solo tre per il pochissimo vento. Abbiamo fatto solo quattro prove che però ci hanno permesso di testarci rispetto all’obiettivo del Campionato Europeo della prossima settimana in Danimarca. Da quando veniamo a Kiel insieme abbiamo sempre vinto e questo è il secondo anno che vinciamo la Kieler Woche.”

Maelle Frascari: “Settimana intensa, si sono cercate le giornate ideali per regatare con la nostra classe. Campo particolare per condizioni meteo che per affollamento di barche. Abbiamo fatto molta attenzione per le nuove regolazioni e posso dire che ci siamo divertiti, cercando di ritrovare un punto di partenza dopo l’infortunio e i pochi allenamenti. Siamo felici di aver rimesso ore dentro e oggi di avere fatto una bella Medal Race.”
Il tecnico FIV Gabriele Bruni: “Tita – Banti hanno gestito bene la Medal Race, in controllo sugli inglesi. Bissaro – Frascari hanno invece vinto di prepotenza la Medal Race guadagnando il terzo posto in classifica generale. Ugolini Giubilei invece hanno subito un danno all’imbragatura del trapezio. Abbiamo dimostrato che tutti e tre gli equipaggi hanno una ottima velocità e che il lavoro fatto questo inverno ha pagato. Adesso abbiamo il Campionato Europeo tra una settimana in Danimarca, faremo solo tre giorni di riposo e poi partiremo subito.”

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti