Vela Veneta

Tp 52 World Championship: Phoenix 12 di Tina Plattner al comando

La prima giornata della quarta tappa delle 52 SUPER SERIES si può definire a dir poco tragica e piena di nuovi spunti per il primo leader, per niente tra i favoriti di questo Rolex TP52 World Championship Puerto Portals 2019. Tina Plattner a bordo del suo Phoenix 12, con due terzi posti ha messo in fila i grandi della flotta. Quantum e Azzurra a fasi alterne, Platoon nella media e gli altri ad inseguire la corazzata Sudafricana che ha dimostrato solidità e grande feeling a bordo. Una vera sfortuna/disgrazia quella piombata addosso a Provezza, l’imbarcazione dell’armatore turco Ergin Imre che ha rotto l’albero alla seconda bolina della prima prova di giornata. Un momento tragico accolto con grande apprensione da parte di tutti i team che molto sportivamente hanno messo a disposizione i propri mezzi per sopperire a questa “catastrofe sportiva”. Un nuovo albero è già in viaggio da Valencia alla volta di Portals, tutti fanno il tifo per Provezza, perchè possa rientrare in corsa almeno per dimostrare la grande voglia di fare bene, un duro colpo per il team turco, purtroppo un contendente in meno alla vittoria finale.

Per la cronaca, la prima regata è partita in orario con venti da sud est con intensità intorno ai 10/12 nodi ed ha visto Quantum e Azzurra darsi da subito battaglia per tutta la prova, con Phoenix 12 a riempire il podio in terza posizione, cosa che è successa anche nella seconda prova, orfana di Provezza che ha rotto l’albero nella seconda bolina della prima prova. Nella seconda prova di giornata, Sled di Takashi Okura è ritornata a dimostrare quello che si era perso per strada da inizio stagione, Phoenix 11 e 12 compongono il resto del podio, nessun regalo in famiglia Plattner, altro che gioco di squadra, Tina comunque a fine giornata ride e si gode il primato in classifica.

Carlo Castellano (ITA) pit di Phoenix 12:“Tina è molto felice e contenta della splendida giornata, la testa della classifica è una gran cosa per noi. Tina ha timonato molto bene, è sempre riuscita a partire alla grande e ad essere veloce. Per essere la barca più vecchia della flotta non è un brutto risultato, per ora dobbiamo goderci questo primato ed essere pronti domani sulla linea di partenza e ripeterci. Sicuramente la partenza ti regala una percentuale superiore di poter gestire al meglio la regata, essere subito davanti anche se non sei la barca più veloce ti concede delle opzioni per finire bene, è quello che è successo a noi oggi. Ci uniamo agli altri team per la sfortuna che ha avuto Provezza oggi con la rottura dell’albero. Era un team di quelli tra i favoriti, sarà dura per loro.”

Guillermo Parada (ARG) skipper e timoniere di Azzurra (ITA):“La prima prova è stata quasi perfetta e ci siamo classificati secondi, un ottimo piazzamento. Purtroppo una prova funestata dalla rottura dell’albero di Provezza che ha destato grande preoccupazione e successivo dispiacere, perchè un avversario va affrontato e battuto sul campo, questa sfortune non sono certo una cosa che fa piacere a nessuno, una tristezza per il circuito e per i team. Nella seconda prova abbiamo fatto diversi errori che hanno compromesso la regata. Non eravamo settati con il vento e la barca non era molto rapida. Non siamo riusciti a raggiungere un buon risultato, abbiamo analizzato cosa ci ha reso lenti e domani saremo pronti per poter vincere sul campo di regata.”.

Juan Vila (ESP) navigatore di Quantum (USA):“Possiamo dire che il nostro è stato un primo giorno buono e di configurazione del team e del settaggio della barca. Abbiamo un buon feeling per domani, dovrebbe esserci una buona sea breeze e cercheremo di dare il massimo come sempre. Siamo molto dispiaciuti per quello che è successo a Provezza, un male per loro e il per il circuito.”

La seconda giornata del Rolex TP52 World Championship Puerto Portals è in programma domani 26 agosto dalle 13.00 ora italiana. Le regate potranno essere seguite con il commento dal campo di regata e Virtual Eye su www.52SUPERSERIES.com o tramite l’app.

Articoli relativi

Commenti