Mercoledì 22 giugno a Torbole saranno assegnati i titoli mondiali classe Formula Foil

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Sulle acque del Garda Trentino altre tre prove, 18 in tutto; anche oggi nel pomeriggio non si è disputata la seconda sessione di gare a causa di un’allerta meteo per un temporale che sembrava arrivasse sull’alto Garda

 Il vento, nella penultima giornata di regate del Mondiale Formula Foil in svolgimento al Circolo Surf Torbole, è arrivato pigramente, quasi a fare dispetto al Comitato di Regata FIV che invece aveva anticipato la prima possibile partenza alle ore 11:30, considerato che nei giorni scorsi è sempre soffiato nelle prime ore del mattino. Verso le ore 14 il vento da sud ha cominciato comunque a distendersi sul campo di regata discretamente, raggiungendo inizialmente gli 8-10 nodi, per poi dare delle raffiche, durante la terza prova di giornata, anche di 20 nodi. Un’allerta meteo prevista per metà pomeriggio con un possibile temporale in avvicinamento sull’area di regata, ha consigliato prudenza al Comitato di Regata, che non ha più fatto uscire le flotte in acqua dopo la prevista pausa, fermando il programma di questa quarta giornata a tre regate, portando ad un totale provvisorio di 18 prove. 

Ad un giorno dalla conclusione nella categoria senior le prime due posizioni sono sempre saldamente occupate dai due fratelli francesi Nicolas e Thomas Goyard (rispettivamente campione europeo e argento olimpico), a 5 punti uno dall’altro. Prosegue l’altro duello tra lo svizzero Elia Colombo (attualmente terzo) e l’olandese Luuc Van Opzeeland, ad un solo punto dal podio. Nella prima prova con vento leggero sorprendente secondo posto assoluto del polacco Romanowski, ora settimo nella classifica generale. Tra gli Youth l’atleta del Circolo Surf Torbole Manolo Modena mantiene un vantaggio di 23 punti sul compagno di team Jacopo Gavioli. Tra le donne sempre prima Sofia Renna, che ha distaccato l’altra italiana Linda Oprandi (rispettivamente 23^ e 31^ overall). Lo spagnolo Del Cerro e il polacco Dittrich sempre leader delle categorie master e grand master. Tra i più piccoli junior peccato che lo svizzero Zeley è riuscito ad arrivare a Torbole solo nel terzo giorno di gare: considerati i suoi due secondi e quattro terzi, avrebbe dato più battaglia agli atleti che si contendono la zona podio, senza considerare però il leader Leonardo Tomasini, che continua a fare regata a sè, creando dietro la sua scia il vuoto: ora è al comando con 14  e 20 punti di vantaggio sui compagni di circolo Mattia Saoncella e Valentino Blewett.

Ultimi sforzi al Circolo Surf Torbole per concludere nel migliore dei modi questo mondiale, che ha visto sempre condizioni meteo favolose. Intanto nella sede del circolo stanno arrivando i primi campionissimi che dal 24 al 26 giugno parteciperanno alla mitica RRD One Hour Classic, sfida di un’ora tra una sponda e l’altra dell’Alto Garda: sono quasi 20 gli atleti che solitamente regatano nel Circuito professionistico PWA iscritti alla regata, dando gran lustro alla manifestazione e innalzando ai massimi livelli la sfida per abbattere il record sia con tavola con pinna, che foil. Una grande soddisfazione per una regata che è nata nel 1989 e che ora celebra anche il ricordo di Alberto Menegatti, l’atleta del Circolo Surf Torbole, che tantissimi riders presenti nel prossimo week end hanno conosciuto, condividendo allenamenti, regate, viaggi.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti