La flotta degli sportboat scalda i motori per gli Europei ORC 2019

Gli Organizzatori dello Yacht Club Marina Portoroz (YCMP) e l’Offshore Racing Congress(ORC) invitano gli armatori e gli equipaggi degli Sportboat (lunghezza compresa fra 6 e 9.15m, peso inferior a 2000kg e con un rapporto dislocamento/lunghezza inferior a 6) a partecipare all’edizione 2019 del  Campionato Europeo Sportboat ORC, in programma dal 24 al 30 Agosto a Portoroz, in Slovenia.

Chi si iscriverà entro domenica, 30 Giugno risparmierà €150 sulla tassa di iscrizione… in seguito il “fee” aumeterà a 700€ per barca.

Il programma prevede tre giornate di stazze e regate di prova, una giornata dedicate a una regatta costiera/offshore, e tre giorni di regate sulle boe con una gestione di gran livello, e ormeggi gratuiti per la durata dell’evento.

I concorrenti potranno usufruire a prezzo scontato degli alloggi disponibili all’interno del Marina, che possono alloggiare fino a 6 persone, oppure al Boutique Hotel Portorose, a soli 200m dal Marina. Inoltre sono disponibili un certo numero di alloggi galleggianti, ormeggiati all’interno del marina. 

Gli equipaggi che vogliono arrivare sul posto in anticipo, o che vogliono lasciare la barca sul posto dopo l’evento, potranno usufruire di prezzi speciali. 

Chi volesse partecipare senza dover portare la propria barca potrà noleggiare un Fareast 28R‘s, monotipo disegnato da Simonis-Voogd. Il noleggio per 6 giorni, che include la barca pronta per la regatta, un gioco di vele One Sails, un certificato ORC e il motore fuoribordo vale 1500€. E ogni giorno aggiuntivo per allenamenti viene a costare solo 180€ al giorno.  Fra gli iscritti ci sono ovviamente barche locali (Slovenia), molti italiani ma anche altri provenienti da Austria, Germania e Ucraina, ed altri sono attesi.
Alcuni erano presenti al Campionato dello scorso anno a Porto Piccolo, dirimpettaio nel golfo di Trieste, Italia. 
Come il Melges 24 Destriero di Davide Ropotez, che ha vinto nella Divisione A l’anno scorso, piazzandosi terzo in generale.
I secondi dell’anno scorso nelle Divisioni A e B sono di nuovo in lizza: l’ Esse 850 Khulula di Agnes Watger dalla Germany in Classe A e il Delta 84 Chardonnay di Ugo Guarnieri in Classe B. 

Uno degli iscritti da osservare, per la prima volta a questo Campionato è il Bandalarga, un Ultimate 30 disegnato da Farr, recuperato da Piero Re Fraschini il quale dopo un estensivo refitting curato da Claudio Maletto ha vinto la Centomiglia due anni fa e ha partecipato a numerose regate come il Bol d’Or sul lago di Ginevra, e abitualmente regata sul Verbano. Per l’occasione avranno al timone Flavio Favini, che ha nel suo palmares un gran numero di vittorie con i Farr 30, Farr 40, Melges 24 e molte altre classi, compresa la partecipazione in Coppa America con Mascalzone Latino. Nel 2016 proprio a Portoroz Flavio ha vinto la prima tappa del circuito europeo dei Melges 24, e quindi ha acquisito una buona esperienza sul posto.

“Siamo contenti di avere una flotta importante per il Campionato Sportboat ORC 2019,” ha detto Bruno Finzi, Presidente dell’ ORC. “Questo dimostra che il nostro sistema funziona bene anche per queste dimensioni, così come avviene all’altra estremità della flotta, i Superyacht. Quindi faccio un appello a tutti gli armatori di Sportboat per aggiungersi alla flotta che si darà battaglia nelle splendide acque slovene, dove tutto fa sperare in una fantastica settimana di regate.”

close
Iscriviti alla nostra newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Articoli relativi

Commenti