Barcolana 2015, giorno per giorno il calendario con tutti gli eventi a Trieste

La Barcolana, la regata più affollata d’Europa è pronta a salpare con la sua 47esima edizione.

Mai senza regate: dal 2 all’11 ottobre, ogni giorno ci sarà un’occasione per regatare, e non soltanto a Trieste. Si parte da Spalato, dove salperà il primo dei rally nautici di Go To Barcolana: grazie alla collaborazione dei circoli velici e marina croati, un rally di avvicinamento condurrà in sicurezza a Trieste gli scafi che da Spalato, Fiume e Isola parteciperanno alla Barcolana. Nel primo fine settimana di ottobre partiranno gli armatori di Spalato, che avranno ormeggio gratuito nei Marina ACI lungo la loro rotta; via via gli scafi di Fiume e degli altri porti croati si aggiungeranno alla flotta e sabato 10 il rally comprenderà anche Isola d’Istria, per un arrivo a Trieste in tempo per la Barcolana.

IL PRIMO FINE SETTIMANA DI OTTOBRE – Confermate le regate più amate della Barcolana. Il primo fine settimana di ottobre sarà dedicato agli Optimist, con Barcolana Young che torna ad essere tappa finale del circuito Kinder. Negli stessi giorni si aprirà la finestra dedicata ai kitesurfer e windsurfer di Barcolana Fun, che quest’anno punta a innovarsi grazie al sostegno di nuovi sponsor (040 Group e quiconviene.com) e proponendo la regata downwind per windsurf e kite dal Molo Audace a Miramare. Tornerà a dare spettacolo la tradizionale gara di salto per kiter nel bacino San Giusto – guest star gli atleti capoverdiani – e sarà potenziato l’evento di wakeboard in Ponterosso, con un trampolino mozzafiato al servizio degli atleti-acrobati della specialità.

LUNEDI’ 5: UN NUOVO EVENTO – Lunedì 5 e martedì 6 ottobre è previsto un nuovo evento, voluto da uno dei più noti cuochi del Friuli Venezia Giulia, Emanuele Scarello, che, per promuovere la propria regione con i suoi prodotti e il suo territorio, chiama a raccolta dieci cuochi stellati. illycaffè e Pasta Zara raccolgono la sfida: prima si regata, con i dieci cuochi al timone su altrettanti scafi monotipo, e poi si cucina nella mensa della illycaffè. La classifica è unica e Barcolana Chef – questo il nome della nuova regata tra boe e fornelli – diventa anche un video ricettario di cucina in cambusa firmato dai cuochi stellati.

EXTREME 40 @BARCOLANA – Archiviati i “FUNamboli della vela”, i ragazzi della Young e i cuochi velisti, è tempo dei professionisti. Torna a Trieste Land Rover Extreme 40 @Barcolana: terminata la tappa di Istanbul del circuito Extreme 40, i catamarani fanno tappa a Trieste prima di partire per l’Australia. Da giovedì 8 a domenica 11 i professionisti di questo acrobatico circuito si misureranno in una serie di regate nel Bacino San Giusto, a pochi passi da terra, grazie anche alla collaborazione di Samer & Co. Shipping. Novità di questa seconda edizione, la finale che si disputerà domenica 11 ottobre davanti alla diga del Porto Vecchio contestualmente alla partenza della Barcolana nel Golfo di Trieste, con l’obiettivo di garantire al pubblico sulle Rive, in attesa di festeggiare i vincitori della Coppa d’Autunno, un grande spettacolo di vela acrobatica.

VENERDI’ 9 E SABATO 10: CINQUE SFIDE IMPERDIBILI – Il fine settimana lungo che inizia venerdì 9 ottobre sarà ricchissimo di regate e di spettacolo per chi segue da terra: si comincia il 9 con la seconda edizione di Barcolana Challenge, a bordo dei monotipi Este 24, riservata ai vincitori di categoria della precedente edizione della Coppa d’Autunno. La sfida ad armi pari permette di azzerare le variabili: non conta più la dimensione dello scafo, qui conta solo il fattore equipaggio. I vincitori di categoria dell’edizione 2014 della Barcolana si sfidano in tre prove, compresa una notturna nel Bacino San Giusto, dove, lo stesso giorno, si sfideranno anche gli equipaggi degli scafi paralimpici 2.4 e gli armatori delle diverse sezioni della Lega Navale Italiana in una prova a loro riservata. Sabato 10 ottobre non ci sarà un attimo di respiro. Il circuito Este 24 sbarca a Trieste per la tappa finale della stagione 2015, e regata su due prove sulle boe e una notturna nel Bacino San Giusto: è la seconda edizione di Barcolana Tri-Este. In notturna regatano anche i Meteor, una delle classi più numerose alla Barcolana. La mattina di sarà dedicata a Barcolana Classic, la sfida delle barche d’epoca. Poi, quando farà buio, si scatenerà il tifo per gli Ufo28, in una nuova e sempre combattuta edizione di Barcolana Jotun Cup lungo il Molo Audace.

DOMENICA 11 OTTOBRE, LA BARCOLANA – Confermato il percorso della scorsa edizione, con arrivo di fronte Piazza Unità d’Italia, già previsto per l’edizione 2014, ma non concretizzato in mare perché, a causa del poco vento, la regata fu ridotta. La novità di questa edizione riguarda l’orario di partenza della Barcolana che viene cambiato di mezz’ora. La Barcolana 2015, infatti, parte lungo la consueta linea lunga 1,8 miglia da Barcola a Miramare alle 10.30 dell’11 ottobre (e non alle 10, come in passato). La scelta è dettata dall’analisi delle condizioni meteo: in caso di bonaccia, infatti, mezz’ora di ritardo significa avere più possibilità che il vento si formi, lasciando per meno tempo gli scafi fermi al via. In caso di Bora sostenuta, invece, c’è maggiore possibilità che il vento cali prima della partenza.

BARCOLANALAB – Un po’ museo, un po’ laboratorio, un po’ mostra fotografica, BarcolanaLab inaugura il 2 ottobre al Magazzino delle Idee, vicino all’ingresso del Porto Vecchio: è uno spazio museale messo a disposizione dalla Provincia, che proporrà diversi itinerari dedicati al mondo della vela. Curato dal giornalista Leopoldo Petto, BarcolanaLab è un viaggio tra i modelli delle imbarcazioni a vela dall’Ottocento ad oggi ed è laboratorio di modellismo e laboratorio di archeologia – grazie alla collaborazione con la Soprintendenza Archeologia del Fvg – per scoprire i segreti del mestiere di archeologo subacqueo, nell’ambito di un progetto educativo rivolto alle scuole medie di Trieste. Lo spazio diventa anche museo della Barcolana: sono esposti molti dei manifesti della regata e illustrate le particolarità di questa edizione. BarcolanaLab propone una nuova sfida, ideata in vista della cinquantesima edizione della regata, nel 2018. La sfida consiste nell’iniziare a scrivere una “storia collettiva per immagini” della regata, composta dalle tante storie di mare che hanno reso unico l’evento in 47 anni. All’interno del Magazzino delle Idee una parete sarà dedicata alle storie di Barcolana: ogni velista che ha partecipato almeno una volta all’evento potrà appendere un’immagine della sua imbarcazione, raccontando un episodio, un ricordo o celebrando un equipaggio. L’ultimo itinerario di BarcolanaLab si snoda attraverso una mostra fotografica curata da Claudio Ernè, che ha aperto il suo archivio selezionando immagini di barche a vela da regata del primo Novecento (i dettagli della manifestazione verranno annunciati lunedì 28, alle 10.30 nell’ambito della conferenza stampa con la Fondazione CRTrieste, che sostiene l’evento).

LA “NOTTE BLU”, MARATONA TEATRALE DEDICATA AL MARE – Cinque teatri e un tema unico, il mare. Per la prima volta i teatri triestini dedicano alla Barcolana uno speciale cartellone, che durerà soltanto una serata, quella di sabato 3 ottobre. Una maratona dal Rossetti al Verdi, dal Miela al Teatro Sloveno, alla Contrada: una sera speciale di spettacoli a tema, per creare attorno alla Barcolana un clima di collaborazione sul fronte dell’arte e della cultura. A questa memorabile serata di teatro e musica collaborano la Fondazione Teatro lirico “G. Verdi”, il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, il Teatro Stabile Sloveno, La Contrada-Teatro Stabile di Trieste e il Bonawentura-Teatro Miela. La “Notte Blu” si svolgerà come un itinerario: a partire dalle 21 e fino alle 24, il pubblico potrà spostarsi fra le diverse sale teatrali della città assistendo in ognuna a una diversa azione teatrale sul tema del mare. Evento unico saranno l’apertura della “Notte Blu” al Teatro Verdi, alle 21 con Coro e Orchestra, e la conclusione festosa al Teatro Miela alle 00.59. Al Politeama Rossetti, al Teatro Sloveno e al Teatro La Contrada invece, le azioni si ripeteranno tre volte: ognuna di esse avrà una durata di 25-30 minuti, così da permettere lo spostamento del pubblico da un teatro all’altro. La collaborazione e il reciproco sostegno fra i teatri e la Barcolana, nella settimana più festosa e attrattiva dell’anno, rappresenta un arricchimento dell’offerta culturale e turistica della città (il dettaglio del programma nel calendario eventi allegato).

BARCOLANA IN MUSICA – Confermata anche in questa edizione la colonna sonora della Barcolana, che per due sere anima piazza dell’Unità con concerti gratuiti, dedicati a tutti gli appassionati di vela e di musica. Novità per il venerdì sera è il contest tra band locali: in palio una posta altissima, suonare come gruppo di apertura al concerto del sabato sera! Il concerto e tutta la Barcolana vede quest’anno, tra i media partner, anche Tim Music, il popolare servizio di streaming musicale che interagisce con i propri utenti organizzando e partecipando a eventi live, show e anteprime, tra le quali, quest’anno, la Barcolana. Tim Music creerà nella propria App la “playlist” Barcolana, nella quale sarà inserita la musica della band vincitrice del contest. La direzione editoriale e artistica della piattaforma è affidata al musicista, disc jockey e conduttore radiofonico Alessio Bertallot, che sarà anche uno dei giudici del contest (il concerto del sabato sera verrà annunciato nei prossimi giorni).

Clicca qui per visitare il sito della manifestazione

Lascia un commento