Campionati Mondiali Classi Olimpiche, a Santander giornata buia per le azzurre del Laser

Giornata ricca di vela a Santander, la località spagnola che ospita i Campionati Mondiali ISAF delle Classi Olimpiche: dopo che il vento si è fatto attendere per i primi quattro giorni della manifestazione, oggi finalmente le ariette leggere hanno lasciato spazio a una brezza decisamente più sostenuta che in alcuni casi, vedi il campo di regata del 470 maschile, ha raggiunto anche i 20 nodi d’intensità. Tante regate per tutte le classi, quindi, ad eccezione della flotta dell’RS:X femminile che ha osservato un giorno di riposo, e spettacolo allo stato puro in tutti i campi di regata, a partire da quello, posizionato a pochi metri dalla riva (con tanto di tribune per accogliere i numerosi spettatori presenti), che ha ospitato le prove del 49er FX. Protagonisti del giorno i due giovani equipaggi del 470 maschile Francesco Rebaudi-Matteo Ramian e Matteo Pilati-Francesco Rubagotti, le due azzurre del 49er FX Giulia Conti e Francesca Clapcich, e l’equipaggio del Nacra 17 formato da Lorenzo Bressani e Giovanna Micol.

Le ragazze nella Gold fleet del Laser Radial riescono a disputare soltanto una prova, conclusa dalle azzurre al 24mo (Silvia Zennaro) e al 48mo (Joyce Florida) posto. Dopo sei regate, al comando l’olandese Bouwmeester, mentre la Zennaro è 16ma (16-3-22-22-3-24) e la Floridia 20ma (5-9-10-20-32-48).

Stesso discorso anche per i Nacra 17, con due prove concluse per la Yellow fleet e una per la Blue. Protagonisti del giorno sono Lorenzo Bressani e Giovanna Micol, che ottengono un 3-8 che li proietta al terzo posto della classifica parziale che prende in considerazione solo i 34 equipaggi della Yellow, mentre Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri sono 12mi (9-17). Nell’unica regata disputata dalla Blue, Salvà-Bianchi sono undicesimi, Porro-Banti 16mi e Bondì-Angelini 19mi.

Lascia un commento