European Yacht of the Year, ecco tutti i vincitori

Al centro della scena i migliori motoscafi e yacht a vela d’Europa. Gli “Oscar per la costruzione di imbarcazioni” sono stati premiati in dieci categorie il sabato sera di ieri. A FLAGSHIP NIGHT, a cui hanno partecipato 450 ospiti, il premio internazionale “European Yacht of the Year” è stato assegnato per la diciassettesima volta e il premio “European Powerboat of the Year” per la quattordicesima volta. I vincitori dei rinomati premi sono stati scelti da una giuria esperta composta da organizzazioni di collaudo e dai redattori capo delle principali dodici riviste di vela e otto di powerboating

Circa 50 nuove barche a vela vengono varate in Europa ogni anno. Tuttavia, solo cinque costruttori di barche possono rivendicare il titolo di “yacht europeo dell’anno 2020”. La completa fase di test condotta dai membri della giuria delle dodici riviste di vela provenienti da Norvegia (Seilmagasinet), Svezia (Båtägande), Gran Bretagna (Yachting World), Paesi Bassi, (Zeilen), Svizzera (marina.ch), Francia (Voiles et Voiliers), Spagna (Nautica y Yates), Danimarca (Bådmagasinet), Austria (Yachtrevue), Italia (Vela e Motore), Finlandia (Vene) e Germania (YACHT) si sono svolte a Port Ginesta, a sud di Barcellona, ​​a ottobre.

Tutti e sedici i candidati sono stati accuratamente testati e valutati. Tutto sommato, i giornalisti del settore hanno navigato per quasi 2.500 miglia marine, o più di 4.500 chilometri, con gli yacht nominati nel corso di una settimana. Tutte le decisioni sono prese a maggioranza di giuria; una clausola di nazionalità garantisce che i membri della giuria non possano favorire candidati del proprio paese. Il rispettivo yacht dell’anno riflette ciò che sta accadendo sul mercato in generale. Da un lato, l’ultima tendenza sta andando verso yacht sempre più grandi con interni personalizzati e numerosi extra, e dall’altro, gli yacht sportivi stanno godendo di un’ondata che non si vede da molto tempo. Abbastanza notevole è il predominio schiacciante dei candidati francesi. Dal 2004, i costruttori di barche francesi si sono guadagnati il ​​titolo di “yacht europeo dell’anno” 31 volte. Per fare un confronto: Germania e Italia, il secondo e il terzo paese di maggior successo, hanno vinto solo 16 titoli contemporaneamente.

Il vincitore di quest’anno nella categoria Family Cruiser è stato il Beneteau Oceanis 30.1. Lo yacht da turismo costruito dalla consociata Delphia Yachts in Polonia offre un notevole grado di lusso e comfort, nonostante le dimensioni compatte, ha determinato la giuria. Anche le sue proprietà veliche e la qualità della fabbricazione sono state elogiate. Un modello di avviamento pratico e conveniente per quattro membri dell’equipaggio.

Nella categoria Performance Cruiser, il vincitore è stato l’X 4.0. La barca danese unisce tutte le virtù che hanno portato alla fama il famoso costruttore di barche X-Yachts. Offre un sacco di energia prontamente disponibile – accanto a arredi molto raffinati e confortevoli.

Nella categoria Luxury Cruiser, l’Amel 60 ha trionfato. L’ampio pozzetto, quasi completamente coperto da una tuga, offre la massima protezione contro gli elementi mentre funge da rilassante zona relax. Sottocoperta, gli interni eleganti e di alta qualità offrono tre ampie cabine doppie e un salone luminoso e ben strutturato per competere con quello di un hotel a cinque stelle.

Il vincitore di quest’anno nella categoria Family Cruiser è stato il Beneteau Oceanis 30.1. Lo yacht da turismo costruito dalla consociata Delphia Yachts in Polonia offre un notevole grado di lusso e comfort, nonostante le dimensioni compatte, ha determinato la giuria. Anche le sue proprietà veliche e la qualità della fabbricazione sono state elogiate. Un modello di avviamento pratico e conveniente per quattro membri dell’equipaggio.

Nella categoria Performance Cruiser, il vincitore è stato l’X 4.0. La barca danese unisce tutte le virtù che hanno portato alla fama il famoso costruttore di barche X-Yachts. Offre un sacco di energia prontamente disponibile – accanto a arredi molto raffinati e confortevoli.

Durante la nomina degli attuali candidati, era evidente che il numero di yacht da regata veloci e facilmente manovrabili è maggiore che mai. Per renderli giustizia, la giuria ha creato una nuova categoria separata (Regatta Yachts). In questo gruppo, il Dehler 30 OD di Greifswald rivendicò il titolo. Il marchio ha una lunga tradizione di piloti e si è basato sul suo successo con la barca ottimizzata per i piccoli equipaggi. Il Dehler 30 OD ha una struttura leggera, un design coerente ed è attualmente il modello più attraente del suo genere.

Il premio per l’innovazione è stato assegnato al ClubSwan 36, l’ultimo modello del marchio di lusso, Nautor. La moderna e radicale macchina da corsa dell’azienda finlandese è attualmente la barca più eccitante prodotta in serie. Ha tutti gli ingredienti di uno yacht ad alta tecnologia: dalla forma estrema dello scafo a un aliscafo in carbonio al centro della barca, che può essere posizionato al tiro di una fune e genera un sollevamento sott’acqua. Più veloce va, maggiore è l’effetto idrodinamico. Vale a dire, il # clubswan36 diventa “più leggero” man mano che aumenta la velocità, rendendolo ancora più veloce. “Sembra di essere su un tappeto volante”, afferma Jochen Rieker, caporedattore della rivista YACHT e presidente della giuria di esperti.

“La cosa più sorprendente al riguardo è che ClubSwan offre i suoi impressionanti valori prestazionali senza strappi o balbuzie.”

La presentazione dei premi “European Powerboat of the Year 2020” è stata altrettanto emozionante. Questa giuria di esperti è composta da redattori capo e tester degli otto principali media europei di motoscafi provenienti da Norvegia (Båtliv), Italia (BoatMag), Francia (Nettuno), Paesi Bassi (Motorboot), Spagna (Nautica y Yates), Svizzera ( marina.ch), Austria (Yachtrevue) e Germania (BOOTE).

Ogni anno vengono lanciati oltre 200 nuovi design di barche sul mercato dei motoscafi. Al festival di yacht di Cannes a settembre, gli esperti di motoscafi hanno nominato i loro 23 migliori contendenti da questa moltitudine di nuovi modelli con l’aiuto di un sistema intelligente basato su punti. Oltre alle solite caratteristiche che indicano la qualità di una barca, come la solidità della costruzione o le sue proprietà prestazionali, ad esempio, il concetto generale e l’aspetto rapporto qualità-prezzo hanno avuto un ruolo decisivo per i membri della giuria quando si è trattato del loro scelta e sistema di classificazione. Spesso, le idee innovative e insolite di un costruttore di barche alla fine portano anche a un successo pluripremiato in una delle quattro classi di lunghezza o nella classe di scafo dislocante indipendente dalla lunghezza.

Nella piccola classe, barche a motore fino a 8 metri, la Silver Tiger DCz alla fine vinse la gara. #Silvertigerdcz è caratterizzato da eccellenti proprietà di guida sicure e da un rapporto prezzo-prestazioni favorevole. Inoltre, offre la massima sicurezza per l’intero equipaggio, grazie alla sua cabina di guida completamente sigillata.

Soprattutto, le barche a motore fino a 10 metri di classe devono offrire soluzioni pratiche, una finitura solida e una guida sicura su tutte le acque. In questa categoria, il Beneteau Flyer 10 ha vinto il premio. Sul # flyer10, vari concetti di grandi yacht sono stati trasferiti con successo alla classe dei 10 metri. È un sapiente mix tra una barca di un giorno e un incrociatore.

L’entrata vincente nella classe dei motoscafi fino a 14 metri è stata l’impressionante Pardo 38. Il # pardo38 ha eccezionali proprietà di guida, abbinate a una qualità estremamente elevata. Agli occhi della giuria, è il perfetto day cruiser di grande formato.

Nelle barche a motore fino a 20 metri di classe, la giuria ha selezionato il Solaris Power 48 Open. Con il suo secondo modello, il costruttore di barche Solaris è finalmente arrivato nel mondo dei motoscafi. Proprio come il design, la qualità di produzione stabilisce nuovi standard nella sua classe. Questo è accompagnato da proprietà di guida bilanciate. Le “terrazze della cabina di pilotaggio” pieghevoli sono un ulteriore punto forte dell’apertura # solarispower48.

Nella classe di scafo dislocante indipendente dalla lunghezza, il premio “European Powerboat of the Year” 2020 è stato assegnato a Vedette Navigator 35. La giuria ha dichiarato: Vedette Navigator è la versione moderna del classico concetto di yacht in acciaio. La qualità dei materiali e della fabbricazione è eccellente dappertutto.

L’Innovation-Award 2020 di quest’anno, presentato nell’ambito dei premi “Powerboat of the Year”, è stato assegnato all’unità Volvo Penta DPI. “Ancora una volta, Volvo Penta ha fissato nuovi parametri di riferimento nella tecnologia di guida. La frizione idraulica dell’azionamento DPI consente un cambio silenzioso, a bassa usura, prolungando la durata della trasmissione Z. Inoltre, il servosterzo elettrico offre maggiore praticità e sicurezza nella pratica “, spiega Torsten Moench, caporedattore di BOOTE, riassumendo la scelta vincente della giuria in questa categoria.

Il SEAMASTER-Award è stato assegnato per l’ottava volta al FLAGSHIP NIGHT 2020 #Event. La fiera “Boot” di Düsseldorf e la casa editrice Delius Klasing Verlag onorano una personalità eccezionale degli sport acquatici con questo premio. Il premio 2020 è stato consegnato al professionista di vela tedesco Boris Herrmann.

L’estate scorsa ha fatto notizia in tutto il mondo con un viaggio in barca a vela transatlantico, durante il quale ha trasportato Greta Thunberg al vertice sul clima delle Nazioni Unite a New York senza emissioni. 800 milioni di persone hanno seguito l’arrivo della festa in televisione e in diretta streaming online, più di qualsiasi altro evento #Event nella storia. Ciò rende Boris Herrmann l’ambasciatore più importante per gli sport acquatici nell’ultimo anno.

Nel 2020, il velista di successo vuole continuare a generare un brusio. L’8 novembre, Boris Herrmann sarà il primo tedesco a partecipare al prestigioso Vendé Globe, una regata non-stop per velisti solitari, con lo yacht “Malizia II”.

Il presentatore del Premio SEAMASTER, Dee Caffari, è anche tra i migliori professionisti in alto mare. Nel 2006, è stata la prima donna a navigare senza sosta in tutto il mondo in un viaggio da solista contro la direzione del vento prevalente, cioè da est a ovest, attorno a tutti i promontori dell’emisfero meridionale spazzati dalla tempesta. Da allora ha completato con successo altri tre progetti: una volta da solo al Vendée Globe e due volte con un equipaggio alla Volvo Ocean Race.

La giuria SEAMASTER comprendeva i redattori capo delle riviste del settore BOOTE, BOOTE EXCLUSIV, YACHT e SURF. È stato presieduto dall’editore Konrad Delius della casa editrice Delius Klasing Verlag e Petros Michelidakis, direttore di “Boot” Düsseldorf.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti