A Scarlino lo Swan One Design Scarlino Warm Up

A Marina di Scarlino cala il sipario su una tripletta di eventi velici di alto livello, dove la sicurezza è stata posta prima di tutto. Le acque toscane sono state il teatro di tre intense regate, dagli Swan agli Optimist, passando per i Melges.

Con l’applicazione di protocolli Covid estremamente rigorosi, e una straordinaria sinergia con le autorità locali e il Comune di Scarlino, i tre eventi hanno potuto svolgersi in totale sicurezza, consentendo così un turnover di oltre seicento persone, tra atleti, ufficiali di regata e allenatori, nell’arco di tre settimane.

Il primo evento che si è svolto è stato il tanto atteso Swan One Design Scarlino Warm Up (9-11 aprile), una regata di allenamento che ha permesso ai ClubSwan 50 e ai ClubSwan 36 presenti di riscaldare i motori in vista del prossimo Swan Tuscany Challenge (maggio 25-29) che vedrà il via della Nations League -il noto circuito Swan One Design- proprio alla Marina di Scarlino.

Una flotta di 11 50 piedi e 7 36 piedi ha preso parte a un weekend ventoso e impegnativo, che ha dato l’opportunità ai team presenti di testare le vele, esercitarsi nelle manovre e togliere la ruggine di dosso, dopo un lungo periodo invernale.

A guidare le rispettive flotte, al termine di sei regate decisamente intense, sono stati il team russo di Sparti (Dmitry Rybolovlev) e all’italiano Vitamina Cetilar di Andrea Lacorte

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti