Vela Veneta

Miss Italia alla Barcolana

Non poteva che scegliere l’eleganza senza tempo di uno Swan 65’, una delle barche più iconiche della storia dello yachting, la regina di bellezza Carolina Stramare, neoeletta Miss Italia

Force 9 Interfloraè il nono esemplare costruito da Nautor, venne varato nel lontano 1974 e fu il primo yacht a compiere il giro del mondo in regata con una donna skipper, la britannica Clare Francis, nella Whitbread Round the World Race del 1977-78. Una regata che oggi ha preso il nome di The Ocean Race, con la presenza di equipaggi misti o interamente femminili nelle edizioni più recenti.

Dopo la partecipazione in primavera alla Rolex Capri Sailing Week e aver navigato in una lunga crociera mediterranea l’intera estate, Force 9 Interflora ha fatto ritorno in alto Adriatico per essere al via della sua terza Barcolana, dopo aver preso parte alla Trieste – S.Giovanni in Pelago – Trieste e alla Coppa Bernetti, tradizionale warm up prima della regata più attesa dell’anno.

Miss Italia Carolina Stramare

L’equipaggio di Force 9 Interflora, guidato dallo skipper Giorgio Pittercon Matteo Vianelloalla tattica, è costituito da giovani atleti della squadra agonistica della Società Triestina della Velaassieme a velisti con qualche primavera in più, ma tante miglia di mare sotto la chiglia. Ne fanno parte: Giuliano Angelini, Federico Borghi, Eugenia Fabris, Rocco D’Amico, Marco Adamo, Matej Vodopivec, Nicola De Lalle, Filippo Brazzolotto, Matteo Conchetto, Alessandro Medo.

Interflora– afferma Luca Iannarone, Direttore Generaledi Interflora Italia – è da quest’anno partner ufficiale del Force 9 of London, l’elegante Swan ’65 a bordo del quale la skipper Clare Francis fece il giro del mondo nella Whitbread del 1977-78. Abbiamo voluto invitare a bordo del Force 9 Interflora, in occasione della Barcolana di Trieste,la nostra testimonial Carolina Stramare neoeletta Miss Italia 2019,anche in omaggio all’impresa di Clare Francis. Miss Italia sarà ambasciatrice Interflora di un importante messaggio dedicato a tutte le donne caparbie e coraggiose che si sono distinte in imprese eroiche”.

Articoli relativi

Commenti