Dalla FIV un premio alla carriera per Cino Ricci

In occasione della tappa di Ravenna del Circuito Optimist Italia Kinder più Sport, 400 bambini, allenatori, giudici e genitori hanno applaudito e fatto festa a un grande personaggio che rappresenta la storia della vela italiana: Cino Ricci.

A nome della Federazione Italiana Vela e del Consiglio Federale, Il presidente Francesco Ettorre gli ha consegnato un riconoscimento alla carriera.

Hanno partecipato alla consegna del riconoscimento anche il Consigliere FIV Donatello Mellina, Max Sirena, skipper di Luna Rossa, Walter Cavallucci, rappresentante italiano nel Council di World Sailing, il segretario della Classe Optimist Norberto Foletti e tutto lo staff del CV Ravennate.

Il Consigliere Donatello Mellina per l’occasione ha riassunto le motivazioni del riconoscimento da parte della Federazione: “Anche se oggi a 85 anni si è ritirato in campagna, nel podere del nonno, quella di Cino Ricci è stata ed è una vita tutta per il mare. Da quando ragazzino usciva con i pescatori di Cervia, imparando le basi della navigazione, fino a diventare lo skipper d’Italia, il volto più popolare, l’icona della vela del nostro paese. Con una capacità unica di guardare a questo sport con passione irrefrenabile, concretezza progettuale e disincanto critico, lucido anche nei celebri aforismi. Innovatore e antesignano nella vela d’altura, con partecipazioni alla famosa Admiral’s Cup che hanno cambiato l’approccio italiano all’altomare. Marinaio dei potenti, riferimento tecnico, umano e organizzativo. Non poteva che essere lui a portare l’Italia al sacro Graal dello yachting, l’America’s Cup, con la sfida di Azzurra che ancora oggi è quasi leggenda, per la scia che ha saputo creare. Con la popolarità raggiunta ha saputo trasformarsi in grande comunicatore, voce e volto di celebri telecronache e racconti di storie e personaggi velici. La Coppa America del 1992, il Moro di Venezia di Raul Gardini. Quelle di Luna Rossa per tutto il primo decennio del duemila. Forse nessuno come lui avrebbe potuto esprimerle meglio. E quella voglia di imprese veliche lo ha portato a girare la penisola senza sosta per 22 anni di Giro d’Italia a Vela. Negli anni la sua visione ha abbracciato anche la vela olimpica e l’attività federale. Grazie, Cino. Ci hai regalato oltre cinquant’anni di emozioni a vela.

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti