Ora Cup Ora Optimist sul Garda: domenica la conclusione

Ormai in dirittura d’arrivo la 26^ edizione della Ora Cup Ora, una delle più partecipate regate estive sul Garda Trentino dedicata ai giovanissimi dell’Optimist e organizzata dal Circolo Vela Arco.

Torna numerosa la partecipazione complessiva con 553 timonieri, di cui 75 cadetti (9-10 anni) e 478 juniores (11-15 anni), nonchè molte nazioni presenti. Venerdì giornata di esordio con un bel vento da sud che ha permesso lo svolgimento di 3 regate consecutive per tutte le flotte.

Gli juniores sono stati suddivisi in 4 batterie mentre i cadetti in un unico raggruppamento. Sabato giornata meno fortunata dal punto di vista del vento e una sola regata con vento leggero, che però ha permesso lo scarto di una prova e la divisione per domenica dei gruppi in base alla classifica generale. Saranno in gold fleet i migliori 120 timonieri con in testa Erik Scheidt (Circolo Vela Torbole), che dopo la tripletta del primo giorno, ha piazzato un bel secondo (scartato) e si presenta in finale con 4 punti di vantaggio sul tedesco Moritz Hamm (9-1-3-3).

Ad un solo punto Giovanni Bedoni (Fraglia Vela Riva), oggi penalizzato dal vento leggero. Passa in testa tra le femmine la rivana Victoria Demurtas (Fraglia Vela Riva), che scartando la brutta prima prova è risalita all’ottavo posto generale. Tra i cadetti per ora in testa con margine Artur Brighenti (CN Brenzone), seguito dal più piccolo della famiglia Demurtas, Andrea (Fraglia Vela Riva), secondo a 5 punti. Terzo posto assoluto e primo femminile per la spagnola Marta Ferrando, prima nella quarta regata.


Intanto c’è suspance per capire se l’oro olimpico Ruggero Tita riuscirà ad essere presente domenica alla premiazione dell’Ora Cup Ora, la stessa regata che vinse nel 2006: l’inizio di una carriera folgorante che l’ha portato fino al meritatissimo successo di Tokyo.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti