Conto alla rovescia per la tappa inaugurale della “RS21 Cup Yamamay”

Porto Ercole ospiterà l’atteso debutto

Ormai ci siamo. Inizia il conto alla rovescia per il via alla seconda stagione della classe velica RS21, che lascerà gli ormeggi in Mar Tirreno, dall’1 al 3 aprile a Porto Ercole nella splendida cornice dell’Argentario.

Sarà il primo di cinque Act della “RS21 Cup Yamamay”  che vede l’importante brand italiano al fianco della vela come title-sponsor, all’insegna della sostenibilità. Yamamay, infatti, sta investendo più di qualunque altro gruppo del suo settore proprio sul tema della sostenibilità ambientale anche con l’utilizzo di materiali riciclati. Un “matrimonio” quello fra RS21 e Yamamay basato quindi su principi comuni, anche se su diversi fronti.

Per Yamamay, tra l’altro, si tratta di un ritorno nel mondo della vela dopo aver partecipato all’America’s Cup di Valencia come sponsor dell’imbarcazione italiana “+39 Challenge”.

Un impegno, quello della classe RS21, suggellato anche dalla stesura del “Manifesto della Sostenibilità” che troverà la sua applicazione proprio con la stagione 2022 e la “RS21 Cup Yamamay”. Il “Manifesto della Sostenibilità” (Regatare in modo Sostenibile) si sviluppa su sette punti chiave: a partire dal rispetto per il mare, all’uso degli elementi naturali, la vela inclusiva e la sua promozione, la cultura marinara, il rispetto degli avversari e la scelta di sponsor e partner sostenibili. 

Regate ad impatto ambientale “zero”. A cominciare dalla schiuma del “sandwich” utilizzato nello stampaggio in infusione degli scafi RS21 che è in Pet riciclato dalle bottigliette. Poi le resine usate sono bioderivate e il bulbo della barca è in acciaio e non in piombo. 

Non ultima la “chicca” del motore elettrico entrobordo a scomparsa, obbligatorio, che sviluppa 1 kwatt di potenza. Particolari che fanno la differenza come la messa al bando della plastica in regata. Durante tutto il circuito della “RS21 Cup Yamamay” verranno poi utilizzate le innovative boe elettriche Mark Set BOT a zero impatto ambientale.

Ma veniamo all’atteso debutto toscano. Si regaterà a Porto Ercole-Cala Galera, da venerdì 1 a domenica 3 aprile con la regia del Circolo Nautico e della Vela Argentario: in tutto, vento permettendo, 9 prove. Rispetto alla stagione passata la flotta italiana della classe RS21 e quasi raddoppiata a conferma dell’interesse che questa barca sta riscuotendo anche nella nostra penisola.

Una barca, disegnata da Richard e Withouse, lunga 6 metri e 34, larga 2.20 con un pescaggio di 1.38. In tutto 650 chilogrammi con una superficie velica (randa e fiocco) di quasi 25 metri quadri: caratteristiche che rendono l’RS21 stabile, facile da manovrare e con performance esaltanti.

Partners della stagione 2022 degli RS21, oltre al già citato Yamamay come title-sponsor, sono: main-sponsor Hotel Serena; Gold sponsor: Guglielmi Rubinetterie, Negrinautica e Code Zero Digital; Silver sponsor: Gottifredi Maffioli, Biova Beer e A Buon Rendere; Partner for sustainability: One Ocean Fondation e UP2You; Official supplier: Free Ride Cosmetics, Rivelami, Forti Oggetti e Sailmon.

La stagione, che porterà all’assegnazione della “RS21 Cup Yamamay”, prevede in tutto 5 Acts in altrettante tappe:  dopo Porto Ercole sarà la volta di Sanremo (13-15 maggio), Rimini (10-12 giugno), Malcesine (29- 31 luglio) con atto conclusivo dal 30 settembre al 2 ottobre a Puntaldia in Gallura dove verrà assegnato il titolo italiano. 

La “RS 21 Cup Yamamay” avrà, come per la passata stagione, due classifiche: una Corinthian solo con velisti di Gruppo 1 (non professionisti) e una Open che include anche velisti professionisti di Gruppo 3 (elite). 

Giova ricordare che la “RS 21 Cup Yamamay” è un trofeo perpetuo, disegnato da Code Zero e Negrinautica (rappresenta la prua della barca) e premia, a fine stagione, il vincitore della classe Open. Trofeo realizzato da Persico Marine (quello che ha, tra l’altro, costruito Luna Rossa). Il detentore – nel 2021 vinse Gianluca Grisoli con “Beyond Freedom” – dopo aver conservato gelosamente la coppa la consegnerà a fine stagione al suo successore. Per la graduatoria Corinthian è previsto un trofeo diverso.

Non resta quindi che attendere con impazienza le prime schermaglie in acqua con l’Argentario a fare da “apripista”. «Finalmente diamo inizio a questa attesa seconda edizione della RS21 Cup Yamamay – commenta Davide Casetti presidente dell’Italian Class -. Un’edizione con molte novità sia a livello di armatori che di equipaggi. Ma anche a livello di sponsor che hanno deciso di condividere con noi la duplice esperienza di sportività e di sostenibilità. Il numero di barche in acqua, già da Porto Ercole, aumenterà continuando questo trend anche durante la stagione fino all’italiano di Puntaldia dove contiamo di superare le 30 unità. Porto Ercole è una novità per la classe ma sono sicuro che ci divertiremo, come sempre. Buon vento a tutti i regatanti».

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti