Luna Rossa festeggia un anno dalla vittoria della Prada Cup

Mentre nelle ultime settimane la base a Cagliari di Luna Rossa ha ripreso ad animarsi Luna Rossa festeggia oggi un’anniversario molto particolare.

Era il 21 febbraio del 2021, esattamente un anno fa. Dopo 209 virate e 155 strambate in perfetto stile match race, 260 miglia nautiche percorse per un totale di 8 ore e 51 minuti di regate tra Round Robin, semifinali e finali, Luna Rossa conquista il titolo di Challenger della 36esima America’s Cup.

“Siamo italiani e che cavolo…!”. Queste le parole pronunciate esattamente un anno fa da Francesco Checco Bruni, timoniere di Luna Rossa Prada Pirelli, dopo aver tagliato il traguardo che sanciva, con un secco 7-1 su INEOS Team UK, la vittoria della PRADA Cup.  

Il 21 febbraio 2021 Luna Rossa entrava (per la seconda volta, dopo la sfida del 2000) nella storia della vela, aggiudicandosi le Challenger Selection Series e quindi il diritto di sfidare Emirates Team New Zealand nel match di America’s Cup.  

Le interviste ai protaginisti durante la Prada Cup

La vittoria della PRADA Cup, in effetti, è stata una storia molto italiana. Italiana come la grande maggioranza del team, dei partner, delle aziende che hanno fornito il materiale tecnico alla squadra.  

Il 21 febbraio è un giorno importante da festeggiare” affermano dal team di Luna Rossa “ma con la mente proiettata a un’altra data. Il 31 marzo prossimo: il termine entro il quale il Defender annuncerà la sede del Match e le date approssimative della 37esima America’s Cup. Luna Rossa Prada Pirelli c’è. Ed è pronta. Stay tuned“.

Nell’attesa di conoscere quella che sarà la prossima sede dell’America’s Cup prosegue, dunque, il lavoro di Max Sirena & Co. nella base di Cagliari. Proprio a proposito di quello che sarà il team per la prossima sfida, potrebbero essere almeno tre gli addii eccellenti per la prossima campagna, tutti – tra l’altro – titolarissimi a bordo dell’ 36esima America’s Cup. A fronte di chi lascerà ci saranno sicuramente nuovi innesti e, tra questi, il nome che più circola negli ultimi mesi è quello di Ruggero Tita. L’oro olimpico a Tokyo 2020, velista di punta della nazionale italiana, a più volte ribadito la sua volontà di difendere la medaglia a Parigi 2024 ma nell’ultimo periodo il suo feeling con il Team Prada si è sempre di più consolidato.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti