Vela Veneta

Hyundai World Championships 2019: Seconda giornata difficile, bene Bissaro-Frascari

Un secondo giorno lungo e intenso a Auckland per i tre Mondiali di Vela Olimpica delle classi acrobatiche 49er, FX e Nacra 17: una brezza robusta estremamente variabile di direzione e intensità, 12 nodi nelle prime prove, 16 nodi a metà giornata e infine 10 nel pomeriggio, è stata accompagnata da onde corte e ripide causate dalla forte corrente contraria alla direzione del vento, a sua volta molto oscillante. 

Una giornata tecnica e complicata, nella quale sono state disputate ben 28 manche in totale nelle tre batterie della flotta 49er maschile, e nelle due rispettivamente delle flotte 49er FX femminile e Nacra 17 misto.

Per i velisti azzurri una giornata non particolarmente brillante, anche se non sono mancati ottimi piazzamenti in singole manche, ed è in pieno svolgimento la battaglia per conquistare la qualifica olimpica per nazione che ancora manca alle classi 49er e FX, e che dovrà passare prima per la promozione alle Finali di questo Mondiale con la flotta Gold, quella dei migliori. 

Ecco la situazione classe per classe.

49er maschile (88 barche)
6 prove disputate, il punteggio considera 1 scarto della prova peggiore

In testa gli austriaci Benjamin Bildstein e David Hussl (1-5-2-2 di giornata), seguiti da vicinissimo dai fuoriclasse kiwi Peter Burling e Blair Tuke (3-3-1-8), intenzionati a mettere fine alle qualifiche interne alla squadra neozelandese, e al terzo posto dai tedeschi Erik Heil e Thomas Ploessel. Tra i favoriti faticano più del previsto gli australiani David e Lachy Gilmour (16), gli spagnoli Diego Botin e Iago Lopez (13), i brasiliani Marco Grael e Gabriel Borges (20).
La posta in palio, oltre al titolo e al podio iridato, è la conquista di uno dei quattro ticket olimpici per Tokyo 2020. Al momento la classe 49er conta 11 qualificati su 19 posti ai Giochi. Gli ultimi quattro saranno poi assegnati su base continentale e per l’Europa resterà l’ultimo appuntamento a Genova per la World Cup nell’aprile 2020.

GLI ITALIANI
Alti e bassi per gli equipaggi azzurri del 49er. In evidenza grazie alla bella vittoria nella seconda prova del giorno Simone Ferrarese e Valerio Galati (14-1-12-11 i risultati odierni) che occupano il 31° posto. Scivolano un po’ rispetto al primo giorno e sono al 32° Uberto Crivelli Visconti e Gian Marco Togni (oggi 27-15-5-9). Quindi al 52° troviamo Jacopo Plazzi e Giacomo Cavalli (oggi 13-24-16-5), sfortunati nell’ultima prova, perché erano in testa e a causa di una scuffia nel finale hanno perso quattro posizioni finendo quinti.
Per gli azzurri l’imperativo è recuperare posti per la promozione nella Finale Gold (i primi 25 posti della classifica) nelle quattro prove in programma domani, ultimo giorno di Qualifiche.

49er FX femminile (61 barche)
4 prove disputate, il punteggio considera 1 scarto della prova peggiore 

Abbastanza a sorpresa i primi tre posti, con le statunitensi Paris Henken e Anna Tobias al comando (18-1-1-5 i piazzamenti), davanti alle danesi Ida Marie Baad Nielsen e Marie Thusgaard Olsen (4-9-2-1), e alla coppia di Singapore Kimberly Lim e Cecilia Low (9-4-1-20). Come si vede dai punteggi uno scivolone capita a tutti con una giornata difficile per il vento oscillante. Le medaglie olimpiche in carica inseguono: quarte le kiwi Alex Maloney e Molly Meech (argento a Rio 2016), quinte le brasiliane Martine Grael e Kahena Kunze (oro di Rio 2016).

LE ITALIANE 
Piazzamenti altalenanti, con grandi squilli e altre prove anonime, per i cinque giovani equipaggi azzurri. A fine giornata sono in corsa sia per la promozione alle Finali Gold (entrano le prime 30) che nel calcolo delle qualifiche olimpiche le gardesane Alexandra Stalder e Silvia Speri (6-10-12-20 i piazzamenti di oggi) che in classifica generale occupano il 22° posto.
A caccia della Flotta Gold anche Margherita Porro e Sveva Carraro, con il 26° posto in generale (16-26-5-10 oggi), Francesca Bergamo e Alice Sinno (11-30-14-16 oggi) con il 34°, e Carlotta Omari e Matilda Distefano (25-18-16-8 oggi) al 36° in generale. Più staccate, ma con almeno un piazzamento che lascia sperare nella rimonta, al 45° in generale ci sono Maria Ottavia Raggio e Jana Germani (oggi 23-4-24-24).

NACRA 17 misto (52 barche)
4 prove disputate, il punteggio considera 1 scarto della prova peggiore

Podio con punteggi molto bassi: doppietta inglese in testa con John Gimson e Anna Burnet primi (2-2-1-1) e Ben Saxton e Nicola Boniface secondi (1-UFD-1-3), terzo posto USA con Riley Gibbs e Anna Weis (5-2-2-1).
Tra i favoriti, le medaglie olimpiche in carica inseguono: 8° gli austriaci Thomas Zajac e Barbara Matz (bronzo di Rio 2016), 11° gli argentini Santiago Lange e Cecilia Carranza (oro di Rio 2016), 13° gli australiani Jason Waterhouse e Lisa Darmanin (argento di Rio 2016). In difficoltà anche i kiwi Gemma Jones e Josh Porebski (16), e i fuoriclasse francesi Billy Besson e Marie Riou (19).

GLI ITALIANI 
La squadra azzurra molto forte in questa classe manda in orbita nel primo giorno Vittorio Bissaro e Maelle Frascari, che aprono il Mondiale con una vittoria e a fine giornata sono al 5° posto (1-4-5-8 i loro piazzamenti odierni). Come sempre volitivi Lorenzo Bressani e Cecilia Zorzi al 21° posto (17-9-2-19 oggi); al 22° i giovani Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei (13-16-10-5 oggi). La difficoltà di alcuni favoriti si conferma nella giornata opaca dei campioni del mondo in carica Ruggero Tita e Caterina Banti (10-13-10-8 oggi), che sono al 23° posto generale, soprattutto a causa di partenze non brillanti.

GIOVEDÌ 5 
Il terzo giorno del Mondiale sarà l’ultimo di Qualifica per le Finali Gold e prevede ancora quattro prove per tutte le sette batterie delle tre classi.
Si corre dalle 11 ora locale (le 23 di mercoledì 4 in Italia) per i 49er, quindi dalle 14 (le due di notte di giovedì 5 in Italia) per FX e Nacra 17. Tutte le manche in programma nei campi di regata più aperti nel Golfo di Hauraki a Nord dell’isola di Rangitoto, con previsioni simili a quelle di oggi, o appena più leggere.

Articoli relativi

Commenti