Vela Veneta

Lorenzo Bodini in Barcolana al timone del TP52 Omia ZeroCould

Dopo essere andato a podio 3 volte nelle ultime 4 edizioni, per la 51^ Barcolana lo skipper della Società Triestina della Vela, già olimpionico con il fratello Marco ai Giochi di Sidney 2000, ha scelto di non inseguire la vittoria assoluta con un maxi yacht, piuttosto di puntare alla vittoria di Classe Zero a bordo di un racer di razza, ma lungo la metà dei supermaxi: 52 piedi pari a 15,85 metri, il TP52 Omia ZeroCould.

“Nella flotta ci saranno altre barche della stessa classe, il che renderà il confronto ancora più interessante dal punto di vista agonistico – ha dichiarato Lorenzo. Non solo, in condizioni di aria leggera un TP52 potrebbe ben figurare a livello assoluto, attestandosi su posizioni alte, tra i primi 10”.

Puntando su una barca più a misura d’uomo, Lorenzo Bodini, coadiuvato come sempre da suo fratello gemello Marco, ha cercato di tornare allo spirito con il quale nacque e crebbe questa incredibile regata. “A bordo ci sarà la professionalità di sempre – prosegue lo skipper – ma l’equipaggio sarà composto in prevalenza da velisti amatori, mentre anche gli ospiti saranno chiamati a collaborare per le manovre di bordo. Colgo l’occasione per ringraziare tutti, a partire dal nostro pool di sponsor che ci permette di essere al via di domenica 13 con una barca competitiva. Un grazie speciale lo dedico a mia moglie Monica, io sono sempre in giro a fare regate e senza il suo impegno organizzativo non potremmo essere qui!”.

Omia ZeroCouldè un TP52 varato per la MedCup del 2008, skipper Vasco Vascotto, su progetto di Judel Vrolijkcon il nome di Mutua Madrilena. Venne charterizzato da Luna Rossaper la sua prima campagna TP52 nella MedCup del 2010. Dal 2017 appartiene all’armatore Danilo Falzitti, a bordo in Barcolana assieme, tra gli altri, a Santino Brizzi prodiere, Andrea Micalli tattico, Mauro Marchesan randista e al comandante di Omia ZeroCould,Vincenzo Di Giannatale.

Sabato pomeriggio alle 17.30, la nota influencer Costanza Caracciolo, il cui profilo Instragram vanta oltre un milione e centomila followers, sarà a bordo della barca ormeggiata sulle Rive su invito dello sponsor O Bag, prima di trasferirsi alle 18 presso lo store del noto brand di borse e accessori#Obagsailsfast è l’hastag per seguire Costanza Caracciolo in Barcolana.

Gianluca Angioletti, Direttore Generale di OMIA EcoBio Cosmetics: “Con grande soddisfazione, quest’anno ÔMIA laboratoiressarà presente alla 51^ Barcolana. La nostra presenza sulla barca OMIA TP52 ha lo scopo di stimolare in tutti gli amanti del mare una nuova consapevolezza, il prendersi cura della propria naturale bellezza e rispettare il mare e l’ambiente intorno a noi è possibile. Siamo la marca di cosmesi eco bio numero uno in Italia, l’assenza di oli minerali e altri ingredienti di origine petrolchimica, microplastica e siliconica conferisce ai nostri prodotti un profilo di biodegradabilità eccellente, il 99,5%. Aspettiamo tutti gli amanti del mare presso lo stand per conoscere da vicino i cosmetici amici del mare.” 

Come già in passato, anche in questa edizione della Barcolana espressamente dedicata alla tutela del mare, il team guidato da Lorenzo Bodini fa propria la “Promessa al mare” fatta per Clean Sea Life, un progetto di sensibilizzazione sui rifiuti marini co-finanziato dalla Commissione Europea che coinvolge migliaia di amanti del mare in una campagna straordinaria di pulizia di coste e fondali d’Italia. Tutti i velisti presenti alla Barcolana sono invitati a far propria la regola osservata a bordo di Omia ZeroCould#NothingOverboard, un hasthag che sottolinea l’importanza di non gettare nulla fuoribordo, in particolare i filtri delle sigarette. Per chi volesse conoscere maggiori dettagli circa il progetto la pagina dedicata ai diportisti è http://cleansealife.it/index.php/diportisti/

Articoli relativi

Commenti