Vela Veneta

J/70 Cup, grande inizio ad Ancona: J-Curve detta il ritmo della prima giornata

Prende il via con una bella giornata di vela, con brezza sui 10 nodi e tre regate completate, la tappa anconetana della J/70 Cup, ospitata nel weekend in corso da Marina Dorica in collaborazione con la SEF Stamura.

Nella giornata inaugurale, il Comitato di Regata presieduto dallo Sloveno David Bartol ha puntualmente chiamato i quarantacinque equipaggi sulla linea di partenza alle 13.00, per dare il via a un intenso pomeriggio di vela che ha visto affermarsi, come leader della classifica provvisoria dopo tre prove, J-Curve di Mauro Roversi (2-4-14 i parziali odierni), assistito nelle scelte tattiche dal Maiorchino Manuel Weiller, tattico tra i più quotati al momento nel panorama velico internazionale.

La prima vittoria della frazione anconetana della J/70 Cup è andata al Russo Mikhael Poslamovskiy su RUS-1272 (1-9-19), seguito sulla linea d’arrivo dal già citato J-Curve e da Enjoy 1.0 di Carlo Tomelleri (3-17-17).

Nella seconda prova, il bullet è di Alessandro Zampori con la sua Magie DAS (17-1-5), affiancato alla tattica da Enrico Fonda, che ha staccato di qualche lunghezza ArtTube della timoniera Russa Lera Kovalenko (33-2-1) e l’imbarcazione cipriota dell’armatore Sergei Dobrovolskii (27-3-37).

E’ proprio ArtTube dell’appena citata Lera Kovalenko, una delle poche donne al timone in questo circuito di regate, a conquistare la vittoria della terza ed ultima prova odierna, conclusa alle 17.30 circa. A seguire la Kovalenko sul podio della regata conclusiva, RUS-131 di Anatoly Arnautov, che impegna a bordo anche l’anconetano Marco Laurino, e la svizzera Jerry di Thomas Studer.

Alla fine della prima giornata, la classifica è quindi regolata da J-Curve di Roversi, seguito da Magie DAS di Zampori e White Hawk di Gianfranco Noè (15-6-7), tra l’altro leader della classifica Corinthian riservata ai non professionisti.

Articoli relativi

Commenti