Youth Foiling Gold Cup: In una giornata intensa, si completano i knockout e prendono il via le finali

Le condizioni meteo instabili avute negli ultimi giorni hanno reso difficile rispettare il programma di regate dei knock out. L’ultimo, che doveva essere disputato ieri, è slittato a questa mattina.

Ad affrontarsi nel terzo turno di knock out Team France, Team Argentina, Katana Sailing Team, Equal Sailing, Okalys Youth Project arrivati dalle precedenti prove ad eliminazione e Young Azzurra che si era già assicurata un posto grazie al piazzamento conquistato nelle regate di qualificazione iniziali.
Condizioni molto marginali nelle prime prove svolte nella mattina. Nella prima regata, Young Azzurra e Team France si sono giocati la vittoria nell’ultimo lato di bolina, vinto dai francesi per un secondo.
Nella seconda regata, Team Argentina ha condotto bene il primo lato e gestito bene il calo divento sul lato di poppa, che li ha permesso di prendere un vantaggio consistente e andare a vincere per 52 secondi sul resto della flotta.

Nella terza ed ultima prova del knock out, sono partite bene le ragazze di Equal Sailing, mentre gli argentini hanno sofferto, ma sono riusciti a recuperare negli ultimi due lati del percorso, vincendo la prova, seguiti da Equal Sailing protagoniste di una bella prestazione di carattere che consente loro il passaggio alla finale che era stata messa a rischio dalle prime due prove di giornata, chiuse in ultima e penultima posizione. Rimane fuori dalle finali il team svizzero di Okalys con Clelia Sessa, Arnaud Grange, Lauber Morgan e Filippo Amonti.

Con una brezza più consistente nel pomeriggio sono iniziate le finali, dove è sceso di nuovo in acqua il team olandese DutchSail – Janssen de Jong, che con la vittoria delle regate di qualificazioni iniziali aveva già ottenuto il pass per la finale.  

Nelle tre prove disputate gli olandesi hanno dimostrato di avere un ottimo controllo della barca sia nella conduzione che nelle manovre, vincendo due prove con un buon margine e l’ultima per un solo secondo sul Team Argentina. Il resto della flotta, con risultati parziali alterni, è livellato: tre team a 12 punti.  

Le finali continuano domani e dopo domani.

Arnaud Grange – Okalys Youth Project / SNG:“È stata una giornata piuttosto lunga perché siamo usciti presto in acqua e abbiamo finito nel pomeriggio. Purtroppo, abbiamo perso il pass per la finale.  Oggi era molto facile perdere o guadagnare, il che ha reso le regate molto interessanti ma anche molto difficili. Soprattutto nei lati di poppa, abbiamo fatto dei grossi errori, che ci sono costati un sacco di punti e l’ingresso nella finale dell’ACT 3.  È un peccato perché abbiamo navigato bene durante le regate di qualificazione. Comunque, ci eravamo già qualificati per la Grand Final, e non vediamo l’ora di navigare di nuovo la prossima settimana.”

Silvia Mas – Equal Sailing: “Oggi è stato piuttosto intenso per noi con condizioni di vento difficili. Abbiamo iniziato le prime due regate piuttosto male, e alla fine della seconda eravamo fuori dalla finale. Nella terza prova, dovevamo davvero fare del nostro meglio per guadagnare punti, risalire la classifica e garantirci un posto in finale. Verso l’arrivo sapevamo che se una barca ci avesse passato saremmo state fuori. La pressione era alta, ma ci siamo riusciti e ce l’abbiamo fatta.”

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti